ARTICOLI

San Giuseppe è uno scrigno nascosto

Quando sentivo parlare di San Giuseppe, beh, ero indifferente. Non mi aveva mai attratto come santo. Questo perchè si parla così poco di lui nella Vangelo che passa automaticamente in secondo piano.

Oggi a distanza di anni, ho scoperto che è un grandissimo dono di Dio, uno scrigno che non tutti conoscono e quindi pochi, pochissimi hanno aperto e ritrovato in esso tesori ineguagliabili.

Mia madre un giorno si accorse che stavo attraversando un periodo difficilissimo, avevo appena 20 anni. Ero tanto combattuto….vedendomi così afflitto mi disse:

Affidati a San Giuseppe, Santa Teresa di Gesù dice che mai si è sentito che il Grande Patriarca abbandoni chi si mette sotto il suo patrocinio.

Ogni anno dal 1 marzo al 31, offro il Sacro Manto a questo grandissimo Santo. L’ultima grazia l’ho avuta giorni fa quando all’improvviso ricevetti una chiamata dalle mie sorelle che mi dicevano che papà stava avendo un ictus. Mi tremavano le gambe, ma la fede mi sostenne e gridai: San Giuseppe salvalo!

Così presi a volo quell’àncora che mia madre mi lanciò….Per un mese intero recitai il Sacro Manto dedicato a lui…raggiunto il trentesimo giorno… ottenni la grazia che tanto mi stava a cuore.

Dopo circa 10 minuti, raggiunsi casa di papà e lo trovai lucido…mia sorella disse: è tutto passato, papà sta bene. Chiamammo i soccorsi, che dopo breve tempo arrivarono.. visitarono papà e dissero che aveva avuto un’ischemia. La bocca si piegò, le mani e le braccia divennero intorpidite, e non riusciva più a parlare ma contando i tempi, a papà cessarono questi sintomi nello stesso tempo in cui gridai: San Giuseppe salva mio padre!

Sono tanto grato a questo grandissimo Santo e se fate un giro su internet vi accorgerete che tantissimi, infiniti casi impossibili, con San Giuseppe sono stati risolti. D’altra parte, non dimentichiamo che Dio stesso affidò al grande Patriarca, il Suo Unigenito.

san giuseppe

Preghiamolo, onoriamolo, affidiamoci alla sua custodia. Ogni giorno preghiamolo così:

Preghiera a San Giuseppe

San Giuseppe, custodisci la mia anima, il mio corpo e il mio cuore e assistimi in questa vita, procurandomi le grazie necessarie. Custodisci la mia famiglia, come custodisti la tua. Provvedi tu ai nostri bisogni spirituali e materiali, e metti me, e tutti coloro che mi stanno a cuore sotto il tuo patrocinio. Insegnami ad amare Gesù e Maria, fa che possa amarli come li hai amati tu. Proteggi la Santa Madre Chiesa, da ogni attacco del male. Infine o Grande Patriarca San Giuseppe, assistimi quando giungerà il tramonto della mia vita terrena, affinchè possa insieme a te e alla Vergine Maria, salire al cielo e lodare e vivere nell’eternità la Santissima Trinità. Amen

San Giuseppe è uno scrigno che non tutti conoscono:

Oggi prima di essere festa del papà, è la festa di un santo che ha protetto e salvato tante volte, la santa famiglia.

Apriamo questo scrigno, perchè oggi le famiglie sono a rischio, perchè oggi tante famiglie sono distrutte e sfasciate. Perchè oggi chiamano famiglie ciò che in realtà è solo unione di vizi peccaminosi. In questo giorno solennissimo consacriamo la nostra famiglia al padre putativo di Gesù.

Commenta con facebook

Ugo

Sono la conferma che Dio sceglie lo scarto del mondo per confondere i sapienti e i superbi. Sono la conferma che Dio usa misericordia con chi accetta di essere sconfitto dal Suo Amore.

Articoli simili