NEWS

Il corpo umano è il nostro somaro che ostacola la nostra salvezza

Il corpo umano un ostacolo? Si! Ed è anche quello più difficile da domare..

Il primo nemico dell’anima è Satana; pe­rò è un nemico fuori di noi; gli si può chiudere la porta per non farlo entrare. Ma c’è un nemico peggiore, che sta, per così dire, a casa nostra, o meglio, vive con noi e non possiamo staccarcene. È il corpo umano, la nostra carne che si ribella alle cose dello spirito. Ecco perchè San Francesco lo chiamava: Il mio asino. Perchè sappiamo tutti che il somaro è testardo e non segue il suo padrone se non con la forza. Dobbiamo quindi domarlo per le cose dello spirito. La Madonna a Medjugorje infatti per questo ci invita a digiunare, perchè il digiuno oltre ad essere una penitenza che attira tante grazie e salvare i peccatori, è anche un modo per domare il corpo umano e sottometterlo al nostro spirito. 

Dopo la colpa originale è avvenuto nella creatura umana un grande dissesto. Come Adamo ed Eva si ribellarono a Dio, così il corpo umano dei nostri progenitori si ribellò al loro spirito; e ciò che avvenne in essi si ripercuote in ogni loro discendente.

Nelle membra del corpo umano, dunque, c’è una legge che è in contrasto con la legge dello spirito. La mente vede il bene, lo apprezza, può tesserne le lodi … eppure in un certo momento si decide al male. E’ il corpo umano che con le sue cattive tendenze può ottenebrare la mente e trascinare all’iniquità.

Il demonio, che conosce bene le tendenze umane, può sobillare il corpo per piegare la volontà al male. L’anima è tenuta a re­sistere per mezzo del suo libero arbitrio; finché è risoluta di non cedere alla tenta­zione, qualunque cosa avvenga nel suo es­sere, non ha colpa alcuna, anzi resta vitto­riosa. Il Signore, invocato con fede, viene sempre in aiuto all’anima in pericolo. Il peccato sta già nell’intenzione, lo dice Gesù: Avete inteso che fu detto: Non commettere adulterio;28 ma io vi dico: chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore.(Mt 5, 27-28) La nostra mente pensa al male, quindi il nostro corpo tende al male ma sta a noi assecondare quel pensiero, o mandarlo al diavolo! Come sempre a noi la scelta: Domarlo o lasciarci domare.

Commenta con facebook
Tag

Articoli correlati