Annalisa Colzi
nuovo libro di Papa Francesco quando pregate dite padre nostro
trono di lucifero

San Francesco d’Assisi siede sul Trono di Lucifero

bracciale ave maria

Il Trono di Lucifero rimase vuoto a causa della superbia

La superbia è il più grande peccato a cui l’uomo accondiscende facilmente. La si può definire la più grande tentazione. Una delle principali tentazioni utilizzate dallo spirito del male. Ergersi sopra Dio, presumere di se stessi, dimenticare che tutto proviene da Lui. Disprezzare i doni di Dio oppure utilizzarli per il proprio tornaconto… questa è la superbia. E a causa di questa superbia il Trono di Lucifero rimase vuoto.

Per poco tempo vi sedette per poi essere gettato nell’abisso della perdizione. E da questo abisso tenta ogni uomo per farlo precipitare nello stesso luogo dove lui si trova.

San Francesco ci dona tanti esempi su come difenderci dalle tentazioni. Una frase tra le tante dice: “Quando si è troppo sicuri di sé, si è meno prudenti di fronte al nemico”.

Occorre, quindi, chiedere a Dio il dono dell’umiltà. Questo dono ci farà comprendere le parole che Nostro Signore disse a Santa Caterina da Siena: “Sai, figlia, chi sei tu e chi sono io? Se saprai queste due cose sarai beata. Tu sei quella che non è, e io sono Colui che sono. Se avrai nella tua anima tale conoscenza il nemico non potrà ingannarti e sfuggirai da tutte le sue insidie”.

San Francesco il giullare di Dio siede sul Trono di Lucifero

Nessun santo ha raggiunto l’apice della santità come San Francesco d’Assisi. Egli annientò se stesso completamente in Cristo tanto da ottenere nel suo corpo la passione di Nostro Signore, le Sacre Stimmate. Tutto questo finché visse. Una volta salito al cielo, invece, ottenne in premio il Trono di Lucifero. Fu frate Pacifico ad avere la seguente visione quando ancora Francesco era in vita.

Frate Pacifico e Francesco erano ospiti del lebbrosario di Trevi. Mentre camminavano Francesco disse a Pacifico: “Questa notte voglio rimanere solo nella chiesa di San Pietro di Bovara. Verrai a me domani all’alba”. Allo spuntare del giorno, ritornò da lui Pacifico. Il Santo era in orazione davanti all’altare, entro il coro. Pacifico stava ad aspettarlo fuori dal coro, dinanzi al crocifisso, pregando anche lui il Signore. Appena cominciata la preghiera, fu elevato in estasi e vide molti troni in cielo, tra i quali uno più alto, glorioso e raggiante, adorno d’ogni sorta di pietre preziose. Mentre ammirava quello splendore, prese a riflettere fra sé cosa fosse quel trono e a chi appartenesse. E subito udì una voce: “Questo Trono fu di Lucifero, e al suo posto vi si assiderà Francesco”.

Quindi il Trono di Lucifero attualmente e per sempre è di san Francesco d’Assisi.

 

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

il mio cuore trionferà

Prossimo Pellegrinaggio Medjugorje

Capodanno Con MariaDic 29, 2017
301 ore.

Iscriviti per ricevere gratis i miei articoli

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Unisciti a 18.574 altri iscritti

Seguici su facebook

Per capire come manipola la mente una setta

michelle huzinker

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Una fedeltà senza fili, che unisce un piccolo esercito di mendicanti

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

misericordina rosario dell'anima

Seguici

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli