Annalisa Colzi
vampiri veri

Vampiri nella vita reale, si succhiano il sangue reciprocamente

Amore al primo morso: vampiri nella vita reale, si succhiano reciprocamente il sangue…e dicono sia meglio del sesso

E’ stato certamente un caso di amore al primo morso quando la modella fetish Lea ha incontrato il sensitivo Tim.

Nella vita reale sono una coppia di ‘vampiri’ e hanno un’appassionata relazione basata sul succhiarsi reciprocamente il sangue e…dicono sia meglio del sesso.

La Contessa Lea di Casa Van Doorn e il Conte Tim di Casa Van Doorn, si sono incontrati due anni fa al Vampire Festival e hanno sentito un istantanea “connessione di oscurità”, la quale si è rapidamente sviluppata in una relazione succhia sangue.

Ora, la coppia, che si prende cura del figlio di 3 anni di Tim, Daedric, sta pianificando di stringere il nodo in una cerimonia matrimoniale in tema vampiresco, il prossimo anno.

Lea, 20 anni, ha affermato: “siamo un po’ come gli squali quando prendiamo il via. Sento questo scorrere della vita, la sua essenza e la sua energia venire a me. E’ un’esperienza sessuale e spesso ci facciamo sangue in camera da letto. I vampiri sono creature altamente sessualizzate e fanno letteralmente sesso col far sgorgare sangue. Succhiare sangue è letteralmente una sensazione come nessun altra”.

Lea e Tim si sono incontrati ad un Vampire Festival tenutosi in un nightclub di Austin, Texas.

Tim, 31 anni, divorziato, si è offerto di leggere i tarocchi a Lea, ma nessuno si aspettava di vedersi rispettivamente nel proprio futuro.

Ha dichiarato Lea: “è venuto da me e mi ha chiesto se volevo sottopormi alla lettura dei tarocchi. Ho pensato che fosse davvero alto e attraente, così ho accettato. Ho sentito un’istantanea connessione e la lettura dei tarocchi che mi ha fatto mi ha quasi fatta piangere. Siamo diventati amici su Facebook e di lì a poco le cose si sono evolute. C’era un certo elemento sessuale…direi che è stata lussuria a prima vista. Non stavo cercando nulla di serio e Tim aveva appena attraversato un divorzio, ma ci siamo innamorati l’un l’altra. Eravamo iper-sessuali a quel tempo, ma poi abbiamo imparato che c’era molto di più di quello per l’un l’altra”.

Gli amanti del sangue diventarono presto una coppia e, in poche settimane, la coppia febbricitante ha accettato di introdurre il succhiare sangue nella loro storia d’amore.

Lea ha dichiarato: “entrambi praticavamo già prima il vampirismo e i vampiri hanno certamente senso quando anche l’altro è un vampiro. C’è una connessione di oscurità e un’atmosfera vampiresca che ci attira l’un l’altra”.

Ora Lea e Tim si incidono regolarmente l’un l’altra con lamette o estraendo il sangue con le siringhe per poi berlo da un calice o succhiandolo direttamente dalla ferita.

Per loro la sensazione che suscita è “meglio del sesso” e manda come in “estasi”.

Tim ha affermato: “quando mi nutro di sangue, è altrettanto bello quanto il sesso perché sento questo scorrere della vita, la sua essenza e la sua energia venire a me e accoglierla, mi sento potente. Sento la persona di cui mi sto alimentando da un livello diverso e in modo completamente differente di come potrei esprimere con le parole”.

Lea, ha aggiunto: “incredibilmente preferisco bere sangue che fare sesso. Ricevi l’essenza della persona e questo mi manda in estasi. Non c’è sensazione migliore”.

E le tendenze della coppia succhia-sangue si svolgono anche fuori dalla loro relazione, con “nutrimento” su altre persone.

Anche se sono coscienti che le loro azioni possono portarli a contrarre malattie del sangue – tra cui l’epatite e l’HIV – Lea e Tim insistono che loro sono ‘immacolati’ e che fanno controlli ogni due mesi, qualcosa che descrivono come “un’esperienza che rinforza il legame”.

Tim ha affermato: “alimentarsi di sangue tende a mettere le persone un po’ a disagio, perché hanno paura di essere segnati da una cicatrice o perché hanno paura della trasmissione di qualche malattia o qualcosa del genere, e questo è completamente comprensibile visto quanto alcune persone possano essere molto avventate in queste cose. Ecco perché ci alimentiamo prevalentemente l’un l’altra”.

Lea aggiunge: “andiamo insieme a fare le analisi del sangue per verificare la presenza di malattie ed è come un’esperienza che lega. Mi sento come se rafforzasse la nostra relazione”.

Tim: “cerchiamo sempre di assicurarci che i nostri partner siano sani e se non sono in grado di fornire la documentazione che lo attesta e voglio nutrirmi di loro, la settimana successiva mi assicuro che vadano a fare le analisi. Non abbiamo avuto problemi finora”.

Adesso la coppia sta pianificando il loro matrimonio, il quale sarà a tema vampiresco, a novembre del prossimo anno.

Lea ha affermato: “sicuramente vogliamo incorporare il vampirismo nel nostro matrimonio, è il nostro modo di vivere. Vogliamo inserire il nostro credo vampiresco nei voti matrimoniali e ci saranno sicuramente alcuni vampiri nella congregazione”.

La coppia, di Austin, Texas, intende essere aperta con il figlio di Tim riguardo il loro vampirismo e lo accoglieranno nella congrega se deciderà di seguire lo stesso patto di sangue di successione.

Lea ha affermato: “non forzeremo Daedric su niente, ma siamo aperti nel nostro stile di vita e se deciderà di seguire i nostri passi, naturalmente, lo supporteremo, ma sentiamo che è qualcosa che il vampiro deve scoprire da solo”.

Anche se le loro famiglie e i loro amici accettano il loro stile di vita, Lea e Tim ammettono di opporsi ad alcuni pregiudizi.

Lea afferma: “mi sento come se tornassi in vita la notte, ma non siamo allergici alla luce del sole, sono golosa di aglio e certamente non dormiamo nelle bare. Molta gente vede le nostre vite come controverse, ma è naturale come respirare per noi. Non potrei mai allontanarmi dal vampirismo, non è per tutti ma è ciò che siamo”.

Angela

Angela

Mi chiamo Angela e vivo a Mantova. Sono traduttrice, scrittrice e in certi ambiti artista. Dal 2011, sono testimone della presenza e dell’azione di Dio che, dall’inizio dei Tempi fino alla Fine di tutto, ha continuato, continua e continuerà a Convertire, Guarire, Liberare. Più il tempo passa e più mi rendo conto di essere figlia della Divina Provvidenza: se sono qui oggi, è solo grazie alla Sua costante presenza al mio fianco per accompagnarmi, sopra di me per proteggermi e davanti a me per guidarmi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli