Annalisa Colzi
emily letts

Propaganda abortista: “Abortire è bello”

Emily Letts

abortire è un’esperienza positiva!?!? (sigh!)

Pochi sanno che Emily Letts, la ragazza attivista pro aborto che “spopola” in rete con il video in cui si “riprende mentre abortisce suo figlio” è un’attrice di film. L’ultimo sforzo cinematografico? Il film horror Hallows’ Eve (2013) nel quale degli adolescenti vengono massacrati..

Altro fattore interessante, è che il filmato di Emily Letts ha partecipato alla prima edizione del concorso “Abortion Care Network’s Stigma Busting video competition”.. vincendola.

Ma non solo! Emily Letts, che vanta una carriera nel mondo dello spettacolo come riportato nel suo sito. Ha lavorato anche nel mondo teatrale nel ruolo principale di “Martha”, nell’opera The Children’s Hour (Quelle due). La trama narra la storia di due donne, insegnanti di una scuola privata femminile, accusate da una studentessa di avere una relazione lesbica. La prima edizione? Correva l’anno 1961!

Ed oggi che lavoro fa Emily Letts? La consulente alla Cherry Hill Women’s Center, clinica per aborti del New Jersey presso la quale ha abortito girando il video. Secondo Emily, non a caso, quanto da lei fatto «Era la cosa giusta per me e per nessun altro». Aggiungendo che «Abortire è un’esperienza positiva». «Parliamo dell’aborto così tanto, e ancora non abbiamo idea di cosa sia. Un aborto nel primo trimestre prende dai tre ai cinque minuti. È più sicuro di partorire. Non ci sono tagli, e il rischio di infertilità è inferiore all’uno per cento».

Emily dichiara infine che si sente bene, poco prima di spiegare che ha tenuto un’ecografia del bambino come ricordo.

Molte le coincidenze. Ma ad ogni modo, se lo scopo di Emily, vera o meno che fosse la sua storia, fosse stato quello di sponsorizzare la clinica abortista per la quale lavora, sicuramente c’è riuscita.

http://www.notizieprovita.it/filosofia-e-morale/usa-video-propaganda-abortista-abortire-e-bello-lautrice-e-unattrice-di-film-horror/

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

22 commenti

Rispondi

  • Mi fa male il Cuore a leggere di qeuste atrocità!!!! Madonna mia aiutaci…

  • Che pena, Dio misericordioso gli dia la grazia della conversione,
    preghiamo per lei

  • Io consiglierei un buon libro sull’argomento..
    MAURTICE CAILLET “ERO MASSONE”
    E’ la vera storia di un massone convertito, che racconta i retroscena della massoneria e di quanto questa, soprattutto in francia incentivi l’aborto.

  • Se continua così, farà anche una favolosa carriera nel mondo dell’inferno. E’ un po’ ripugnante, ma bisogna pregare soprattutto per anime putride come queste.

  • In questo momento scrivo solo questo; non mi sento in grado di fare commenti perchè non trovo parole per esprimere niente. Dico soo questo : Quando saraà l’ora che il Signore abbia Misericordia per la tua anima Emily.

  • Ho appena visto il video ed ho provato tristezza, amarezza: sopratutto mi hanno colpito le mani dei medici che per tutto il tempo cercavano di dare conforto all’abortista. Adulti che aiutano altri adulti ad uccidere confortandosi a vicenda nel nascondersi alla Verità . Come è possibile che questo sia un mondo, una società civile? Davvero ci rendiamo conto di ciò che facciamo e permettiamo? L’attrice poi mi è parsa particolarmente disinibita di fronte ad un “avvenimento” siffatto. Mi chiedo: davvero hanno una coscienza certe persone o hanno solo i diritti di fare ciò che vogliono, come vogliono e quando vogliono? Dio ci dia la forza di essere testimoni della Verità e di riportare agli ovili le pecore smarrite. Oggi nessuno osa dire che questo e Male e che non è giusto fRe il Male solo in nome di una laicità sbandierata la dove ci fa comodo. Dio ci ha dato delle regole chiare precise e soprattutto per la nostra salvezza. Come si può pensare che una ragazza come quella del video sia giovane? Così immersa in una situazione di morte e soprattutto spinta senza limite alcuno a fare ciò che le pare? Faccio molta fatica a concepire una società siffatta e mi sento che si debba fare ciò che è in nostro potere per poter portare pace e luce a chi cammina nelle tenebre, sopratutto chiamando con il nome di peccato ciò che lo è, ricordo una frase di San Paolo : “Il salario del peccato e’ la morte. “. Tra chi abortisce e chi è abortito, e’ più morta la madre omicida o il bambino? Vi ringrazio per avere letto questo mio breve commento; un grazie ad Annalisa per il percorso che ci indichi. Dio e Maria Santissima ci siano sempre accanto. Amen.

  • Scusa cara Annalisa se la mia domanda esula dal contenuto del post. Mi chiedevo dove sia andato a finire il link dal titolo “il piano del male su di noi”; penso sia più o meno questo il titolo del bellissimo video che hai indicato sulla tua pagina facebook.

  • Ciao preghiamo per questa donna, non ha la minima idea di ciò che fa e la fine che farà, perché chi decide per l’aborto prima di uccidere suo figlio si uccide, creando una lacerazione dentro di sé che giorno dopo giorno ti devasta.
    P. S. Ho visto che Annalisa ha messo il Link per poter vedere il video, mi raccomando non ci cliccate sopra, ogni click e registrato come se fosse un punto di audience, E quindi positivo, perché per loro non è importante se guardi il video schifato o compiaciuto, basta che tu lo guardi così potranno avere un dato da usare ha loro favore.
    Che Dio benedica tutti

  • Non ho il coraggio di vedere il filmato. Mi sto sentendo male solo per aver letto questo articolo. Siamo alla frutta. Qualsiasi cosa il Padre Eterno farà non sarà mai abbastanza per tutta la cattiveria che dilaga sempre più a macchia d’olio nel mondo.
    Povere anime, poveri noi!!!!
    !

  • Non vedo l’ora che si avverino i 10 segreti di Medjugorje per porre fine a tutto questo. Prego Dio che intervenga con la Sua Giustizia sul mondo intero. Non se ne può più.

  • Non ho intenzione di vedere il video, il quale penso racconti, in modo un po’ truffaldino quanto alla naturalezza con cui la madre affronta l’aborto, quello che accade ogni giorno nelle cliniche anche italiane. E accade nelle cliniche italiane perché gli italiani lo hanno voluto, anche i cattolici italiani negli anni ’70 e non solo i comunisti atei. I comunisti atei saranno giudicati meno severamente. Penso sia una propaganda agghiacciante quella che il video in questione fa. Non voglio fare io qui propaganda politica, ma un paese come la Russia, che ha vissuto il degrado morale del regime comunista, ove si voleva costruire un mondo perfetto senza Dio, è comunque stato edificato sul sangue di tanti martiri e la croce è rimasta viva in molti uomini. Invece l’Occidente francese, americano e britannico è stato edificato sulla massoneria (la Statua della Libertà è dono francese al giovane stato americano, costola dell’Inghilterra), cioè su altri miti, quelli del progresso dell’uomo a partire dalle capacità e conoscenze dell’uomo stesso: ha esaltato il benessere e non ha inizialmente versato sangue, ma di fatto ne ha versati fiumi con gli aborti, le droghe, la pornografia, le guerre per esportare il feticcio della democrazia. Dico questo perché tale video non ritengo sia una trovata di una clinica abortista per farsi pubblicità, ma è inserito in un sistema strutturato, che ha tra le sue bandiere il presidente Usa ed altri vertici di quel mondo “civile” di cui l’Italia si onora di far parte. Mi stupisco che molti si stupiscano del video, perché l’aborto in Italia è praticato da decenni, da persone che, come penso nel video, in giovane età non vogliono rinunciare alla esistenza che conducono. Pensate all’acclamato Fiorello che insultò i giovani adolescenti con una caricatura deprimente e poi propose loro come cosa civilissima, cui fare un monumento, l’uso del profilattico. Era in prima serata, e le telecamere andavano sulle facce divertite e assenzienti di molti giovanissimi ed anziani presenti nella sala. Pensate alla subdola pubblicità di un italiano famoso, Bruno Bozzetto, sull’incentivo della pillola. Questo video prodotto ed ideato in Italia è stato esportato in Germania per i giovanissimi. Penso che solo un trauma storico possa far tornare luce nelle menti delle persone. Scusate se lo dico, per l’ultima volta, l’Italia è una delle sedi di questo potere, io non ne ho alcuna informazione, ma è evidentissimo, basta ad esempio vedere la televisione dove 30 anni fa le reti private hanno esportato la tv americana (ad esempio drive in e quiz con giovani in costume da bagno per girare la casella luminosa di un tabellone) e la tv pubblica si è adeguata, facendo peggio. L’Italia non ha neppure cercato di elaborare il dramma storico del fascismo, ma ha fatto un voltafaccia per salvare il salvabile in una lotta partigiana che ha commesso altrettante atrocità e ha aperto le porte all’inculturazione perdendo la propria identità. L’Italia stessa non è nata dal basso, per un moto dei popoli che vivevano sul territorio italiano, ma dall’alto, ossia dai massoni piemontesi uniti alla massoneria francese ed inglese, che volevano eliminare, in un bagno di sangue (guerre risorgimentali e prima guerra mondiale), il Papato e il cattolico Impero Asburgico. Per l’Italia tutto nasce da li, anche l’aborto.

    http://youtu.be/ic4U7L4ouhQ

  • sinceramente non ce la faccio a guardare il video……il mio cuore piange insieme a Maria ke instancabilmente ci dice….Pregate,Pregate,Pregate !!!!!!!!!

  • Scusate, ma non riesco a vedere il video, ho letto solo l’articolo.
    Affidiamoci a Maria e affidiamo a Maria Santissima anche questa sua figlia Emily che, per ora, non sa quello che fa.

  • macchè se deve pure commentà sta cosa????? O.O????? Signore Gesù salvaci Tu!!!!!!!!!!!!!!!!!! E fai pure presto ti prego!!!!!!1111

  • preghiamo acciochè tutte le donne in difficoltà possano trovare un’altra via (quella della VITA e dell’AMORE per essa) per la soluzione dei loro problemi e non credano che l’aborto sia l’unica strada percorribile.
    Chiediamo aiuto a Maria per trovare le parole e le azioni giuste per evitare questo scempio.

  • Preghiamo affinchè la chiesa aiuti tutte queste ragazze in difficoltà insegnando loro oltre al catechismo cosa sia la sessualità umana e come possa essere prevenuto un aborto. Preghiamo per tutte queste persone scandalizzate e rassicuriamole che è meglio un Ospedale che l’aborto clandestino e preghiamo sempre che non succeda alle loro figlie. Amen

  • L’aborto è sempre qualcosa di traumatico, anche per una non credente. Io mi auguro che questi modelli sbagliati di scelta non vengano pubblicizzati mai più. Sarebbe piuttosto il caso di propagandare una procreazione responsabile per non correre poi il rischio di arrivare a questi punti.

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: