Annalisa Colzi
pro vita

Pro vita ecco perchè sono contro la contraccezione e matrimoni gay

Pro-vita

Quando sono diventata pro-vita, la soluzione per porre fine all’aborto sembrava piuttosto evidente: dare alla gente preservativi così che non ci fossero gravidanze accidentali.

Adesso, quando ci penso, rido sommessamente.

Ma, a quel tempo, aveva perfettamente senso.

Dovevo ancora capire la profonda relazione fra le questioni bioetiche che circondano il sesso, la procreazione e la persona umana.

La frase “tunica senza cuciture” per molte persone significa “coerente etica della vita”, una filosofia che mette sullo stesso livello questioni morali come aborto e eutanasia, guerra e povertà.

Vorrei proporre un diverso tipo di “tunica senza cuciture”: la tunica che abbraccia l’aborto, la contraccezione, la pornografia e l’alterazione della sessualità umana, sono tutte tessute insieme.

Generalmente, poco dopo che un paese legalizza e diffonde la contraccezione, legalizza l’aborto.

Perché?

La contraccezione può fallire, ma dà alle coppie l’impressione che sono “protette” dal naturale risultato del sesso, la prole.

Se la contraccezione fallisce, l’aborto è una scorta.

Perché le coppie scelgono la contraccezione prima?

Forse perché non sono sposate e non sono interessate ad un futuro a lungo termine insieme.

Perché hanno rapporti? Beh, perché no?

Forse la loro educazione sessuale, o i genitori, o gli amici e show televisivi preferiti o riviste e celebrità, gli hanno detto che il sesso è piuttosto insignificante. Se la pensi così, fai pure!

Naturalmente, queste lezioni non erano complete a meno che non includessero istruzioni su come eliminare al meglio le probabilità di gravidanza.

Ecco come sono fatti i bambini, ma niente paura, abbiamo un ottimo modo per impedire che ciò accada”.

E’ facile per chiunque abbia subìto anni di educazione sessuale alla scuola pubblica (o purtroppo, forse “cattolica”) immaginare persino che il sesso sia “sicuro” finchè prevede il preservativo o problemi ormonali?

No, ovviamente no. E non è colpa loro.

E’ qualcosa che hanno insegnato tutta la loro vita, qualcosa rafforzato dai media, dall’industria dell’aborto e da molti che pensano di fare del bene promuovendo la contraccezione.

E’ stato difficile per me comprendere che c’erano in realtà persone là fuori che fanno sesso senza alcuna forma di contraccezione di proposito.

(Sono grata a colui che ha parlato con me di contraccezione abbastanza a lungo da cambiare il mio punto di vista).

Tali persone, di solito, hanno imparato, da una solida base, da esperienza personale o da un amico o da un’esperienza amorosa, dal dolore e dal vuoto che così spesso accompagnano una visione sterile del sesso e della persona umana.

Sostanzialmente il mondo dice:

– La tua mente e il tuo corpo sono separati e non c’è un vero senso per il tuo corpo.

– E’ importante che il sesso sia privo di procreazione e consensuale.

– La contraccezione e l’aborto sono necessari per una società sessualmente attiva.

– Nessuno viene danneggiato se guardi una ragazza che sta facendo sesso, perché la stai solamente guardando sul tuo computer. Infatti, ciò è probabilmente meglio che uscire e farlo con qualcuno nella vita reale (e senza rischio di un’accusa di aggressione).

– Dal momento che il tuo corpo non ha alcun significato, non importa se ti castri o “sposi” qualcuno del tuo stesso sesso.

– Libertà significa avere il diritto di poter fare tutto quello che vuoi.

Tutte queste nozioni si sostengono l’un l’altra e ciascuna persiste perché le altre persistono.

Per esempio, la contraccezione, che tenta di eliminare lo scopo procreativo del sesso, alimenta l’aborto, la pornografia e le unioni dello stesso sesso.

Tutte rimuovono lo scopo procreativo del sesso in un modo o nell’altro.

La pornografia distorce il sesso, proprio come la sodomia e la contraccezione.

Innumerevoli matrimoni sono stati distrutti, i bambini sono stati derubati della loro innocenza, le ragazze e i ragazzi hanno subìto pressioni per fare cose sessuali che non volevano fare, i bambini abortiti e le anime profondamente ferite a causa di questa predominante ideologia.

L’antidoto è semplice: i splendidi insegnamenti della Chiesa Cattolica e il potere curativo dei Sacramenti.

Alla cultura mondiale dell’ideologia di morte, la Chiesa in sostanza risponde dicendo:

– Tu sei corpo e anima.

– Il sesso è bello, meraviglioso e così significativo.

– Tu sei fatto per amare ed essere amato, non per essere usato da qualcuno o da usare.

– Il tuo corpo è stato progettato per essere un dono. Dio ha fatto la fertilità per una ragione; non ha bisogno di essere occultata. Naturalmente il sesso deve essere consensuale – anzi, deve essere più di questo.

– L’aborto e la contraccezione non sono necessari per una società sessualmente attiva. Ma certamente aiutano nel rendere la società miserabile.

– Chiudendoci in noi stessi, ci allontaniamo da Dio. Non hai bisogno della pornografia per essere felice.

– Le tue orecchie sono per sentire. I tuoi piedi per camminare. Il tuo corpo è stato progettato per una ragione.

– Libertà è la capacità di scegliere cosa è buono e giusto.

Avvicinarci a comprendere questa “tunica senza cuciture” è un processo.

Molte persone lo iniziano col provare orrore all’ingiustizia dell’aborto e poi, gradualmente, iniziano ad esser d’accordo con gli insegnamenti della Chiesa su altre questioni.

Le credenze anti-aborto sono un portale che può condurre alla castità, a un maggior rispetto di sé e degli altri e all’autentica libertà umana.

Con la Grazia di Dio, possiamo realizzare che la Chiesa insegna quel che insegna perché è vero e perché vuole il meglio per l’umanità, quel che la cultura di morte insegna sono bugie perché vuole il peggio per l’umanità.

fonte: LifeSiteNews

Angela

Angela

Mi chiamo Angela e vivo a Mantova. Sono traduttrice, scrittrice e in certi ambiti artista. Dal 2011, sono testimone della presenza e dell’azione di Dio che, dall’inizio dei Tempi fino alla Fine di tutto, ha continuato, continua e continuerà a Convertire, Guarire, Liberare. Più il tempo passa e più mi rendo conto di essere figlia della Divina Provvidenza: se sono qui oggi, è solo grazie alla Sua costante presenza al mio fianco per accompagnarmi, sopra di me per proteggermi e davanti a me per guidarmi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli