Annalisa Colzi
Neymar

Neymar si dichiara 100% di Cristo e scoppia lo scandalo

pellegrinaggio a Medjugorje 28 settembre 2018

Dopo 2000 anni il nome di Cristo

scandalizza ancora

Questa volta l’ha davvero fatta grossa. Neymar si dichiara 100% di Cristo e a qualcuno la cosa non va proprio giù. Ma andiamo con ordine.

Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato un articolo sul tiratore di Dio, Giovanni Pellielo, che ha partecipato alle Olimpiadi vincendo l’argento. Pellielo, anche questa volta, non ha fatto mistero della sua profonda fede in Dio. Ogni tanto c’è chi proclama il proprio credo, senza preoccuparsi del contesto.

Neymar rischia di essere multato dal Comitato Olimpico Internazionale

Ma, mantre Pellielo può solo aver urtato la sensibilità di qualcuno, per Neymar da Silva Santos Júnior le cose rischiano di andare diversamente.

Neymar, il capitano della Nazionale di calcio Brasiliana, rischia di essere multato dal Comitato Olimpico Internazionale. Motivo? Ha indossato durante la premiazione per la vincita della medaglia d’oro, una fascia con la scritta “100% Jesus“.

Neymar

la Fifa aveva cancellato la scritta

Neymar aveva già indossato questa fascia durante l’assegnazione del Pallone d’Oro, nel gennaio di quest’anno. La Fifa, però, mandò in onda un video in cui il brasiliano appariva sì con una fascia sulla fronte, ma la scritta “100% JESUS” risultava abilmente cancellata.

Neymar non si è arreso e, in occasione della vincita, ha sfoderato nuovamente la sua fascia. Ha poi postato una foto su Instagram ribadendo che lui appartiene completamente a Cristo. Questo è stato il suo modo di ringraziare il cielo per il titolo vinto. Neymar ha accompagnato l’immagine con la frase: “toda honra e toda glória” (ogni onore e ogni gloria).

di Gesù non si sopporta più neppure il nome

Però, a quanto pare la cosa non è piaciuta alla COI che vuole, appunto, sanzionare l’atleta.

Quindi, fatemi capire: alle Olimpiadi si può parlare liberamente di orientamenti sessuali. Ci si può presentare in calzoncini e reggiseno, ma anche in tuta e burqa. Si può dire tutto e il contrario di tutto PERO’ NON SI PUO’ DIRE DI VOLER ESSERE COMPLETAMENTE DI CRISTO! Di Gesù non si sopporta più neppure il nome.

Sdrammatizza il sacerdote cattolico Augusto Bezerra  che ha commentato scherzosamente su Facebook:

“Che dire sulla protesta del CIO in merito alla fascia di Neymar che dice ‘100% Jesus’… Il CIO ci prova, ma è Gesù a vincere. Non capiscono ancora che Gesù è l’unico rimasto imbattuto in tutta la Storia. È Lui il vero vincitore. Ha fatto un ‘ippon’ al diavolo, poi una goleada all’inferno, ha saltato gli ostacoli della schiavitù e ci ha salvati, gettando nell’oblio il peso del peccato. No, non ha nuotato, ma ha camminato sulle acque. E ha vinto la gara che nessuno è mai riuscito a vincere: quella contro la morte. E vive, da allora, imbattuto! L’oro è di Cristo! “.

Commenta con facebook
Condividi:

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

libro sul mostro di firenze

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 18.880 altri iscritti

Segui l’Esercito di Maria su facebook

Facebook Pagelike Widget

La vita è una serie infinita di inizi.

l'arte di ricominciare

Segui Annalisa su facebook

Facebook Pagelike Widget

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 18.880 altri iscritti

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

WhatsApp LogoContattaci su Whatsapp