PREGHIERE

I dolori di Maria? Da essi scaturiscono tante grazie

I dolori di Maria,  sono una vera fonte di grazie. La Madre di Dio ha sofferto dolori che nessuno di noi potrebbe sopportare. Ma più che la diversità dei dolori, è il modo di come li ha sofferti che aumenta il loro grande valore. Senza ribellione, senza mai lamentarsi ma accettandoli, e unendosi ad essi, è divenuta la Corredentrice. I dolori di Maria sono come una dolce pioggia di grazie di primavera.

Molti cadono nell’errore dicendo: Vabbè la Santa Vergine ha sofferto bene perchè è la Madonna, la Madre di Gesù. No, amici, Maria ha sofferto come una comune mortale, come una ,mamma che le ammazzano il figlio dinanzi ai suoi occhi. Ha sofferto come una donna che vede il proprio figlio massacrato, odiato, calunniato, tradito, appeso ad un legno di croce con dei grossi chiodi. Maria, ha sofferto ma ad ogni lacrima che cadeva, innalzava al Signore una lode, una preghiera e soprattutto rinnovava il suo FIAT VOLUNTAS TUA.

Maria ha continuato a dire “Avvenga di Me secondo la tua parola”.  Ecco perchè i suoi dolori sono fonte di grazia per noi. Mi piace immaginare le grazie come gocce che cadono dal cielo. Gesù ci ha salvato con gocce del suo sangue. Maria Corredentrice ha partecipato con le gocce delle sue lacrime.

I dolori di Maria spesso vengono dimenticati, vengono messi da parte o addirittura non vengono per niente ritenuti. Invece sono talmente preziosi agli occhi di Dio, che tutto concede a chi si appella a tali dolori. Ecco una bellissima preghiera per chiedere grazie impossibili appellandoci ai dolori di Maria.

Preghiera ai dolori di Maria

Maria, io mi appello al dolore che provasti quando presentando Gesù bambino al tempio il profeta Simeone disse: “Una spada ti trafiggerà il cuore”,  per tutta la vita tu hai portato nel cuore questo dolore, questa paura. In virtù di questo dolore io ti chiedo di intercedere presso Dio affinché mi conceda la grazia….(chiedere la grazia di cui si ha bisogno) che umilmente imploro. Ave Maria…..

Maria, io mi appello al dolore che provasti quando scappasti con Giuseppe in Egitto per salvare il Bambino Gesù dalle mani di Erode. In virtù di questo profondo dolore che provasti io ti chiedo d’intercedere presso Dio affinché mi conceda la grazia….(chiedere la grazia di cui si ha bisogno) che umilmente imploro. Ave Maria…..

Maria, io mi appello al dolore che provasti quando smarristi Gesù, tre giorni di agonia profonda ma anche di abbandono totale, di speranza viva. In virtù di questo dolore io ti chiedo di intercedere presso Dio  affinché mi conceda la grazia….(chiedere la grazia di cui si ha bisogno) che umilmente imploro. Ave Maria…..

Maria, io mi appello al dolore che provasti quando incontrasti Gesù sul calvario sotto il peso della croce. Avresti voluto sollevare quel peso sulle spalla di Gesù ma con uno sguardo d’amore rinnovasti il tuo Sia fatta la volontà di Dio. In virtù di questo dolore io ti chiedo di intercedere presso Dio  affinché mi conceda la grazia….(chiedere la grazia di cui si ha bisogno) che umilmente imploro. Ave Maria…..

Maria, io mi appello al dolore che provasti quando vedesti Gesù morire in croce. In quel momento il dolore era enorme, insuperabile, eppure eri lì ai piedi della croce. In virtù di questo dolore io ti chiedo di intercedere presso Dio  affinché mi conceda la grazia….(chiedere la grazia di cui si ha bisogno) che umilmente imploro. Ave Maria…..

Maria, io mi appello al dolore che provasti quando ti fu posto Gesù morto tra le braccia. In quel momento la spada ti trafisse il cuore. In virtù di questo immenso dolore io ti chiedo di intercedere presso Dio  affinché mi conceda la grazia….(chiedere la grazia di cui si ha bisogno) che umilmente imploro. Ave Maria…..

Maria, io mi appello al dolore che provasti quando il corpo di Gesù fu posto nel sepolcro. Oh quanto dolore provasti nel vedere il corpo del tuo bambino, del tuo figlio unigenito chiuso in un freddo sepolcro, solo e inerme. In virtù di questo dolore io ti chiedo di intercedere presso Dio  affinché mi conceda la grazia….(chiedere la grazia di cui si ha bisogno) che umilmente imploro. Ave Maria…..

Commenta con facebook
Tag

Articoli correlati