Gesù eucaristia Ostia nel cuore
RIFLESSI DI LUCE

Gesù Eucaristia deve vivere dentro di noi

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Gesù Eucaristia è il cuore della nostra cristianità. Senza Gesù Eucaristia saremmo niente come un palazzo senza fondamenta. Eppure oggi con quanta tristezza vedo chiese profanare l’Eucaristia. Con quanta tristezza e rammarico vedo gente parlare in chiesa come se stesse in piazza. Più fai segno di tacere e più parlano fregandosene del tuo ammonimento. Questo è il cristiano medio!

scopri il tuo pacchetto di natale

La Madonna nell’ultimo messaggio dato a Mirjana ci dice;

…io L’ho portato dentro di me, l’ostia nel cuore…

Maria parla di Ostia, perchè Gesù è Ostia nel cuore. Ostia vuol dire vittima, sacrificio e ciò che accade sull’altare è il rinnovo del sacrificio, della croce per tutti noi. Dovremmo andare dinanzi al sacerdote che distribuisce l’Eucaristia, con le lacrime agli occhi. Si amici, dovremmo piangere di dolore, per il sacrificio doloroso che Gesù ha dovuto subire e che continua a rivivere per noi, e allo stesso tempo dovremmo piangere di commozione, per questo grande amore che ha per noi miserabili creature.

Che bellissima parola usa la Madre “Ostia nel cuore”. Anche noi abbiamo questa fortuna di avere l’Ostia nel cuore, ogni volta che ci comunichiamo. Gesù è lì presente, lì vivo, vero! Risvegliamo questa nostra fede dormiente, o addirittura morta e sepolta e chiediamo alla Vergine Santa di risvegliarla in noi. Affinchè non vediamo più un pezzo di pane ma sentiamo pienamente la presenza del Salvatore.

Dio ci vuole felici con Lui

Maria ha poi detto queste parole che se le meditiamo, non possiamo che gioire ed entusiasmarci:

Il Padre Celeste ha creato l’uomo per la felicità eterna

Questo significa che Dio ci ama e che vuole vederci salvi ad ogni costo, ma non solo salvi, ma felici un giorno con Lui nel Suo Regno beato. Noi cari amici siamo la creatura per eccellenza, la creatura che Dio ama follemente, la creatura che pur avendo peccato in modo grave, è stata riscattata con il sangue dell’Agnello di Dio. Non lasciamoci dunque prendere dalle debolezze facilmente, e se disgraziatamente ciò dovesse accadere, ricordiamoci dell’immenso amore di Gesù Cristo, vittima per noi ogni giorno su tutti gli altari del mondo… Ricordiamoci le parole della nostra Mamma Maria:

L’amore è quello che apre le porte del Paradiso.

Amiamo, amiamo, amiamo ancora. Nessuno mai è stato rimproverato perchè ha troppo amato. L’amore brucerà le nostre colpe, dissiperà i nostri mali, le nostre cadute. Alziamoci ora! Non pensiamoci due volte eliminiamo ogni grave peccato, attraverso il sacramento della riconciliazione (confessione). Lì, in quel confessionale, inizierà la nostra nuova vita, la vera vita, quella a cui Dio ci chiama a vivere già su questa terra; una vita fatta di pace, di amore, di fede, fatta di Gesù e di Maria.

Abbiamo bisogno di una torcia

Non commettiamo però l’errore di fidarci troppo di noi stessi. Dobbiamo fidarci solo di Dio. Dobbiamo dunque pregare, pregare e pregare, ogni giorno mantenere l’impegno della preghiera quotidiana, ancor meglio se riusciamo a partecipare alla Santa Messa ogni giorno. Maria infatti riguardo la preghiera ha detto:

Figli miei, anche quando cercate di vivere le parole di mio Figlio, voi pregate.

Pregare quindi vuol dire anche metterci in ascolto della Parola di Gesù, viverla pienamente nel nostro cuore e nella nostra vita.

Ugo
Sono la conferma che Dio sceglie lo scarto del mondo per confondere i sapienti e i superbi. Sono la conferma che Dio usa misericordia con chi accetta di essere sconfitto dal Suo Amore.

Ti potrebbe piacere anche

I commenti sono chiusi.