Annalisa Colzi
bambola

E ora? Che ne sarà di Angélica Kenova? Storia di una vita rovinata

di Sabina Cantoni Tognetti

Chi è Angélica Kenova? E’ una ragazza russa di 26 anni figlia di una coppia di genitori che, sin da piccola, l’ha trattata come una bambola; sottoposta a diete ferree e ad un costante esercizio fisico mirato a renderla identica al loro ideale di perfezione estetica.

I genitori la volevano bella come una Barbie. Con gli occhioni azzurri, i capelli biondi lunghi e il vitino da vespa accentuato dal seno prosperoso e così è stato; Angélica Kenova adesso è il risultato perfetto della strategia di bellezza messa a punto da una mamma e da un papà particolarmente ossessionati da un ideale estetico fatto di plastica.

Vive in Russia questa 26enne dall’aspetto così artefatto da sembrare finto; sotto lo stesso tetto di coloro che hanno condizionato la sua vita stabilendo cosa e quanto dovesse mangiare secondo una dieta tenuta segretissima per farla restare nel peso ‘giusto’; affidandola ad un personal trainer che ha ideato per lei una serie di esercizi per tonificare i glutei e affinare ancora di più il girovita che misura appena 50 centimetri.

Anche i vestiti indossati sono il frutto della meticolosa e insindacabile scelta della mamma Natalia, dal cui vaglio passa quindi ogni singolo episodio della sua esistenza, anche quello riguardante amicizie e potenziali fidanzati. La modella, che sostiene di essere anche una psicologa infantile, posa spesso per servizi fotografici cosiddetti “concettuali” perché enfatizzano la sua incredibile somiglianza con la famosa bambola e il suo sogno è quello di diventare una coniglietta di Play Boy.

“I miei genitori mi hanno cresciuta come una principessa e non mi lasciano uscire; avere appuntamenti con i ragazzi e fare le esperienze che si fanno alla mia età” ha raccontato Angelica al ‘MailOnline’. Però, come bizzarro paradosso, approvano le sue foto seminuda che l’hanno aiutata a conquistare i social e che le hanno fatto ammettere: “Io non sono fatta per la vita reale, sono come una bambola vivente”.

Angelica nega di essersi sottoposta a interventi chirurgici. Si vanta di avere l’aspetto e le stesse ‘proporzioni’ della Barbie; senza aver mai ricorso ad aiutini che, dice, servano solo in casi estremi.

http://www.today.it/donna/angelica-kenova-cresciuta-barbie-genitori.html

barbie 2

foto da http://www.noticiascaracol.com/entretenimiento/angelica-la-nueva-barbie-humana-asegura-no-estar-operada

Ma cosa potrebbe cambiare ora nella vita di Angélica? Cosa è accaduto? Finalmente i genitori sono rinsaviti? No! Cambia che dopo 57 anni di successi, incrinati solo di recente con il boom dei giochi elettronici e di nuove bambole, Mattel intraprende il cambiamento piu’ rivoluzionario nella vita di Barbara Millicent Roberts, Barbie.

E lancia tre nuove versioni per tutti i gusti. ‘petit’ (minuta), ‘tall’ (alta) e ‘curvy’ (formosa), con taglie e dimensioni piu’ realistiche. Ma non e’ tutto. Perche’ ognuna sara’ disponibile con diverse tonalita’ del colore della pelle e tantissime acconciature; con capelli corti o lunghi, ricci o lisci. In passato l’azienda e’ stata a lungo criticata per le proporzioni non realistiche del corpo della famosa bambola. La quale rappresentava un canone di bellezza legato ad una figura femminile troppo magra che poteva diffondere un messaggio sbagliato per le bambine (o per i genitori delle bambine!).

E cosi’ ha deciso di dare il via ad un cambiamento radicale. «Siamo convinti di avere la responsabilità nei confronti di ragazze e genitori di riflettere una visione più ampia della bellezza», ha spiegato Evelyn Mazzocco, vice presidente e global manager di Barbie. Mentre il chief operating officer Richard Dickson ha precisato: «Barbie riflette il mondo che le ragazze vedono intorno a loro». «La sua capacità di evolvere e di crescere con i tempi – ha continuato – pur rimanendo fedele al suo spirito, è fondamentale» per il successo del giocattolo.

http://www.ilgazzettino.it/lealtre/barbie_umana-1513709.html

 

nuova barbie

foto da http://www.corriere.it/cronache/16_gennaio_28/barbie-perfetta-normale-ecco-versioni-formosa-minuta-d820e03e-c5ae-11e5-b3b7-699cc16119c2.shtml

Bella notizia no? Finalmente, se lo desidera, e se i suoi genitori glielo permetteranno, Angélica potrà essere se stessa. Ma forse potrebbe essere troppo tardi. Abbandonare questa vita da “principessa” vorrebbe dire scontrarsi con la dura realtà. Angélica dice di non essere fatta per una vita reale. Si definisce, infatti, una bambola vivente. Che tristezza!!!! Comunque ci terrei a rassicurare i genitori; immagino si trovino ora nella confusione più totale, a causa di questo inaspettato scherzetto della Mattel; informandoli del fatto che anche la nuova Barbie preferisce avere tante amiche intorno piuttosto che il fidanzato Ken. Quest’ultimo pare sia stato infatti messo da parte. Quindi niente paura, è tutto sotto controllo. Angélica non vi chiederà di uscire con un ragazzo, ci mancherebbe pure questa!!!

Foto iniziale da http://www.cosmopolitan.co.uk/entertainment/a35957/human-barbie-doll-angelica-kenova/

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

5 commenti

Rispondi

  • Quanta tristezza…….
    da storie come queste nascono i gravi problemi che affliggono moltissime/i adolescenti della sociaetà civilizzata(?) : anoressia e bulimia
    Affidiamoci a Dio…SOLO a Lui.
    grazie Annalisa
    a Milano sei stata GRANDEEEEEEEEEE
    Vittoria

  • La Casa produttrice della bambola ha fatto sempre in modo di far assomigliare la barbie ad una ragazza vera…..e certa gente cerca di far assomigliare una ragazza vera ad una bambola….robe da non credere! Esistono pure persone che si sottopongono a innumerevoli interventi di chirurgia estetica per assomigliare a qualcuno o a qualcosa….i medici che si prestano sarebbero da denunciare. Prima si manda la persona da uno psicologo per capire se le richieste fatte sono frutto di un’ossessione o una malattia mentale….ma il dio denaro resta sempre l’unico scopo da perseguire. CHE TRISTEZZA!!!!!

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: