Annalisa Colzi
nuovo libro di Papa Francesco quando pregate dite padre nostro

Come pregare davanti al Santissimo

bracciale ave maria

DOMANDA:

Ciao Annalisa, da quando sono tornata da Medjugorje vado volentieri all’adorazione eucaristica nella mia parrocchia. Qui non ci sono guide, per cui ti chiedo come pregare, diciamo che di solito ho circa un’ora di tempo.

grazie pace e bene

Silvia

RISPOSTA:

Carissima Silvia, nel leggere questa tua richiesta subito mi è tornato in mente l’episodio del contadino che si racconta nella vita del Santo Curato d’Ars. Eccolo: “Un contadino che, ogni giorno e alla stessa ora, entrava nella chiesa parrocchiale, e si sedeva nell’ultimo banco. Non aveva libri di preghiere con sé perché non sapeva leggere; non aveva tra le mani nemmeno la corona del rosario. Ma ogni giorno, alla stessa ora, arrivava in chiesa e si sedeva nell’ultimo banco…e guardava fisso il Tabernacolo. San Giovanni Maria Vianney, incuriosito da quel modo strano di fare, dopo aver osservato quel suo parrocchiano per qualche giorno, gli si avvicinò e gli chiese: “buon uomo…ho osservato che ogni giorno venite qui, alla stessa ora e nello stesso posto. Vi sedete e state lì. Ditemi: cosa fate?”. Il contadino, scostando per un istante lo sguardo dal Tabernacolo rispose al parroco: “Nulla, signor parroco…io guardo Lui e Lui guarda me”. E subito, riprese a fissare il Tabernacolo. Il santo Curato d’Ars descrisse quella come una tra i più alti segni di fede e di preghiera”.

Capisco però che non è sempre facile trascorrere una intera ora in questa maniera.

Secondo me, in questa ora potresti: invocare lo Spirito Santo, dire il Santo Rosario, Ringraziare Gesù per il dono meraviglioso del suo Sangue e del suo Corpo e poi leggere qualcosa di spirituale, magari la vita di qualche santo. Il Diario di Santa Faustina credo che aiuterebbe molto ad entrare nel Mistero dell’Eucaristia.

Spero di esserti stata di aiuto e grazie per questo dono che fai a Gesù e da cui ricaverai tanta consolazione.

Il Signore ti benedica

Annalisa

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

il mio cuore trionferà

Prossimo Pellegrinaggio Medjugorje

Capodanno Con MariaDic 29, 2017
300 ore.

Iscriviti per ricevere gratis i miei articoli

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Unisciti a 18.574 altri iscritti

Seguici su facebook

Per capire come manipola la mente una setta

michelle huzinker

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Una fedeltà senza fili, che unisce un piccolo esercito di mendicanti

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

misericordina rosario dell'anima

Seguici

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli