ARTICOLI

I comandamenti di Dio ci indicano la strada giusta da seguire

I comandamenti di Dio contengono i doveri che abbiamo verso di Lui, verso il prossimo e verso noi stessi. Queste leggi morali sono conformi alla retta ragione e si possono osservare con la buona vo­lontà e con l’aiuto della Grazia divina.

Molti vedono nei comandamenti di Dio una vera imposizione, una forma di dittatura. Ma è proprio così? No! I comandamenti di Dio sono in realtà quelle leggi se così vogliamo definirli che ci aiutano a poter vivere bene, vivere nella pace, nella gioia e nella serenità. I comandamenti di Dio quindi non sono imposizione ma una regola di vita che ci conduce alla felicità. Prendiamo un esempio lampante:

Il comandamento “Non rubare”

Questo è il settimo comandamento che proibisce l’appropriazione inde­bita della roba altrui ed il recare danno ai beni materiali del prossimo. Come vedete è un comandamento che in realtà seppure non ci fosse stato imposto da Dio, sarebbe comunque stata una regola di vita. A chi piace essere derubato delle proprie cose? A nessuno! Quindi non è un imposizione ma una vera e propria legge per poter vivere serenamente.

Purtroppo la natura umana, ferita dalla colpa ori­ginale è inclina al male quindi soggetta alla cupidigia della ricchezza che abita nel cuore umano ed è una passione molto pericolosa, perché potrebbe spingere al furto ed anche al de­litto.

Ogni comandamento se lo andiamo ad analizzare è una legge che esiste dentro di noi. Se la trasgrediamo, ci sentiamo in colpa (sempre se non abbiamo ucciso la nostra coscienza). Quindi come possiamo vedere, Dio non è un tiranno e tantomeno un dittatore. Dio è la VIA  e attraverso i suoi comandamenti ci indica la via da seguire per essere felici. Dio è la VERITA’ perchè nella sua legge noi ritroviamo la vera vita, se invece non la rispettiamo, viviamo male e cadiamo nella falsità e nella menzogna. Dio è la VITA, quella vita che otterremo e vivremo pienamente, solo se la Sua legge la facciamo nostra. Se rispettiamo i comandamenti di Dio, rispettiamo noi stessi e il nostro prossimo.

Commenta con facebook
Tags

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

Articoli simili