Annalisa Colzi

Padre Pio confessa il diavolo

Uno sconcertante episodio

Padre Pio confessa il diavolo

E’ davvero sconcertante episodio in cui padre Pio confessa il diavolo. L’episodio è narrato da padre Tarcisio da Cervinara. Il confratello del santo racconta: “Il Padre usava dire che il diavolo è una creatura cattiva, malvagia, perfida costituzionalmente, ma resta sempre un angelo decaduto, perciò dotato di un’intelligenza superiore a quella degli uomini, anche se pervertita.

Il Serafino di Pietrelcina ebbe modo di sperimentare tale intelligenza, subdolamente sottile. E la sperimentò in un modo del tutto singolare.

un signore dai modi garbati e gentili

Satana un giorno si è “confessato” da Padre Pio! Il Padre, dopo una mia pressante richiesta, mi ha raccontato come erano andate le cose: “Una mattina, mentre stavo confessando gli uomini, mi si presenta un signore alto, snello, vestito con una certa raffinatezza e dai modi garbati, gentili. Inginocchiatosi, questo sconosciuto incomincia a palesare i suoi peccati che erano di ogni genere contro Dio, contro il prossimo, contro la morale, tutti aberranti.

Mi colpì una cosa: per tutte le accuse, dopo la mia riprensione, fatta adducendo come prova la parola di Dio, il Magistero della Chiesa, la Morale dei Santi, questo enigmatico penitente controbatteva le mie parole giustificando, con estrema abilità e con ricercatissimo garbo, ogni genere di peccato, svuotandolo di qualsiasi malizia e cercando allo stesso tempo di rendere normali, naturali, umanamente indifferenti tutti gli atti peccaminosi.

E questo non solo per i peccati raccapriccianti contro Dio, Gesù, la Madonna, i Santi, che indicava con perifrasi irriverenti senza mai nominarli, ma anche per i peccati che erano moralmente tanto sporchi e rozzi da toccare il fondo della più stomachevole cloaca.

Di’ viva Gesù, viva Maria!

Le risposte che questo enigmatico penitente dava di volta in volta alle mie argomentazioni, con abile sottigliezza e con ovattata malizia, mi impressionavano. Tra me e me, interrogandomi, dicevo: “Chi è costui? Da che mondo viene? Chi sarà mai?”. E cercavo di fissarlo bene in volto per leggere eventualmente qualcosa tra le pieghe del suo viso; e allo stesso tempo aguzzavo le orecchie ad ogni sua parola in modo che nessuna di esse mi sfuggisse per soppesarle in tutta la loro portata.

Ad un certo momento, per una luce interiore vivida e fulgida, percepii chiaramente chi era colui che mi stava dinanzi. E con tono deciso ed imperioso gli dissi: “Di’ viva Gesù, viva Maria!”.
Appena pronunziati questi soavissimi e potentissimi nomi, Satana sparisce all’istante in un guizzo di fuoco, lasciando dietro a sé un insopportabile fetore”.

Tarcisio da Cervinara, “Il diavolo nella vita di Padre Pio”, pp. 47-48

Da restare senza parole: Padre Pio confessa il diavolo, davvero!

 

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

8 commenti

Rispondi

  • La confessione del diavolo,con la relativa sistematica giustificazione della normalità dei comportamenti più iniqui,profetizzano i tempi di oggi.Vedi,ad esempio,il documento”Standard per l’EducazioneSessuale in Europa”,emesso dall’Ufficio Regionale per l’Europa dll’OMS e BZgA,che rende”NORMALE”lo STUPRO dei ragazzi,iniziando dai piccoli della Scuola dell’Infanzia,con il Programma Gender che vorrebbero OBBLIGATORIO nella Scuola di ogni ordine e grado,RENDENDO TRASGRESSIVI E PUNIBILI chi vive nella VERITÀ ,e dice che il BIANCO È BINCO e il NERO È NERO…

  • molto interessante da far leggere a tanti sacerdoti che non vogliono sentir parlare di Satana ,di benedizioni ee esorcismi VIVA GESU’ E MARIA !!!!!

  • Conosco un pò i tranelli di satana da diversi anni ed è per questo che quando parlo con persone conosciute e non, stò sul chi vive specialmente se si parla di religione, sono molto attento e alla fine poi tronco i discorsi e mi allontano,comunque la battaglia è lunga e stanchevole perchè anche in casa alla volte si fa sentire in vari modi,però lo combatto con il rosario e l’esorcismo di papa Leone, ed i sacramenti, speriamo di farcela e resistere fino in fondo…..!!!!
    Un caro saluto

  • Visto che siamo in tema di confessioni ne faro’ una anche io… Mi avrebbe fatto piu’ piacere se il tale di cui sopra fosse stato sconfitto con altrettante e piu’ corrette controargomentazioni… Ma forse e’ solo la mia visione utopistica di credere che anche cio’ che e’ bello vada comunque spiegato e argomentato. Vista la sempre piu’ debole ricerca della fede da parte della societa’ credo che il “viva Gesu'” non basti piu’. La bellezza e l’importanza di quello che racchiude questa semplice esortazione andrebbe spiegata e mostrata per fare in modo che si possano avere le argomentazioni necessarie per poter scegliere quale strada intraprendere ad ogni bivio della nostra vita. E sopratutto cerchiamo di essere l’esempio pratico di quello che esterniamo con le parole. Fraternamente, Jean.

  • Veramente interessante. Concordo con chi ha detto che sembra – ed è realmente – un’anticipazione del tempo e dei comportamenti attuali. Si giustifica sempre, nel nome di satana (lo si sappia o no), qualsiasi perversione e malvagità. Ripeto, qualsiasi aberrazione, anche quella più evidente, ostentata perfino come nobile conquista del progresso umano e civile. Se non è satanico e profondamente abietto tutto ciò, non saprei cos’altro lo sia…

  • E padre Pio ha risposto in un modo che questo puzzone astuto non si aspettava, VIVA GESU’, VIVA MARIA !!! Basta un Santo, uno solo, a mettere in fuga l’inferno intero…

  • Chi volesse contrastare il demonio sul piano delle argomentazioni intellettualistiche risulterebbe sconfitto e deriso. Solo attingendo alla Parola di Dio si vince! Anche Gesù alle tentazioni del demonio rispose con la Parola di Dio che si eleva di mille miglia sull’intelligenza umana tanto che nemmeno siamo in grado di comprenderne appieno il senso e l’efficacia che invece ben percepisce il maligno e fugge via!

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: