Annalisa Colzi

Polvere sei e polvere tornerai

La Quaresima ci ricorda “Polvere sei

e polvere tornerai”

Questo è il messaggio perno di tutta la quaresima: polvere tornerai. Davanti a questa certezza è necessario approfittare di questo momento, per compiere atti concreti di conversione.

La Quaresima è un tempo di conversione, di rinuncia, di grazia.

E’ un periodo in cui è opportuno guardare in noi stessi per ritrovare quel seme divino presente e operante da sempre nel nostro cuore.

Per risvegliare questo amore verso Dio è cosa buona utilizzare al meglio questo periodo pre-pasquale.

Ho pensato di condividere con voi tre messaggi sulla Quaresima che la Madonna di Medjugorje ha dato in tutti questi anni. Condividerne soprattutto i contenuti e cercare di metterli in pratica.

Preghiera – Rinuncia – Fioretti

Alla luce di “polvere tornerai” sono tre le cose che potremmo fare in questa Quaresima, oltre alla rinuncia della carne il mercoledì e il venerdì: Preghiera – Rinuncia – Fioretti

Certamente la preghiera più alta, se vogliamo chiamarla preghiera, è la Santa Messa. Mercoledì e venerdì potrebbero essere i due giorni feriali in cui vivere questo Mistero così grande. Due giorni in più, oltre la domenica, da dedicare al Signore, o meglio da dedicare alla nostra anima.

Poi ci possiamo inserire un bel Rosario quotidiano e due volte alla settimana potremmo farlo così come ci insegna la Vergine Maria, mentre gli altri giorni a nostro piacimento.

desidero che il sabato durante la quaresima preghiate i misteri dolorosi del rosario

“Poiché siamo in Quaresima e voi siete già introdotti nell’esame spirituale, è bene che esaminiate un po’ voi stessi e la vostra vita.

Vi ho già detto che desidero che il sabato durante la quaresima preghiate i misteri dolorosi del rosario. Lo pregherete così come vi dirò io stasera. Pregate dapprima il Credo. Poi la giaculatoria “O Gesù mio, perdona le nostre colpe…”. Quindi annunziate il mistero e meditate in questo modo:

Al primo mistero pregate per voi stessi, ciascuno per sé, e riflettete sulla vostra vita, cercando di cogliere ciò che deve essere cambiato in voi perché Gesù possa sudare meno a causa dei vostri peccati.

Nel secondo mistero pregate per la persona a voi vicina con la quale pensate di vivere spiritualmente questo tempo quaresimale e meditate per trovare ciò che potete fare insieme perché Gesù venga meno flagellato a causa dei peccati che si commettono nel vostro ambiente.

Al terzo mistero pregate per la vostra famiglia e riflettete su che cosa potete fare e cambiare nella vostra famiglia perché Gesù possa soffrire meno la dolorosa coronazione di spine causata dai peccati delle famiglie di oggi.

Al quarto mistero pregate per la vostra parrocchia e meditate su ciò che potete fare come comunità parrocchiale per poter prendere un po’ delle sofferenze e della croce di Gesù e così partecipare con lui alla salvezza del mondo.

Nel quinto mistero pregate per tutta l’umanità e meditate su ciò che potete fare affinché nel mondo vi siano meno peccati e il segno della croce, sulla quale è morto Gesù, sia innalzato e riconosciuto da tutti come segno di salvezza” (Messaggio del 28 febbraio 1985 dato al gruppo di preghiera).

televisione spenta

E poi… una bella rinuncia per tutta la quaresima: Televisione spenta.

Cari figli, questa Quaresima è per voi uno speciale stimolo al cambiamento di vita. Cominciate fin da questo momento! Spegnete il televisore e lasciate in disparte le varie cose che non sono utili per voi. Cari figli, vi invito alla conversione individuale. Questo tempo è per voi! Grazie per aver risposto alla mia chiamata! (13 febbraio 1986).

Ed infine… qualche fioretto, così come ci insegna la Gospa.

offrite piccoli sacrifici

Cari figli, oggi vi invito a vivere la Quaresima con i vostri piccoli sacrifici. Grazie per ogni piccolo sacrificio che avete offerto a me. Cari figli, vivete così anche in avanti e con l’amore aiutatemi ad offrire il sacrificio. Dio ve ne darà il premio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata! (13 marzo 1986).

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

3 commenti

Rispondi

  • So perfettamente cosa mi piace e cosa mi dispiace fare : pregare il Rosario per me è una gioia, una consolazione. Anche se lo prego in ginocchio, nella mia stanza (leggi : in santa pace), non mi costa affatto, anzi, rimane sempre un bellissimo momento, perchè so che la Signora è davanti a me, che mi guarda e che mi ascolta. Lo stesso per la Santa Messa e per la Liturgia delle Ore….che fare allora ? Pierpaolo tu lo sai benissimo cosa ti costa fare : se il mercoledì e venerdì mi privo della colazione, a mezza mattinata mi viene la nausea, sudo freddo e vedo le ‘mosche bianche’. Mia Signora, io sono un debole e un buono a nulla, facciamo così, se tu vuoi : berrò il caffè amaro per tutta la Quaresima e giusto qualche biscotto, per arrivare al pane e l’acqua del pranzo e così nel pomeriggio, un caffè amaro e qualche biscotto. Se sono con le figlie e la moglie a tavola non farò il fariseo e mangerò la pasta con loro (io molto meno e senza condimento o giusto un ‘odore’), e mi priverò ( lo faccio volentieri per Te, Signore ! ) di salumi e carne per tutta la Quaresima (tranne la Domenica, che è Il giorno della Resurezione, anche in Quaresima). Loro mangeranno il secondo in pace e io mi arrangerò con un pezzetto di formaggio e un pò di insalata. Sicome sono un monello e fumo, la prima sigaretta della giornata (quella che desidero di più) la procrastinerò il più a lungo possibile e cercherò di procrastinare tutte le altre. Ma il sacrificio più grande è che terrò a bada la lingua, perchè sono un gran chiacchierone e spesso sproloquio…lo stesso sarà con i pensieri che ‘etichettano’ le persone e gli eventi : farò di tutto per non ‘incasellare’ nessuno nei miei parametri e gli eventi, belli o brutti, cercherò di guardarli con gli occhi del Signore.
    Dammi la forza Tu Signore, perchè oltre che debole sono anche un gran fifone e, fino ad oggi, mi hai risparmiato la Croce, la mia Croce, quella che da qualche parte nello spazio/tempo futuro mi aspetta. Dammi la forza, adesso, perchè quando arrivarà il momento, io sappia abbracciarla e amarla con tutto me stesso. Signora Maria, mia Regina e Padrona, proteggi e sostieni questo servo inutile e insegnagli ad esserti almeno gradito. Voglio con tutte le mie forze essere il tuo gingillo mia Signora, inutile, ma gradito.
    Il Signore vi dia pace.

  • Propongo: tra le intenzioni di quaresima, di inserire l’istruzione,
    siamo molto carenti riguardo la conoscenza della nostra religione, lo dicono le ricerche.Conoscere è necessario per confrontarci nel modo migliore.

  • caro Pierpaolo , che splendide parole e che meravigliosa testimonianza di Fede !
    le tue parole mi hanno commossa e mi hai dato tanti spunti “d’Amore”
    grazie ancora e Santa Quaresima !
    Giovanna

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: