PAPA FRANCESCO

Il vero Dio è amore umile che non ama a parole ma ci dà la vita in silenzio

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il vero Dio è amore, e non come lo è l’uomo a parole… Dio ci dona la vita in silenzio…queste sono le bellissime parole del sommo Pontefice.

Come tanti si chiedono nei momenti difficili e di tragedia: Dove è Dio in questo momento? Perché non ci aiuta? Sono domande leciti, e che l’uomo si pone quando si trova nella sofferenza più assoluta, nella disperazione e nello sconforto. DOV’E’ DIO? ECCO COSA RISPONDE PAPA FRANCESCO:

Dio è sulla croce! Ed è proprio il Crocifisso che dobbiamo guardare, e con l’ausilio del Vangelo capiremo che Dio “è Colui che non punta il dito contro qualcuno, neppure contro coloro che lo stanno crocifiggendo, ma spalanca le braccia a tutti; che non ci schiaccia con la sua gloria, ma si lascia spogliare per noi; che non ci ama a parole, ma ci dà la vita in silenzio; che non ci costringe, ma ci libera; che non ci tratta da estranei, ma prende su di sé il nostro male, prende su di sé i nostri peccati.

Papa Francesco Udienza 8 aprile, 2020

Ecco dove sta il vero Dio quando il popolo soffre, quando una persona attraversa un momento difficile, è sulla croce. Come dice il Papa, ha le braccia aperte per accoglierci ma attenzione, le sue braccia sono aperte e inchiodate. Ciò significa che dobbiamo noi fare il gesto di abbracciarlo, Lui ci accoglie con le braccia aperte, noi dobbiamo stringerlo rispondendo alla sua accoglienza. Francesco poi continua dicendo:

…dai fatti raccontati nel Vangelo sappiamo che la folla, dopo averlo osannato, lo abbandona, perché si aspettava un Messia forte e invincibile

Invece Gesù vero Dio era l’opposto: “quando la gente vuole farlo re, ad esempio dopo la moltiplicazione dei pani, Egli se ne va ( Gv 6,15). E quando i diavoli vogliono rivelare la sua maestà divina, Egli li mette a tacere ( Mc 1,24-25). […] non vuole essere frainteso, non vuole che la gente confonda il Dio vero, che è amore umile, con un dio falso, un dio mondano che dà spettacolo e s’impone con la forza. Non è un idolo.

E la Sua morte e resurrezione ci danno una speranza:

 “ha guarito il nostro peccato col suo perdono, ha fatto della morte un passaggio di vita, ha cambiato la nostra paura in fiducia.”

Papa Francesco Udienza 8 aprile, 2020

La frase che colpisce e che racchiude tutto il suo discorso è: HA CABIATO LA NOSTRA PAURA IN FIDUCIA...quindi nei momenti bui, nei momenti tristi, nei momenti di sconforto, di dolore e grande sofferenza, DOBBIAMO ABBRACCIARE IL SIGNORE SULLA CROCE E STRINGERLO, AVENDO PIENA FIDUCIA IN LUI CHE NON CI LASCERA’ SOLI.

Fonte
PapaFrancesco.NET

Articoli correlati

Close