ARTICOLI

Il monastero di Siloe: un monastero invisibile che unisce le persone

Il monastero di Siloe, è un monastero invisibile che unisce persone che pregano in vario modo per alcune intenzioni comuni (riportate nella locandina sotto).
Da cosa nasce questo monastero di Siloe e perché mai è cosi importante?
Tutto nasce dalla consapevolezza che Lo Spirito Santo, suscita opere di carità per i poveri di ogni epoca storica, e in questa epoca storica c’è un tipo di povertà e malattia che non è conosciuta… e per cui nessuno sta facendo nulla…. Per questo partiamo dalla preghiera…che regge il mondo! E’ l’unica che può smuovere le montagne!

Difficile raccontare in poche righe come è la situazione degli ammalati ambientali oggi, quasi impossibile. Conoscere la loro situazione, spezza il cuore. Ci si chiede; perché tanti di loro arrivano al suicidio? Ma prima di rispondere a questa domanda bisogna chiedersi; CHI SONO GLI AMMALATI AMBIENTALI(MCS/EHS )??

Sono gli ammalati di sensibilità chimica multipla MCS cioè intolleranza grave alle sostanze chimiche come detersivi, profumi, gas auto… praticamente allergici a tutto ciò che ci circonda. Impossibilitati a condurre una esistenza normale questi ammalati sono costretti a un isolamento totale (codice dell’ O.M.S. ICD 10J68.9). Gli ammalati di elettrosensibilità EHS sono invece gravemente intolleranti ai campi elettromagnetici come quelli della telefonia mobile wifi etc…attualmente quasi onnipresenti.
Entrambe le malattie sono gravi, molto invalidanti, e nel tempo mortali.

Questi ammalati rappresentano i LEBBROSI DI OGGI: essi infatti sono totalmente emarginati, lasciati morire nell’isolamento e nell’abbandono totale. E poiché sono costretti a vivere isolati, nessuno si accorge della loro esistenza.
Purtroppo chiunque è a rischio di queste malattie conseguenti all’inquinamento… non sono infatti affatto rare, si parla del 5% della popolazione che non sa di essere ancora ammalata perchè manca una diagnosi precoce.

Ma perché dunque pregare in special modo per questi ammalati? Perchè oltre alle sofferenze dovute alla malattia, come in tutte le malattie gravi pur essendo questa considerata la più grave patologia al mondo, si aggiunge per loro:

  1. L’impossibilita di accedere all’ospedale per qualsiasi evenienza o al PS
  2. L’isolamento coatto non perchè sono contagiosi loro ma perchè le altre persone e i luoghi pubblici veicolano sostanze chimiche o onde elettromagnetiche
  3. L ‘isolamento anche ecclesiale, non possono partecipare al culto
  4. L’impossiiblità di lavorare se in forma grave e l ‘assenza di sussidi e di previdenza
  5.  Assenza di cure ed assenza di riconoscimento, diagnosi tardive con tutte le complicazioni del caso
  6. Difficoltà a essere creduti e capiti anche dai familiari da cui sono spesso abbandonati . questa cosa è molto pesnte per questi tipi di malattia.
  7. Difficoltà e spesso impossibilità a vivere in abitazioni comuni (alcuni vivono per ciò in macchina o nei boschi…) … con l’aumento dell’inquinamento di tutti i tipi urge che si faccia qualcosa per loro.

La locandina che vediamo sotto, viene attaccata nelle bacheche di tante chiese. Possono aderire monasteri, gruppi, parrocchie e singoli individui con un impegno anche minimo…. Diversi sacerdoti si sono uniti a noi come p. Serafino Tognetti.
monastero di Siloe

Commenta con facebook
Tags

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

Articoli simili