segni

I Segni di Medjugorje

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Madonna ci invita a riconoscere i segni

dell’amore di Dio

La Madonna di Medjugorje è da 33 anni che ripete la parola “pace, pace, pace”, ma il suo appello è, il più delle volte, disatteso. Sono tanti i segni del suo amore per noi, ma l’egoismo ci conduce su altre strade.

La guerra c’è e non solo in Israele, Siria, Iraq, Nigeria, Ucraina ma anche in tanti cuori. Cuori chiusi, induriti, lontani da Dio. Cuori che mettono al primo posto il proprio io.

E allora nell’ultimo messaggio del 25 luglio 2014, ancora la Madonna ci sprona a riconoscere i segni del suo amore, dell’amore di Dio per noi: “Cari figli! Voi non siete coscienti di quali grazie vivete in questo tempo in cui l’Altissimo vi dona i segni perché vi apriate e vi convertiate…”.

Quanti segni ci mostra Dio ogni giorno! Segni ordinari e straordinari che ci spronano a tornare a Lui, al suo amore. E lì, a Medjugorje, il più grande segno che Dio ci dà è la conversione di tante anime. Il cuore che si scioglie per Dio nella confessione. Quale segno più grande di questo?

Ma Dio viene incontro anche alla nostra debolezza umana e ci doni anche altri segni del suo amore. Uno di questi è stata la guarigione di Cristian Filice, 37 anni, calabrese, ammalato di Sla e guarito a Medjugorje il 26 settembre 2013.

Per una strana “coincidenza” il 23 settembre 2013 si illumina la statua nella casa di Vicka. Ed è proprio la veggente ad incontrare per prima il giovane ammalato di Sla e a pregare su di lui.

Il giovane è originario di Piane Crati; lo stesso paese dove, si dice, in questi giorni abbia lacrimato la statua della Madonna di Medjugorje.

Vero, non vero? Alla Curia la sentenza, mentre noi, consapevoli di tanti segni che ci circondano, mettiamo in pratica ciò che la Madonna ci dice affinchè la pace regni nei nostri cuori e di conseguenza nel mondo intero. “Ritornate a Dio ed alla preghiera; nei vostri cuori, famiglie e comunità regni la preghiera perché lo Spirito Santo vi guidi e vi esorti ad essere ogni giorno, aperti sempre di più alla volontà di Dio ed al Suo piano su ciascuno di voi. Io sono con voi, e con i santi e gli angeli intercedo per voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

 Annalisa Colzi

Avatar
annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.