ARTICOLI

Pensare ai propri interessi è questo il lucchetto del maledetto cancello

C’è un cancello dentro ciascuno di noi. Un cancello che non ci fa andare oltre, non ci fa entrare in quel meraviglioso giardino chiamato Pace, fatto di rose (l’amore). Ricco di canti di uccellini che posano su  quei rami di ciliegi ed alberi d’arancio (la gioia). Questo cancello è chiuso da un lucchetto (i propri interessi) che a sua volta mantiene una catena spessa e lunga che impedisce di poterlo spalancare ed accedere a questo giardino immenso. La Madonna a Medjugorje nel messaggio del 2 gennaio 2019 ha detto:

 Figli miei, c’è tanta lotta, odio, propri interessi ed egoismo.

Il Cancello

E’ il nostro cuore che ci divide dalle cose dello spirito quando non prova amore per Dio ed è pieno di piaceri terreni. Dobbiamo predominarlo per poter avere la capacità di spalancarlo, di abbatterlo e accedere in quel giardino (il paradiso). Ognuno di noi quindi ha questo cancello. Continuando a riempire il cuore di cose mondane, rischiamo addirittura che il lucchetto e la catena si arrugginiscano… e se accadrà ciò, diventerà ancora più difficile poterlo aprire.

La fede si spegne in molte anime ed il cuore è preso dalle cose materiali del mondo. (Tratto dal Messaggio di Medjugorje del 2 gennaio 2019).

Il lucchetto dei propri interessi

Questo cancello è attorniato e bloccato da una catena fatta di grossi anelli..Ogni anello è una conseguenza di questo amor proprio che pensa solo ai propri interessi. Una catena lunghissima fatta di; odio, invidia, egoismo, desiderio di potere, accidia, gelosia, tradimento, lussuria, avarizia… per poterci liberare, dobbiamo aprire il lucchetto che tiene unita questa catena; I PROPRI INTERESSI.

La chiave è l’amore. Amiamo, amiamo e amiamo ancora…ma non solo i genitori, i fratelli, la moglie, i figli, i mariti…questo è normale (anche se pure questo sta diventando raro).

Gesù dice:

A voi che ascoltate, io dico: Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi maltrattano. A chi ti percuote sulla guancia, porgi anche l’altra; a chi ti leva il mantello, non rifiutare la tunica. Da’ a chiunque ti chiede; e a chi prende del tuo, non richiederlo. Ciò che volete gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro. 

Se amate quelli che vi amano, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso. E se fate del bene a coloro che vi fanno del bene, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso. E se prestate a coloro da cui sperate ricevere, che merito ne avrete? Anche i peccatori concedono prestiti ai peccatori per riceverne altrettanto.
Amate invece i vostri nemici, fate del bene e prestate senza sperarne nulla, e il vostro premio sarà grande e sarete figli dell’Altissimo; perché egli è benevolo verso gl’ingrati e i malvagi. Siate misericordiosi, come è misericordioso il Padre vostro. (Lc 6,27-36).

Dove acquistare la chiave dell’amore

Dobbiamo comprendere però che non è possibile amare veramente, amare il nostro nemico, perdonare e servire chi ci fa del male. Questo tipo di amore lo si ottiene solo se amiamo Dio al di sopra di noi stessi. Solo così potremo amare il prossimo e i nostri nemici. L’amore quindi che servirà ad aprire il lucchetto, lo si acquista solo da Dio e non servono monete ma: contrizione, desiderio e volontà.

Dobbiamo accettare prima di tutto che siamo inutili, sbagliati e peccatori, per sentire il dolore dei nostri peccati e far crollare il nostro orgoglio. Poi da questo dolore, nascerà il desiderio di conoscere Dio veramente. Da questa conoscenza nascerà l’amore. Sarà poi la nostra volontà che giorno dopo giorno ci porterà ad un amore sempre più grande per il Signore che ci donerà la chiave per aprire finalmente il lucchetto dell’amor proprio. Non penseremo più ai propri interessi…perchè aperto il lucchetto, quella catena pesante fatta di egoismo, odio, invidia, gelosia, desiderio di potere, avarizia…cadrà a terra.

Oltre quel cancello c’è la vera vita

E allora potremo entrare in quel giardino profumato di pace, fatto di rose e fiori di tanti colori (le virtù). E distesi su quel prato fresco della brina del cielo, sorrideremo, abbracceremo, canteremo, esulteremo, ameremo…perchè la nostra gioia sarà grande, sarà piena, sarà eterna.

Commenta con facebook
Tags

Ugo

Sono la conferma che Dio sceglie lo scarto del mondo per confondere i sapienti e i superbi. Sono la conferma che Dio usa misericordia con chi accetta di essere sconfitto dal Suo Amore.

Articoli simili