Testimonianze

Alfonso Ciampella: Ho scoperto a Lourdes la mia vocazione

Alfonso Ciampella è un psichiatra medico dell’UNITALSI. Ecco la sua straordinaria testimonianza, e mi auguro che ogni medico abbia lo stesso spirito di Alfonso Ciampella.

La sua prima esperienza che poi l’ha avvicinato a Dio è stata proprio la sua collaborazione con l’UNITALSI. Iniziò quando era ancora molto giovane, circa 14 anni, nel 1968, recandosi a Lourdes come barelliere, accompagnando così gli ammalati nella terra di Maria attraverso numerosi pellegrinaggi.

Grazie a questo, Alfonso Ciampella nella sua adolescenza, sviluppò il desiderio di diventare medico, di dare una mano al prossimo. Non ha mai perso di vista l’ottica per cui l’ha spinto a diventare medico; Avere al primo posto e sempre al centro, la persona che prima di essere un cliente, un paziente è Cristo stesso che viene a chiedere aiuto.

lourdes Alfonso Ciampella

Alfonso Ciampella è affetto da un tumore polmonare, scoperto circa un anno fa ma vive tutto questo con grande serenità. Per lui la guarigione è quella dello spirito più che del corpo. La guarigione è quella di sentirci in sintonia con noi stessi e vivere la vita nella sua quotidianità. Non possiamo vivere più di un giorno alla volta però quel giorno va vissuto pienamente.

Alfonso Ciampella: Vivendo in questo modo riesco a vedere la ricchezza che mi si propone intorno a me, come la famiglia, i figli, la moglie, i colleghi, gli amici…tutto questo è una vera ricchezza che si rinnova ogni giorno.

Essere un medico non è solamente avere una professione con un compito difficile ma soprattutto una missione con uno scopo delicato. Meglio ancora se questo medico è un cristiano; la propria professione diventa come un vero e proprio modo di santificazione.

Questo medico è un grande esempio per tutti, una persona genuina che mette tutto se stesso a disposizione del suo prossimo per amore di Cristo. Alfonso Ciampella è a mio parere stato scelto da bambino da Nostra Signora di Lourdes.

Commenta con facebook
Tags

Ugo

Sono la conferma che Dio sceglie lo scarto del mondo per confondere i sapienti e i superbi. Sono la conferma che Dio usa misericordia con chi accetta di essere sconfitto dal Suo Amore.

Articoli simili