Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

Pellegrinaggi a Medjugorje

Annalisa Colzi dopo la conversione avvenuta nel novembre del 1991 inizia un percorso spirituale che la porterà a Medjugorje nel mese di ottobre del 2000. Dall’incontro con la Madre di Dio scaturirà la sua missione di scrittrice e organizzatrice di pellegrinaggi a Medjugorje. E, se principalmente li organizzava solo a Medjugorje, successivamente ha esteso ad altri luoghi di culto il desiderio di portare tante anime a Dio attraverso il «pellegrinaggio», forma di devozione da cui si ricevono infinite grazie. Medjugorje rimane però la meta principale, il luogo più importante per Annalisa poiché in quella terra benedetta da Dio avvengono tante guarigioni del cuore, tante conversioni e, soprattutto, si respira la Pace, quella vera, quella che scaturisce dal Cuore Immacolato di Maria, dalla Regina della Pace. I pellegrinaggi vengono effettuati sia con PULLMAN sia con AEREO e TRAGHETTO con Annalisa Colzi e l’Associazione Esercito di Maria .

MEDJUGORJE

L’Abbraccio che unisce il mondo

Era il 1981 quando a Medjugorje, un piccolo paese dell’Erzegovina, apparve la Madonna a sei ragazzi. La Vergine Maria si è presentata come Regina della Pace e, instancabilmente, richiama i suoi figli alla pace: «Cari figli, con questo messaggio vi invito di nuovo a pregare per la pace. Specialmente adesso quando la pace è in crisi, voi siate quelli che pregano, e testimoniano la pace. Figlioli, siate pace in questo mondo inquieto. Grazie per aver risposto alla mia chiamata».
Questo libro ripercorre la storia, i fatti, gli avvenimenti delle apparizioni. Le due interviste a fine libro arricchiscono di particolari i primi avvenimenti. 

Perché andare in pellegrinaggio con Annalisa?

Non c’è un motivo vero e proprio se non che Annalisa ama Medjugorje, ama i pellegrini e cerca di fare la volontà di Dio. Il suo obiettivo primario è portare tante persone, non solo a Medjugorje ma in tutti i luoghi in cui l’anima possa elevarsi a Dio, possa ritrovare il gusto della preghiera, dell’incontro con l’Altissimo e con la Madre di Dio. Monsignor Aldo Cavalli, visitatore apostolico a carattere speciale mandato da Papa Francesco a Medjugorje, durante un colloquio con Annalisa, sintetizzò in una sola parola il cammino di questa donna: missione. Ed è esattamente questo che Annalisa sta cercando di portare avanti: la sua missione, quella donatagli da Dio.

annalisa colzi sul krizevak
ci vediamo a Modena
Esercito di Maria

Cosa è in breve l'Esercito di Maria

L’Associazione “Esercito di Maria” nasce sulla scia di un percorso spirituale iniziato a Medjugorje. Il suo scopo primario è quello di riportare alla rinascita la grande arma che Maria ci ha donato secoli fa: il santo Rosario.