Annalisa Colzi
jim-caviezel

Testimonianza di Jim Caviezel su Medjugorje

Pellegrinaggio a Medjugorje dal 30 agosto al 3 settembre 2018

Chi non conosce Jim Caviezel? E’ un attore statunitense, figlio di un medico oriundo, svizzero-slovacco e di una irlandese. E’ diventato famoso in tutto il mondo non solo per essere l’interprete principale della serie tv “Person Of interest” ma soprattutto per aver interpretato Gesù nel film “Passion Christi” di Mel Gibson.

Le toccanti scene della flagellazione, della crocifissione di Gesù hanno originato molte discussioni sulla fede. In relazione a questo film si è parlato molto sulle conversioni che hanno sperimentato alcuni spettatori. Ma ritornando alla domanda su: Chi è questo Jim Cavaziel che ha interpretato in modo così toccante il film La Passione di Cristo?

In un’intervista rilasciata alla rivista Oasi della Pace, ha dichiarato che senza le sue esperienze avute a Medjugorje, dove gli è stata donata una nuova dimensione di fede, non avrebbe potuto interpretare questo ruolo. L’attore che nello scorso febbraio ha visitato Medjugorje ben sei volte, di passaggio a Vienna, ha rilasciato al dott. Christian Stelzer l’intervista qui di seguito riportata:

 

 Jim Caviezel

Jim potresti raccontarci la tua esperienza a Medjugorje?

Mentre giravo in Irlanda il film “Montecristo” mia moglie si recò a Medjugorje, Le cose non andavano molto bene in quel periodo. Un giorno mi telefonò e dalla sua voce compresi che qualche cosa era accaduto in lei, un cambiamento era avvenuto. Mi raccontò di Medjugorje e che uno dei veggenti sarebbe venuto in Irlanda. La interruppi dicendo che avevo un lavoro troppo importante in quel momento da svolgere e non avevo il tempo da dedicare al veggente. Mi ripetevo dentro di me che da cattolico non ero obbligato ad accettare nè Fatima, nè Lourdes, nè Medjugorje. Queste erano le mie riflessioni. In più mi venne in mente che già avevo sentito parlare di queste apparizioni a Medjugorje.  All’inizio mi sentii attratto ma mi allontanai quando il Vescovo del posto dichiarò che le apparizioni non erano vere. Da quel momento persi l’entusiasmo ed ogni interesse.

Il veggente Ivan, arrivò intanto in Irlanda. Da parte mia ero certo che non avrei trovato tempo per andare da lui, lavoravo tutti i giorni. Il mio partner nel film, ( Richard Harris) si sentì improvvisamente male e così avemmo un giorno libero non potendo senza di lui continuare le riprese. Grazie a questo però mi diede la possibilità di recarmi all’apparizione di Ivan. Ricordo che stavo in fondo alla chiesa, c’era molta gente. Non avevo idea di cosa sarebbe accaduto….Ma durante l’apparizione, un uomo accanto a me sulla sedia a rotelle si alzò e cadde in ginocchio. Rimasi molto colpito.

La domenica successiva stranamente ci fu dato un altro giorno libero e colsi l’occasione per incontrare il veggente (come desiderava mia moglie). Durante l’apparizione inginocchiato accanto a lui mi dicevo: Eccomi sono qui, sono pronto. Fai di me quello che vuoi. In quello stesso momento sentii che qualcosa penetrava in me.

Era una sensazione forte, gli occhi si riempirono di lacrime, e cominciai a piangere con tutto il cuore. Grazie a Medjugorje ho iniziato a credere che Gesù è realmente presente nell’Eucaristia e che perdona i miei peccati.

la passione di cristo

Le parole che colpirono Jim Caviezel dette dal veggente Ivan

Jim l’uomo ha tempo per ciò che ama. Se uno che non ha tempo e improvvisamente incontra una ragazza e se ne innamora, allora troverà il tempo per lei. Chi non trova il tempo per Dio è perchè non lo ama. Dio ti invita a pregare con il cuore. Jim chiese: E come si fa? Come si prega con il cuore? Ivan rispose: Comincia a pregare e vedrai. In quel momento si aprì una finestra nel cuore di Jim Caviezel, cosa che lo sbalordì ulteriormente. Jim continua dicendo: Quante volte mia moglie tentava di coinvolgermi a recitare il Rosario ma io rifiutavo sempre. Ma in quel momento desideravo recitarlo anche se non sapevo nemmeno come si faceva.

Un giorno chiesi all’autista che ogni giorno mi portava sul set: “Non so voi come la pensiate, ma io desidero recitare il Rosario”. Con mia sorpresa ebbi questa risposta: ” Ok lo facciamo!”. In quel momento si faceva sempre più vivo il pensiero di comprendere quanto io fossi facile nel giudicare gli altri, quanta miseria c’era in me, quanta debole fosse la mia fede.

Oggi nella mia famiglia frequentiamo i sacramenti. Mentre accompagno i miei figlia a scuola, recitiamo insieme il Rosario. Ivan mi incoraggiò durante le riprese del film PASSION CHRISTI, io dicevo di non essere degno di interpretare Gesù. Dicevo a Gesù; ” fa che vedano te e non me”. Ogni giorno andavo a Messa per queste intenzioni e Mel Gibson veniva con me. Dio solo sa quanti rosari ho recitato affinchè interpretassi la parte di nostro Signore in modo eccellente per trasmettere il Suo Amore al mondo intero.

Se non ci fosse stato Medjugorje, io non avrei vissuto tutto questo. Medjugorje è per me vivere, vivere attraverso i sacramenti, in unità con la Chiesa. Con Medjugorje ho capito la potenza del Rosario e il grande dono della Messa quotidiana.

Commenta con facebook
Condividi:
Ugo

Ugo

Sono la conferma che Dio sceglie lo scarto del mondo per confondere i sapienti e i superbi. Sono la conferma che Dio usa misericordia con chi accetta di essere sconfitto dal Suo Amore.

libro sul mostro di firenze

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 18.849 altri iscritti

Segui l’Esercito di Maria su facebook

Facebook Pagelike Widget

La vita è una serie infinita di inizi.

l'arte di ricominciare

Segui Annalisa su facebook

Facebook Pagelike Widget

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 18.849 altri iscritti

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

WhatsApp LogoContattaci su Whatsapp