quando si entra in chiesa
RIFLESSI DI LUCE

Ecco cosa fare ogni volta che si entra in chiesa

Condividi
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Ogni volta che si entra in chiesa, ogni cristiano dovrebbe fare determinate azioni, che purtroppo ahimè non tutti fanno. Cosa fare? Dobbiamo semplicemente rivolgere appena si entra in chiesa, lo sguardo verso il tabernacolo.

scopri il tuo pacchetto di natale

Gesù Eucaristia è il padrone di casa e dobbiamo salutarlo subito, con il nostro sguardo. Lui è la luce che splende e illumina ogni chiesa. Oggi si entra in chiesa guardando se tra i banchi c’è un nostro conoscente, nemmeno facciamo caso a Gesù chiuso nel tabernacolo. E’ come se andassimo a trovare un amico in casa ed entrando non rivolgessimo il saluto.

La seconda cosa da fare subito è la genuflessione, chinando il capo. Gesù è il nostro Dio e ogni ginocchia si pieghi dinanzi al Re dei re. Quanti entrano addirittura masticando, senza fare nemmeno il segno della croce.

La terza cosa da fare quando si entra in chiesa se è possibile ( in questo periodo non si può fare per via del coronavirus, ma quando sarà possibile lo faremo di nuovo) immergere le punte delle dita nell’acquasantiera e farsi il segno della croce. Chi non sapesse il perché bisogna fare questo gesto, ve lo spiego in due righe:

Ci si fa all’entrata di una chiesa, il segno della croce con l’acqua santa, come segno di purificazione, poiché venendo da fuori, siamo immondi, e dobbiamo purificarci. E’ un gesto molto antico ma tanto efficace. Oggi nemmeno si pensa più al grande significato dell’acqua santa.

Bene, queste sono le cose basilari da fare quando si entra in chiesa. Ora vediamo le tre cose da non fare quando siamo in chiesa:

Innanzitutto la prima cosa da non fare è parlare con gli altri. Quando siamo alla presenza di Gesù, dobbiamo parlare con Lui, anzi più che parlare, dobbiamo ascoltare, perché cari amici, è proprio lì alla presenza del Maestro che dobbiamo imparare. Se siamo a scuola cosa facciamo? Ascoltiamo il prof, quindi in chiesa è la stessa cosa: dobbiamo ascoltare Gesù che parla al nostro cuore. E non sono parole metaforiche, ma nel vero significato. Parlare al cuore non vuol dire sentire la voce, certo quello anche ma non è da tutti avere questo dono da Dio, quindi accontentiamoci delle cose comuni. In un altro articolo parlerò di questo, cioè come ascoltare la voce di Dio e cosa vuol dire.

Seconda cosa da non fare è guardarsi intorno. Dovremmo tenere lo sguardo fisso al tabernacolo, proprio come gli angeli alla presenza del Santissimo Salvatore. Al massimo possiamo fissare lo sguardo a qualche immagine presente in chiesa che ci aiuta a meditare e pregare. Possiamo inoltre chiudere gli occhi in modo da eliminare ogni distrazione.

Terza cosa da non fare, è quando usciamo dalla chiesa, non bisogna attingere di nuovo le dita nell’acquasantiera, per la stessa ragione sopracitata.

Bene, questo articolo sembra elementare ma purtroppo tanti cristiani hanno dimenticato di come ci si deve stare davanti al nostro Dio presente nell’Eucaristia vivo e vero.

Ugo
Sono la conferma che Dio sceglie lo scarto del mondo per confondere i sapienti e i superbi. Sono la conferma che Dio usa misericordia con chi accetta di essere sconfitto dal Suo Amore.

Ti potrebbe piacere anche

I commenti sono chiusi.