PAPA FRANCESCO

Dio ci ha creati per la vita e non per la morte

L’uomo è per la vita non per la morte. Dio è vita quindi non ha creato l’uomo per farlo morire ma per farlo vivere in eterno.

Papa Francesco è sempre presente con le sue parole e preghiere. Francesco prendendo spunto dal brano di Giovanni Gv11,1-45, in cui Gesù, giunto a Betania, scopre che il suo amico Lazzaro è morto, e al monito della sorella “Se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto!” risponde: “Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore vivrà” poi, commosso, si reca alla tomba dell’amico e compie il suo miracolo di resurrezione con le parole “Lazzaro, vieni fuori”.

Questo, spiega Francesco, ci dimostra che “Dio è vita e dona vita, ma si fa carico del dramma della morte. Gesù avrebbe potuto evitare la morte dell’amico Lazzaro, ma ha voluto fare suo il nostro dolore per la morte delle persone care, e soprattutto ha voluto mostrare il dominio di Dio sulla morte.” L’esortazione di Gesù “togliete la pietra dal vostro cuore” è attuale in quanto “la morte è entrata nel mondo per invidia del diavolo[…]Dunque, siamo chiamati a togliere le pietre di tutto ciò che sa di morte: ad esempio, l’ipocrisia con cui si vive la fede, è morte; la critica distruttiva verso gli altri, è morte; l’offesa, la calunnia, è morte; l’emarginazione del povero, è morte.”

L’insegnamento da tenere a mente sempre è che “Dio non ci ha creati per la tomba, ci ha creati per la vita ”.

A conclusione del suo discorso, l’appello del Pontefice affinché nel mondo cessi ogni battaglia per dare modo agli aiuti umanitari di giungere a destinazione ove necessario per via della pandemia, e un pensiero speciale “a tutte le persone che patiscono la vulnerabilità di essere costretti a vivere in gruppo: case di riposo, caserme… In modo particolare vorrei menzionare le persone nelle carceri.”.

Fonte
PapaFrancesco.NET
Tag

Articoli correlati

Close