Annalisa Colzi
gesti di solidarietà per i terremotati

Grandi gesti di solidarietà per i terremotati vi aggiorno

Solidarietà per i terremotati

Sono bastati pochi giorni per far esplodere una vera e propria bomba di solidarietà per i terremotati. Confesso che non mi aspettavo tanta generosità. Avevo sottovalutato il popolo italiano. E adesso dico grazie di vero cuore a tutti coloro che hanno contribuito a restituire un sorriso a tanti bisognosi e, soprattutto, grazie per la fiducia che avete avuto nei miei confronti e nei confronti dell’associazione “Esercito di Maria”.

Vi terrò costantemente aggiornati dicendo subito quello che è già stato fatto. Un carico di aiuti umanitari partirà lunedì 30 gennaio. Mani sicure porteranno gli aiuti ad Ascoli.

Per quanto riguarda i soldi pervenutici attraverso l’associazione abbiamo contribuito al viaggio di Fabio con 50 euro e abbiamo fatto un bonifico di 7000 euro a monsignor Giovanni D’Ercole con cui siamo costantemente in contatto perché vogliamo che i soldi arrivino in mani sicure.

Attualmente abbiamo altri soldi donati da voi e tanti beni di prima necessità ancora da portare perché nel furgone di Fabio non ci stavano più.

Quindi, nei prossimi giorni partirà un carico organizzato dall’ “Esercito di Maria”. Porteremo i beni di prima necessità e le cose che ci ha chiesto il diacono Alberto, stretto collaboratore di monsignor D’Ercole. A lui abbiamo chiesto di cosa hanno bisogno. Questa la risposta:

“Dopo il sisma del 30 ottobre la situazione si è ulteriormente aggravata e sembra non arrestarsi. I giorni scorsi abbiamo vissuto una vera e propria emergenza: intere frazioni isolate, crolli di case e di strutture, mancanza di corrente elettrica, zone che hanno raggiunto i tre metri di neve che, aggiunto alle scosse di terremoto, hanno creato una vera emergenza. In collaborazione con le autorità competenti, abbiamo cercato (e stiamo cercando) di far fronte alle richieste del momento. Accompagnateci con il vostro ricordo e aiutateci ad “organizzare la speranza”.

Al momento abbiamo diverse urgenze e necessità:

  1. Tanta preghiera per la nostra gente e tanta preghiera per noi perché non perdiamo mai l’entusiasmo, la forza e soprattutto l’umiltà.
  2. Ci servirebbero 5 generatori, scarponcini, lenzuola singole, coperte singole, materassi, 2 letti a castello, mensole, asciugamani (piccoli, medi e grandi), alimentari vari, armadi e librerie (non grandi) che servono per arredare una struttura di accoglienza, intimo uomo (calze, slip e magliette), torce.

Vi saluto di cuore e, a nome del Vescovo Mons. Giovanni D’Ercole, vi ringrazio di tutto”.

Abbiamo già delle cose richieste da don Alberto. Quelle che non riusciremo a trovare gratis le acquisteremo con i soldi che ci avete mandato. Resta inteso che i soldi che avanzeranno li maderemo con un secondo bonifico a Monsignor D’Ercole.

Nel caso in cui qualcuno voglia contribuire con beni di prima necessità richiesti da don Alberto, telefoni a Stefano (mio marito) 3924605098 oppure può fare un bonifico specificando nella causale PRO TERREMOTO

Esercito di Maria  A.p.s. Via Fratelli Bandiera n°8 59013 Montemurlo (PO)

Banca CARIFI Spa Agenzia 3 Prato

Iban: IT 85 E061 60215041 0000 0000 467

Bic: CRFIIT3F

Al prossimo aggiornamento. Il Signore vi benedica e grazie di vero cuore.

Annalisa

 

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

/* ]]> */