Annalisa Colzi
nuovo libro di Papa Francesco quando pregate dite padre nostro

Voci interiori provengono da Gesù o subconscio?

DOMANDA di Anonimo

Buongiorno Annalisa, mi rivolgo  a lei perché so che si occupa di queste cose e forse mi può dare un buon consiglio.

Arrivo subito al dunque  perché so che lo spazio è poco: sono una giovane donna, vivo …, e negli scorsi 5 ho fatto un cammino all’interno di una congregazione religiosa di vita attiva, dalla quale sono uscita pochi mesi fa, dopo aver fatto i primi voti, perché non riuscivo più a sostenere lo stile di vita che era richiesto, anche per motivi fisici, legati alla mia costituzione, e psicologici.

Poco prima di entrare nella Congregazione (avevo 24 anni) ho fatto la consacrazione al Cuore Immacolato di Maria -dopo aver letto il trattato della Vera Devozione- ma in forma privata, anche se la rinnovo ogni anno e ogni giorno cerco di viverla.

Da quando ho iniziato gli esercizi spirituali, in postulato, mi accade però una cosa che perdura, ancora adesso: sento la voce di Gesù (?) che mi parla nel cuore.

Sono sempre stata molto scettica su questo, anche se la cosa mi dava pace e consolazione, Ne avevo parlato con le Maestre di formazione, e con un padre spirituale che avevo trovato, il quale mi ha detto che poteva capitare e insieme avevamo iniziato un cammino. Con lui tuttavia non sono mai riuscita ad aprirmi fiduciosamente, e adesso mi sono rivolta a un altro sacerdote, che mi consiglia invece di non ascoltare più queste cose, perché frutto non del demonio, ma della mia insicurezza psicologica, per cui ho inteso la voce della coscienza come la voce del Signore. Anche con lui ho solo fatto pochi incontri; tuttavia quello che mi ha detto mi riesce difficile da fare, anche se di fatto lo sto facendo, per obbedienza, e inoltre mi sento molto turbata: oltre ai dubbi che già potevo avere e al percorso travagliato che ho vissuto negli ultimi mesi (i miei superiori non hanno preso bene la mia uscita, ma io non ce la facevo veramente più), in cui non ho trovato un aiuto concreto rispetto a questa cosa, adesso sento anche la tristezza di essere stata ingannata per quattro anni.

Ho cercato di muovermi e agire in buona fede, ma adesso non so più come fare, e quello che mi chiedo è:  come mai il Signore ha permesso che fossi ingannata per così tanto tempo da uno che non è Lui? Stando a quello che mi dice il sacerdote, sarebbe da me stessa, ma mi domando esattamente come è stata possibile così tanta autosuggestione… Con tutte le mie miserie, ho cercato veramente di amarlo con cuore sincero, Lui e il mio prossimo. Come può essere accaduto tutto questo anche sotto la protezione di Maria?

Quello che mi ha detto il presunto Gesù in questo tempo, che ho trascritto, riguarda soltanto la tenerezza del Suo Cuore, e il suo amore grande per ogni anima; non c’è nient’altro,  a mio giudizio, né profezie, o giudizi, ma solo il richiamo al Suo Amore misericordioso.

Con l’augurio di un Avvento buono e Santo …

RISPOSTA DI ANNALISA:

Carissima, innanzitutto sappi che non hai assolutamente perso 4 anni della tua vita. Sia che la voce provenisse da Gesù o dal tuo inconscio sono stati 4 anni di consolazione. Tu stessa dici che i messaggi sono buoni e consolanti. Vivi, quindi con gioia quanto avvenuto anche se fosse stata solo una proiezione del tuo inconscio.

Detto questo, il mio consiglio è di fare una esplicita rinuncia a questo “dono” nelle mani di un sacerdote. E’ il passaggio normale per chi ha doni soprannaturali in cui sente voci o a visioni per capire se questo dono viene da Dio o se viene da Satana o dall’inconscio.

Non fare questa rinuncia potrebbe essere un atto di orgoglio. Satana potrebbe approfittarne per instillare una certa compiacenza interiore.

Se il dono proviene da Dio una volta fatta la rinuncia il dono proseguirà, in caso contrario cesserà.

Stai certa che Gesù non si offenderà, se la voce proviene da lui, anzi guarderà con compiacenza la figlia obbediente alla Chiesa e ti sentirai ancora più amata.

Il Signore ti benedica e ti consoli. Annalisa

 

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Seguici su facebook

Per capire come manipola la mente una setta

michelle huzinker

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Una fedeltà senza fili, che unisce un piccolo esercito di mendicanti

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli