Annalisa Colzi
2 luglio 2015

Messaggio del 2 Luglio 2015 a Mirijana

Diffondete l’amore

via alla santità

Nel messaggio del 2 luglio 2015 la Gospa ci invita ancora una volta a pregare per i nostri pastori.

“Cari figli, vi invito a diffondere la fede in mio Figlio, la vostra fede. Voi, miei figli, illuminati dallo Spirito Santo, miei apostoli, trasmettetela agli altri.

A coloro che non credono, non sanno e non vogliono sapere. Perciò voi dovete pregare molto per il dono dell’amore, perché l’amore è un tratto distintivo della vera fede e voi sarete apostoli del mio amore.

L’amore ravviva sempre nuovamente il dolore e la gioia dell’Eucaristia, ravviva il dolore della Passione di mio Figlio, che vi ha mostrato cosa vuol dire amare senza misura;

ravviva la gioia del fatto che vi ha lasciato il suo Corpo ed il suo Sangue per nutrirvi di sé ed essere così una cosa sola con voi.

Guardandovi con tenerezza provo un amore senza misura, che mi rafforza nel mio desiderio di condurvi ad una fede salda.

Una fede salda vi darà gioia e allegrezza sulla terra e, alla fine, l’incontro con mio Figlio. Questo è il suo desiderio.

Perciò vivete lui, vivete l’amore, vivete la luce che sempre vi illumina nell’Eucaristia.

Vi prego di pregare molto per i vostri pastori, di pregare per avere quanto più amore possibile per loro, perché mio Figlio ve li ha dati affinché vi nutrano col suo Corpo e vi insegnino l’amore.

Perciò amateli anche voi! Ma, figli miei, ricordate: l’amore significa sopportare e dare e mai, mai giudicare. Vi ringrazio”.

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

2 commenti

Rispondi

  • Miei cari, il problema non sono i non credenti, ma i pseudo-credenti, ossia, i praticanti non credenti, il primo a non credere è proprio papa Francesco, a seguito moltissimi altri pastori.

    Temo che con le buone non si ottiene nulla, e che alla fine debbano capirlo con le cattive, il castigo da parte di Dio è ormai inevitabile, cosi come la purificazione della sua Chiesa, impantanata, dal modernismo, relativismo, dialogismo, ecumenismo, concetti sconosciuti alla fede cattolica ma ben conosciuti dai protestanti.

    Il discorso sarebbe abbastanza lungo, auguriamoci che la nostra Mamma Celeste ci protegga quando sarà quel momento.

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: