Annalisa Colzi
nuovo libro di Papa Francesco quando pregate dite padre nostro
Messaggio del 18 marzo 2015 a Mirijana

Messaggio del 18 marzo 2015 a Mirijana

Messaggio del 18 marzo 2015 a Mirijana

Messaggio del 18 marzo 2015 a Mirijana

“Cari figli, con il cuore pieno vi prego, vi prego figli, purificate il vostro cuore dal peccato e orientateli a Dio e alla vita eterna. Vi prego siate svegli e aperti per la verità. Non permettete che le cose di questa terra vi allontanino dalla felicità in unione con mio Figlio. Io vi guido sulla via della vera sapienza perché solo attraverso la sapienza vera potrete conoscere la vera pace e il vero bene. Non perdete tempo cercando dal Padre Celeste i segni, perché il segno più grande ve lo ha già dato: mio Figlio. Perciò, figli miei, pregate affinché lo Spirito Santo vi possa condurre alla verità e attraverso la conoscenza della verità diventiate una cosa sola con il Padre Celeste e con mio Figlio. Questa è la conoscenza che dà la felicità su questa terra e apre la porta alla vita eterna e all’amore sconfinato”.

Mirjana ha detto che la Madonna si è rivolta a noi come a suoi figli che ama con amore incommensurabile

Non perdete tempo

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

5 commenti

Rispondi

  • Grazie Annalisa! Meraviglioso messaggio di Santa María.Lo aspettavo e tu sei sempre pronta a nutrirci.

  • Sapienza – Capitolo 9

    [1]«Dio dei padri e Signore di misericordia,
    che tutto hai creato con la tua parola,
    [2]che con la tua sapienza hai formato l’uomo,
    perché domini sulle creature fatte da te,
    [3]e governi il mondo con santità e giustizia
    e pronunzi giudizi con animo retto,
    [4]dammi la sapienza, che siede in trono accanto a te
    e non mi escludere dal numero dei tuoi figli,
    [5]perché io sono tuo servo e figlio della tua ancella,
    uomo debole e di vita breve,
    incapace di comprendere la giustizia e le leggi.
    [6]Se anche uno fosse il più perfetto tra gli uomini,
    mancandogli la tua sapienza, sarebbe stimato un nulla.
    [7]Tu mi hai prescelto come re del tuo popolo
    e giudice dei tuoi figli e delle tue figlie;
    [8]mi hai detto di costruirti un tempio sul tuo santo monte,
    un altare nella città della tua dimora,
    un’imitazione della tenda santa
    che ti eri preparata fin da principio.
    [9]Con te è la sapienza che conosce le tue opere,
    che era presente quando creavi il mondo;
    essa conosce che cosa è gradito ai tuoi occhi
    e ciò che è conforme ai tuoi decreti.
    [10]Inviala dai cieli santi,
    mandala dal tuo trono glorioso,
    perché mi assista e mi affianchi nella mia fatica
    e io sappia ciò che ti è gradito.
    [11]Essa infatti tutto conosce e tutto comprende,
    e mi guiderà prudentemente nelle mie azioni
    e mi proteggerà con la sua gloria.
    [12]Così le mie opere ti saranno gradite;
    io giudicherò con equità il tuo popolo
    e sarò degno del trono di mio padre.
    [13]Quale uomo può conoscere il volere di Dio?
    Chi può immaginare che cosa vuole il Signore?
    [14]I ragionamenti dei mortali sono timidi
    e incerte le nostre riflessioni,
    [15]perché un corpo corruttibile appesantisce l’anima
    e la tenda d’argilla grava la mente dai molti pensieri.
    [16]A stento ci raffiguriamo le cose terrestri,
    scopriamo con fatica quelle a portata di mano;
    ma chi può rintracciare le cose del cielo?
    [17]Chi ha conosciuto il tuo pensiero,
    se tu non gli hai concesso la sapienza
    e non gli hai inviato il tuo santo spirito dall’alto?
    [18]Così furono raddrizzati i sentieri di chi è sulla terra;
    gli uomini furono ammaestrati in ciò che ti è gradito;
    essi furono salvati per mezzo della sapienza».

  • Quanto è difficile per coloro che sono ancorati a ciò che posseggono (privilegi, ricchezze ecc.) vivere nella verità. Che il Signore Gesù ci conceda il dono della verità, Lui che è Via,Verità e Vita.

  • E’ un messaggio che ci allerta! Ci invita a pensare più al Cielo che alla terra, quasi fosse imminente uno stravolgimento che porterà molte anime al cospetto di Dio. Pregare lo Spirito Santo perchè ci dia la Sapienza che ci farà discernere tra la menzogna e la Verità spesso oscurata. Il Segno è Gesù e il Suo Vangelo così come ci è stato donato, senza cambiamenti attribuibili a inverosimili “sorprese dello Spirito Santo”.

  • Leopoldo scrive
    “E’ un messaggio che ci allerta! Ci invita a pensare più al Cielo che alla terra, quasi fosse imminente uno stravolgimento che porterà molte anime al cospetto di Dio”

    Ciò che dici è vero.
    Le apparizioni di Medjugorie si possono definire “Esortative”, mentre le molteplici apparizioni nel mondo si possono catalogare come di “Avvertimento”, pensare che il mondo prosegue come se nulla fosse è solo illusorio, i conti si fanno, è vero che nostro Signore disse che ” in quel giorno e quell’ora nessuno lo sa”, ma disse pure di guardare i “Segni dei Tempi”, nelle altre apparizioni di “avvertimento” la nostra Madre Celeste ci indica proprio i tempi in cui viviamo come ultima opportunità di conversione, di pentimento e di sottomissione a Dio, dovremmo sempre ricordarci che non basta pregare, la preghiera non ha nessun valore se non si “Ubbidisce”, e, purtroppo non si ubbidisce per il “Politicamente corretto”, ma il cristiano non cerca l’accettazione del mondo, ma quella di Dio, quella della nostra Mamma Celeste, allora comprendiamo bene che, le preghiere per la pace, per l’amore nel mondo, non hanno nessun valore, poiché sono fatte solo per l’apparire e non per l’essere, riflettiamoci un poco.
    Da quanto si prega per la pace?, per l’amore dei popoli, sono almeno 50 anni che si fa questo, eppure pace non c’è, ne tanto più amore, ma progrediscono, guerre sopra guerre, odio sopra odio, materialismo, immoralità e depravazioni la fanno da padrone, senza contare gli oltraggi verso nostro Signore e la nostra Madre, a cosa sono servite le moltitudini di preghiere, a nulla, proprio a nulla, e questo per la banalissima ragione che si è adempiuto ciò che disse nostro Signore “Questo popolo mi onora con le labbra, ma il loro cuore è lontano da me”, allora comprendiamo che la preghiera è un mezzo potentissimo se è espressa in “Ubbidienza”, ma così non è.
    Amici cari, di esempi ne abbiamo numerosi, bisogna solo essere onesti, prima con Dio e la nostra Madre Celeste, poi con noi stessi.
    Tommaso

Prossimo Pellegrinaggio Medjugorje

Capodanno Con MariaDic 29, 2017
377 ore.

Iscriviti per ricevere gratis i miei articoli

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Unisciti a 18.572 altri iscritti

Seguici su facebook

Per capire come manipola la mente una setta

michelle huzinker

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Una fedeltà senza fili, che unisce un piccolo esercito di mendicanti

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

misericordina rosario dell'anima

Seguici

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: