Annalisa Colzi
intervista che getta discredito su medjugorje

Le fonti inesistenti di mons. Gemma riguardo a Medjugorje

Mons. Gemma contro Medjugorje

l’intervista che getta discredito su Medjugorje

Da quando è uscita l’intervista di monsignor Gemma riguardo a Medjugorje, in molti mi hanno chiesto spiegazioni perché spiazzati dalle affermazioni del Vescovo esorcista: ho sempre lasciato perdere non avendo voglia di controbattere ad una intervista che getta discredito su Medjugorje in un modo molto grossolano. Ma, dopo ripetute segnalazioni, mi sono decisa a scrivere qualcosa. Sotto potete leggere l’intervista e la mia opinione al riguardo che troverete in maiuscolo, tra parentesi.

CITTA’ DEL VATICANO – Un misto tra interessi economici e diabolici, con i presunti veggenti e i loro collaboratori direttamente coinvolti nei guadagni relativi all’elevatissimo flusso di pellegrinaggi e soggiorni in paese, e il Maligno ben contento di seminare zizzania tra i fedeli più convinti delle veridicità delle apparizioni di Medjugorje e la Chiesa, da sempre scettica verso quello che ha definito a più riprese, per bocca dei due Vescovi di Mostar succedutisi nel tempo, ‘un grande inganno’.

Monsignor Andrea Gemma, già Vescovo di Isernia-Venafro, tra i più grandi esorcisti viventi, (MA NON ERA PADRE GABRIELE AMORTH?) non usa mezzi termini: altro che la Vergine, a Medjugorje sono apparsi, sinora, solo fiumi di denaro (E’ DAL 2000 CHE VADO A MEDJUGORJE MA PERSONALMENTE NON HO MAI VISTO SCORRERE FIUMI DI DENARO. A MEDJUGORJE CI SONO ANCORA PENSIONI CHE COSTANO 30 EURO AL GIORNO CON PENSIONE COMPLETA E BEVANDE AI PASTI, COSA CHE NON AVVIENE A LOURDES, TANTO PER FARE UN ESEMPIO). Un’accusa grave, che dà la cifra non solo del coraggio, ma anche della levatura morale e spirituale del prelato che ha accettato di rispondere alle domande di ‘Petrus’ su una vicenda così spinosa.
(QUINDI PADRE GABRIELE AMORTH, IL CARDINALE SCHONBORG E TANTI ALTRI PRELATI CHE CREDONO A MEDJUGORJE PRESUMO CHE, SECONDO IL GIORNALISTA, NON ABBIANO NE’ LEVATURA MORALE E NEANCHE SPIRITUALE).

DUNQUE, ECCELLENZA, COME DEFINIRE MEDJUGORJE?
“E’ un fenomeno assolutamente diabolico (VORREI SAPERE COME FA AD AVERE QUESTA CERTEZZA), intorno al quale girano numerosi interessi sotterranei. La Santa Chiesa, l’unica a potersi pronunciare per bocca del Vescovo di Mostar, ha già detto pubblicamente, e ufficialmente, che la Madonna non è mai apparsa a Medjugorje e che tutta questa messinscena è opera del Demonio”. (LA CHIESA DI ROMA, NELLA FIGURA DEL CARDINALE RATZINGER, BLOCCO’ A SUO TEMPO IL VESCOVO DI MOSTAR E DA QUEL MOMENTO SE NE OCCUPO’ PERSONALMENTE, QUINDI LE AFFERMAZIONI DEL VESCOVO NON CORRISPONDONO ALLA VERITA’).

LEI PARLA DI ‘INTERESSI SOTTERRANEI’… QUALI?
“Mi riferisco allo ‘sterco del Diavolo’, al denaro, e a cosa, sennò? A Medjugorje tutto avviene in funzione dei soldi: pellegrinaggi, pernottamenti, vendita di gadgets. Cosicché, abusando della buona fede di quei poveretti che si recano lì pensando di andare incontro alla Madonna, i falsi veggenti si sono sistemati finanziariamente, si sono accasati e conducono una vita a dir poco agiata. Pensi, uno di loro organizza direttamente dall’America, con un guadagno economicamente diretto, decine di pellegrinaggio ogni anno. Ecco, costoro non mi sembrano proprio delle persone disinteressate. Anzi, unitamente a chi presta il fianco a questo clamoroso raggiro, hanno palesemente tutto l’interesse materiale di far credere di vedere e parlare con la Vergine Maria”.

(NATURALMENTE, ESSENDO IL DENARO LO STERCO DEL DEMONIO, PRESUMO CHE MONSIGNOR GEMMA NON PRENDA UNA LIRA DALLA PUBBLICAZIONE DEI SUOI LIBRI. E PRESUMO ANCHE CHE IN TUTTI I SANTUARI DEL MONDO, COMPRESO LOURDES E FATIMA, VI SIA UN’AZIONE DEL DEMONIO E NON DELLA MADONNA, VISTO IL DENARO CHE CIRCOLA CON PELLEGRINAGGI, PERNOTTAMENTI, NEGOZI… MA SE NON E’ COSI’ PER QUEI LUOGHI, NON E’ PIU’ CONSONO PENSARE CHE LA MADONNA AIUTA CON LA PROVVIDENZA I SUOI FIGLI CHE UN TEMPO ERANO COSTRETTI AD EMIGRARE E PATIRE LA FAME? OPPURE, SECONDO MONSIGNOR GEMMA, IL POPOLO DELLA BOSNIA DEVE ANCORA MORIRE DI FAME? MARIA E’ LA MADRE ATTENTA AI SUOI FIGLI E BASARE IL PROPRIO PENSIERO SU APPARIZIONI DI PORTATA MONDIALE COME MEDJUGORJE SU AFFERMAZIONI DI COSI’ BASSA LEGA MI IMPRESSIONA MOLTO).

MONSIGNOR GEMMA, IL SUO E’ UN GIUDIDIO SENZA APPELLO?
“Potrebbe essere diversamente? Queste persone che asseriscono di essere in contatto con la Madonna, ma che in realtà sono ispirate solo ed esclusivamente da Satana (E’ L’ARROGANZA DI QUESTE AFFERMAZIONI CHE LASCIA MOLTO PERPLESSI), stanno creando scompiglio e confusione tra i fedeli per interessi e vantaggi assolutamente deprecabili.

Pensi, poi, alla disobbedienza che hanno alimentato in seno alla Chiesa: la loro guida spirituale, un frate francescano cacciato dall’Ordine e sospeso a divinis, continua ad amministrare invalidamente i Sacramenti (VORREI SAPERE CHI E’ QUESTO SACERDOTE E LA LETTERA DOVE SI DICE CHE E’ SOSPESO A DIVINIS).

E numerosi sacerdoti di tutto il mondo, malgrado il divieto esplicito della Santa Sede (E VORREI ANCHE SAPERE DOVE E’ IL DOCUMENTO IN CUI VI E’ SCRITTO CHE LA SANTA SEDE VIETA DI ORGANIZZARE PELLEGRINAGGI, DA PARTE DEI FEDELI, A MEDJUGORJE), non desistono dall’organizzare e dal prendere parte a pellegrinaggi con destinazione Medjugorje. E’ una vergogna! Ecco perché parlo di una miscela tra interessi personali e diabolici. I falsi veggenti e i loro assistenti intascano denaro, e il Diavolo crea discordia tra i fedeli e la Chiesa; i fedeli più accaniti, infatti, non ascoltano la Chiesa, che – lo ripeto – sin dall’inizio ha messo in guardia dalla mendacia delle apparizioni di Medjugorje”. (IO ORGANIZZO PELLEGRINAGGI A MEDJUGORJE MA, PROMETTO CHE SE LA CHIESA EMETTE UN DOCUMENTO DOVE VI E’ SCRITTO CHE MEDJUGORJE E’ FALSA E NON SI DEVONO PIU’ ORGANIZZARE PELLEGRINAGGI, SMETTO IMMEDIATAMENTE).

E SE I PRESUNTI VEGGENTI VEDESSERO DAVVERO LA MADONNA?
“In realtà vedrebbero Satana sotto mentite spoglie. Perché Satana ha tutto l’interesse a spaccare la Chiesa contrapponendo le due correnti dei ‘pro’ e dei ‘contro’ Medjugorje. E poi, non sarebbe una novità. Lo stesso San Paolo asserisce che il Demonio può anche apparire come Angelo della Luce; e che cioè può camuffarsi. Lo faceva, ad esempio, con Santa Gemma Galgani. Ma al di là dei suoi travestimenti, il Maligno è già intervenuto e vi posso assicurare (VORREI SAPERE DA COSA DERIVA QUESTA SUA SICUREZZA) che è lui ad ispirare i falsi veggenti sin dall’inizio con la lusinga del denaro facile”.

QUESTI VEGGENTI NON LE PIACCIONO PROPRIO…
“Per carità! Basta vedere come si comportano: sono disobbedienti verso la Chiesa (IN CHE MODO SONO DISOBBEDIENTI?), avrebbero dovuto ritirarsi a vita privata (E CHI GLIELO AVREBBE ORDINATO?) e invece continuano a propagandare le loro menzogne per scopi di lucro, facendo così il gioco del Diavolo! Il mio pensiero va immediatamente a Santa Bernadette, la veggente di Lourdes. Questa dolce creatura volle spogliarsi della sua vita e scelse l’abito da Suora per servire il Signore.

Invece, gli impostori di Medjugorje continuano a vivere comodamente nel mondo (SAREBBE INTERESSANTE VEDERE COME VIVE “COMODAMENTE” NEL MONDO MONSIGNOR GEMMA; SE HA LASCIATO TUTTE LE SUE COMODITA’. IN FONDO UN VESCOVO E’ UN PRESCELTO PIU’ GRANDE DI UN VEGGENTE E DEVE ESSERE IL PRIMO A LASCIARE TUTTI I BENI TERRENI PER VIVERE IN POVERTA’) senza manifestare alcun tipo di amore né per Dio, né per la Chiesa”. (E MENO MALE CHE NON SI DEVE GIUDICARE IL CUORE DELL’UOMO…).

I SOSTENITORI DI MEDJUGORJE SOTTOLINEANO CHE LA SANTA SEDE NON SI E’ MAI ESPRESSA IN MATERIA.
“Questa è un’altra menzogna! Come accennavo in precedenza, il Vaticano ha vietato (QUANDO? DOCUMENTO?) i pellegrinaggi da parte di sacerdoti in quel luogo. Ed ha già parlato per bocca dei due Vescovi succedutisi in questi anni a Mostar, i Monsignori Zanic e Peric, con cui ho parlato personalmente. E che mi hanno sempre manifestato i loro dubbi. Veda, neanche per Fatima e Lourdes è accaduto che la Santa Sede si esprimesse direttamente sulle apparizioni mariane. Perché, dunque, avrebbe dovuto fare un’eccezione proprio in questo caso? (ALLORA IL CARDINALE RATZINGER NON SAPEVA FARE IL SUO “LAVORO”, BISOGNERA’ DIRGLIELO).

La verità è che quando parla il Vescovo di Mostar, parla la Chiesa di Cristo. Ed è a lui, che si esprime con l’autorità conferitagli dal Vaticano, che bisogna dare ascolto. Quindi, la Santa Sede si è sempre espressa con le parole del Vescovo di Mostar; evidenziando che Medjugorje è un inganno diabolico. Ma le farò una confidenza. Vedrà che tra poco il Vaticano interverrà con qualcosa di esplosivo; per smascherare una volta per tutte chi c’è dietro questo raggiro”.

GLI STESSI SOSTENITORI FANNO NOTARE CHE A MEDJUGORJE SI REGISTRA OGNI ANNO UN RECORD DI CONVERSIONI E MIRACOLI…
“E’ una forzatura. E poi, chi conta tutte queste conversioni? Veda, se una persona si converte, è perché ha una certa predisposizione. Perché si sa guardare dentro. Perché sa ricevere il dono dello Spirito. Il luogo in cui avviene questa conversione è del tutto relativo. Pensiamo a San Paolo: si convertì per strada. E allora che dovremmo fare, scendere tutti in strada e attendere di essere convertiti? Per quanto riguarda i miracoli, le racconterò un aneddoto personale. Devo all’intercessione di Nostra Signora del Rosario di Pompei la guarigione miracolosa di una persona della mia famiglia; eppure non mi risulta che la Madonna sia mai apparsa a Pompei. Ecco, per credere, per essere guariti dentro e fuori, non occorre necessariamente che Maria si faccia vedere”.

CHE LEI SAPPIA, il Santo Padre Benedetto XVI QUALE OPINIONE HA DI MEDJUGORJE?
“Mi limiterò a sottolineare che fu lui, in quanto Cardinale Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, a emanare delle note ufficiali avverse a Medjugorje; come quella che vietava ai sacerdoti e ai religiosi di recarsi in pellegrinaggio in quella terra. Faccia lei…”. (MA DOVE E’ QUESTO DOCUMENTO?????).

INVECE SI DICE CHE Giovanni Paolo II FOSSE CONVINTO DELLA BONTA’ DELLE APPARIZIONI.
“Una leggenda tutta da provare, fermo restando che le opinioni personali tali sono; e non rappresentano in alcun modo un atto magisteriale”. (INVECE  QUELLE DI MONSIGNOR GEMMA COSA SONO? OPINIONI PERSONALI O ATTI MAGISTERIALI?).

LA SANTA SEDE NON HA MAI VIETATO NESSUN PELLEGRINAGGIO; NON HA MAI DETTO CHE A MEDJUGORJE APPARE IL DIAVOLO; E NON HA TROVATO IN NESSUNO DELLE MIGLIAIA DI MESSAGGI PAROLE CONTRARIE AL MAGISTERO. MEDITATE, GENTE, MEDITATE….

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

115 commenti

Lascia un tuo commento

  • Posso testimoniare la mia personale conversione a Medjugorje nel settembre 2009 da “tiepida” praticante a Innamorata di MARIA e di GESU’!!
    Medjugorje è un pezzettino di Cielo sulla terra!
    Grazie Annalisa per il tuo bel lavoro di apostolato.
    Spero che la Madonna illumini presto mons. Gemma oltre che tutti gli uomini e donne che ancora non La conoscono.
    Laura

  • Cara Annalisa,
    sono una pellegrina di Medjugorie, e la prima cosa che mi viene in mente quando a mente vado a quel viaggio di circa un anno fa è che sia io che i miei compagni di viaggio e tutte quelle persone che hanno fatto il pellegrinaggio sono ritornate con lo spirito di preghiera e la volontà di operare ancora di più per le proprie parrocchie: tutto il contrario di quello che afferma Mons. Gemma su disobbedienza alla Chiesa o peggio ancora divisioni pro e contro. Preghiamo per lui.

  • Ma perché non ci mettiamo tutti assieme e andiamo dal papa a chedere chiarezza di divieti reali ed altro? È ora di finirla che tutti possano dire e scrivere tutto ciò ke vogliono. Se c e un divieto reale si obbedisce altrimenti basta. Non ss ns può più. ….

  • Grazie!
    Mi viene solo un semplice : “li riconosceranno dai frutti”
    E quanti frutti in questi anni da Medjugorie!!!!!

  • Non riesco a capire come si possa credere alle parole di un vescovo ( secondo me sono dettate dal diavolo) che ha la presunzione di sapere tutto e getta fango su ciò che succede a Medjugorie.Sono stata un sacco di volte in Bosnia,ho accompagnato molti gruppi ed ho visto con i miei occhi il cambiamento di alcune persone,ma anche tante altre che sono tornate come da una gita.Ora mi chiedo:perchè andare a Lourdes,pagare una cifra,comprare oggettini e non andare a Medjugorie pagando la metà?Il popolo bosniaco è stato ferito dalla guerra e se io nel mio piccolo posso fare qualcosa la farò. Io non mi sono arricchita ma sono serena quando sono in quella terra molto più che quando ascolto parole da prelati che gettano sentenze e sono proprio loro che causano confusione nei fedeli.Prendiamo tutti esempio da nostro carissimo Papa Francesco:umile e vicino alla gente.

  • Grazie carissima Annalisa per questa tua analisi così schietta.
    Preghiamo per Monsignor Gemma e per la Chiesa tutta…
    Viva Gesù….
    Viva Maria !!
    Viva la GOSPA !!
    Marco

  • Ave Maria! Effettivamente è chiaro che il diavolo ci ha messo si lo zampino . . . ma non a Medjugorje!!! Come già una volta commentato recentemente suggerisco di inserire nelle nostre intenzioni di preghiera una frase della nostra Madre Celeste tratta da un messaggio da Medjugorje del 7 febbraio 1985 . . . E CHE OGNI OPERA SI SATANA FINISCA A GLORIA DI DIO!! . . . . . il resto lo lasciamo fare allo Spirito Santo. Che il Signore vi benedica tutti sempre ed ovunque. Sia lodato Gesù Cristo . . . sempre sia lodato!

  • Ave Maria! È chiaro che il diavolo ci ha messo si lo zampino . . . ma non a Medjugorje!!! Come già precedentemente fatto, suggerisco un intenzione di preghiera da inserire nei nostri Santi Rosari tratta da un messaggio da Medjugorje . . . “e che ogni opera si satana finisca a gloria di Dio!!” Il resto lasciamolo fare allo Spirito Santo. Che il Signore vi benedica tutti. Sia lodato Gesù Cristo . . . sempre sia lodato!

  • grazie per l’articolo. questo mi fa sempre più pensare alla tecnica usata ai tempi d’oggi dal male per “confondere le acque”:
    far passare una verità come “bugia”
    e far passare una bugia come verità

  • Ma se è vero che Satanaccio appare come angelo di Luce, allora è molto probabile che non sia stato Mons Gemma ad essere intervistato ma il demonio stesso.

  • Ma allora se il diavolo imita così meravigliosamente bene la Madonna, sarà anche possibile che ad essere intervistato non sia stato Mons Gemma ma il demonio che lo ha imitato

  • grazie Annalisa sei unica, ma proprio a noi Questo Monsignore viene a dire queste cose? noi io che sono e siamo innamorati di Medjugorje….

  • Caro monsignor gemma, io sono una che è andata a medjugorie da scettica e quello che ho provato e sentito non può certo essere opera del maligno…può infatti il diavolo portarti a recitare il 15 agosto con tutti i familiari 1000 ave marie? Può satana indurti dopo quel viaggio alla recita giornaliera del rosario? E mi fermo qui ma potrei aggiungere tanto altro ancora…le persone che si allontanano dalla chiesa caro monsignore lo fanno perché troppi clericali purtroppo sono come lei che giudica senza aver fatto tale esperienza e purtroppo mi pare che sia lei ad assere vittima del maligno, pregherò per lei affinché la mamma del cielo la illumini. ..

  • Sono esterefatto di queste dichiarazioni. La fede e’ un dono e va coltivata. Una considerazione soltanto mi viene in mente. Non credo che lo scaltro Demonio gioisca per le moltissime conversioni, per le stecche intere di fazzoletti tempo per asciugare le lacrime di chi ritrova l’amore e riconosce il Suo creatore in quell’angolo privilegiato e distante del mondo. Il demonio non crea conversioni, ne sono certo. Non credo che tutte le migliaia di pellegrini siano degli invasati, cercano e trovano la serenita’ e la pace, segni di un Dio Padre che fa presente, che Ti aiuta e tI da speranza viva. Scusate non voglio essere irriverente, ma mi dispiace soltanto che qualcuno la pensi diversamente. Il Diavolo secondo me non si da la zappa sui piedi.

  • Che dire! Solo tanta amarezza e tristezza leggendo questo articolo! Però, un lato positivo lo trovo tra le righe…quello che vive al “piano di sotto, sotto terra che ama tanto le tenebre” è arrabbiato nero!!! Per suscitare tali pensieri su un uomo di Chiesa come il Vescovo Gemma! Preghiamo, preghiamo in modo particolare per sacerdoti. Grazie Annalisa per questi articoli!

  • L’albero si riconosce dai suoi frutti e personalmente non sapevo mi piacesse così tanto quella frutta! Ne mangio in abbondanza, io, i miei familiari e quelli intorno a me che ne vengono a conoscenza mi chiedono dove si compra. Rispondo sempre: “Me l’hanno regalata, facciamo a mezzo”.

  • Cara Annalisa,
    anche Padre Pio fu perseguitato da Giovanni XXIII che la Chiesa ha portato agli onori degli altari procamandolo Santo.
    Il diavolo mette dubbi nei cuori degli uomini. Non mi meraviglia affatto gli atteggiamenti ‘negativi’ di Mons. Gemma, al quale chiedo: Ma gli alberi buoni non si riconoscono dai frutti? Se ‘non sbaglio’ e una frase evangelica e consiglierei al prelato di fare attenzioni quando fa affermazioni con troppoa vemenza. Che Dio possa benedirlo. Ciao!

  • Mi dispiace per il pensiero di Monsignor Gemma. Aggiungo solo una cosa : quanto sterco del demonio vedo nelle nostre parrocchie con viaggi organizzati in Terra Santa ed altri vari Santuari e persone che approfittano di questo sterco per i loro comodi e persone appartenenti alla parrocchia che ti dicono che tu preghi troppo e non ti dai da fare materialmente . Forse caro Monsignor Gemma è ora di aggiustare la mira e guardare bene in molte nostre parrocchie di cattocomunisti e lo ripeto cattocomunisti falsi ipocriti che si permettono di giudicare i gruppi di preghiera e hanno ucciso la vita spirituale delle anime dei nostri giovani con recital , musical senza insegnare loro quello che ci insegnavano le nostri madri. Prendete in mano il rosario e pregate. Da Maria viene la salvezza. Solo lei intercede con suo figlio. Scusate lo sfogo ma ci voleva .

  • C’è da piangere.Purtroppo è sulla strada di Milingo(che ho conosciuto personalmente quando era vescovo).

  • Ciao Annalisa, continua pure la tua opera e fin che puoi tralascia opinioni alquanto ipocrite di rappresentanti spesso rilevanti ma rappresentativi del come il maligno, ormai alle strette, tenta offuscare il vero messaggio di Cristo mettendo in lite i Cristiani…
    Buona strada

  • Perchè non diciamo che chi parla/sparla contro Medjugorje, fa il gioco del demonio?

  • Forse bisogna sperare che questo Signore vada di persona in quella terra (l’ha fatto anche Cecchi Paone!) forse smetterà di giudicare e criticare, magari avrà la sua conversione, di conversione c’è sempre bisogno, un abito non ti garantisce nulla, e non ti da diritto a nulla, se uno non apre il cuore…….non può capire! W Medugorje W la Gospa e W chi ci organizza pellegrinaggi e da alle persone la possibilità di cambiare vita! Grazie Annalisa!

  • Vedrà che tra poco il Vaticano interverrà con qualcosa di esplosivo per smascherare una volta per tutte chi c’è dietro questo raggiro”.
    Mons. Gemma riporta ciò che ha orecchiato all’interno del Vaticano: a parecchi Monsignori dà fastidio che la Madonna irrompa nel loro lavoro di evangelizzatori perché si sentono un poco considerati degli incapaci di Parole efficaci per la conversione o perchè intendono portare la Chiesa su percorsi alternativi non graditi al Signore. Quindi si preparano a squalificare tutto ciò che è stata la Presenza della Madonna in questi 33 anni. Resta da vedere come la pensa il Papa ma purtroppo credo che se Egli non fosse d’accordo sarebbe già dovuto intervenire. Il Vaticano ha forse una gran paura della divulgazione dei 10 segreti, alcuni dei quali dovrebbero rivolgersi proprio alla Chiesa?

  • Io ringrazierò sempre Medjugorie e Maria nostra Madre per il dono della conversione che ho ricevuto nel 2010…..e ringrazio Maria per la sua intercessione grazie alla quale Gesù mi ha LIBERATO dalle sgrinfie del maligno…..Grazie MARIA

  • Non vorrei sbagliarmi, ma su Radio Maria nelle trasmissioni di Padre Amorth, lui stesso dice che l’unica di cui non può prendre le sembianze il Diavolo è proprio la Madonna! E poi basta andare in quei luoghi per sentire quella serenità e quella pace, che purtroppo la vita di oggi mette a dura prova. Io ho sperimentato quella pace ed anch’io ho iniziato un vero cammino di conversione che non mi allontanato affatto dalla chiesa, anzi mi ha portato alla messa quotidiana, ai sacramenti e al rispetto e all’amore verso gli altri. No, proprio non ci sto ad essere considerata una sprovveduta….

  • E’ un po’ che ci penso e che si vocifera che la Chiesa voglia mettere il silenzio su Medjugorje,questa dichiarazioni potrebbe essere la prima di una lunga serie….

  • Cara annalisa non mi stupisce l affermazione di mons.Gemma, anche perché il vangelo ci aveva avvertiti che la zizzania cresca insieme al frumento poi arriverà il tempo della mietitura lascio a te le conclusioni

  • Che dire nel leggere tutta questa pergamena!!!

    Un giorno andai da un vescovo; e attribuì la mia conversione a un autosuggestione….. mi venne spontaneo rispondergli:

    Eccellenza….,Caspita!!!!

    Questa Autosuggestione che lei cita, ha avuto il Potere di tirarmi fuori dalla morte in cui vivevo senza Gesù…..
    Allora gli dissi:

    Perché non togliamo le statue dei santi e mettiamo un’altra statua intitolata SANTA AUTOSUGGESTIONE???

    Mi ricordo come se fosse ieri…., mi guardò negli occhi e mi disse imbarazzato: Chi Sei???

    Gli risposi: Sono un Figlio di Dio Ritornato alla Luce Grazie a Maria che ha Poggiato i suoi Piedi in quella terra Baciata da Dio…..!!!

    Guardiamo sempre in alto l’Albero, e sì che possiamo dire riconosco il frutto……

    Se Guardiamo le radici, guardiamo noi stessi…….!!!!!!!!!

  • Non ho capito se la zizzania sono le parole del vescovo o le apparizioni di Medjugorje

  • DITE A MONS. GEMMA CHE SONO QUASI 33 ANNI CHE LA MADONNA APPARE A MEDJUGORJE,….VOGLIO SOLO RICORDARGLI COSA DISSE GAMALIELE,PARLANDO DEGLI APOSTOLI DI GESU….SE E OPERA DI DIO NON RIUSCIRETE A BLOCCARLI,MA SE E’ OPERA DEL DEMONIO ,CADRA DA SOLA……RIPETO CHE SONO 33 ANNI E’ TUTTO E’ ACCADUTO IN UN PAESE IN GUERRA CON LA MAGGIOR MPARTE MUSSULMANA,E COMUNISTA….MEDITATE GENTE,MEDITATE…PASQUALE

  • Un tantinello arrogante Sua Eccellenza Reverendissima. A me personalmente sembra che se Satana sta ingannando qualcuno, cercando di fomentare divisioni e maldicenze, questo qualcuno sia proprio il degnissimo Vescovo Gemma. Preghiamo per lui! A furia di bastonare il Demonio, diciamo che si sta beccando qualche piccola vendetta, niente di che tutto sommato. Preghiamo per lui e per la sua indiscutibile buona fede anche nel fare certe ingiustificate e improvvide affermazioni! Siano lodati Gesù e Maria!

  • …e la madonnina che noi abbiamo a Civitavecchia proveniente da medjugorie cos’e’? Ha pianto lacrime di sangue che il demonio non e’ riuscito a confondere….la verità dura in eterno quel che e’ falso cade dopo poco.

  • Che triste leggere cosa pensa mons.Gemma di Medjugorje, che vada sul posto e vede i giovani la fila ore che aspettano per confersarsi….dove si vede questo, io ho visto nella mia famiglia il cambiamento bellissimo e grazie alla Madonna, e propio vero e lei che chiama i nostri figli, e ti cambia la vita, io vado 2 volte al anno e porto pellegrini a Medjugorje, e la gioia dopo di questi pellegrini vederli felici e dirmi grazie di tutto quello che hanno ricevuto a Medjugorje,,,,,, mi sento il cuore che ho paura che mi puo scoppiare dalla gioia quando sento cosa mi dicono di medjugorje e che vogliono subito ritornare. Grazie Annalisa. pace e bene Anna

  • Io credo che Dio e la Sacra Famiglia siano unici, e se mi da gioia pregarli in qualunque posto posso pensare sia apparsa la Madonnina, nessuno debba dirmi di no. Il diavolo? Ricordiamoci bene come é stato trattato Padre Pio a suo tempo dai bravi inquisitori, e come invece ci lucrano oggi.credo che la Chiesa di questi potenti dovrebbe armarsi di più umiltà e meno arroganza.

  • Il documento che vieta ai sacerdoti di organizzare pellegrinaggi a medjugoroe esoste

  • Mi permetto di dare a Mons. Gemma un consiglio che do.. a tutti coloro che hanno dei dubbi su Medjugarje, che è poi è quello che dovrebbe fare ciascuno di noi prima di esprimersi su un determinato argomento : documentarsi!.

    Sicuramente Mons. Gemma NON E’ MAI STATO a Medjugorje.

    Ci vada e poi vediamo se, al ritorno parlerà ancora così!
    D’ altronde , se Lui è esorcista, non dovrebbe aver paura del Diavolo!

  • Scusate e`partito il messaggio.il documento e’ un testo della conferemza dei vescovi yugoslavi dell aprile 1991

  • Più che dire di andare a vedere, dico di andare a RESPIRARE l’amore di Medjugorje!
    E dal momento che mi manca un po’ di quest’aria….. domenica partiamo!♥♥♥

  • Medjugorje vs Chiesa Cattolica.
    Assunzione di Maria SS.
    Messaggio del 15 agosto 1981 (Messaggio straordinario)
    Mi chiedete della mia assunzione. Sappiate che sono salita al Cielo prima della morte.
    La Chiesa:
    Il dogma dell’Assunzione afferma che il corpo di Maria è stato glorificato dopo la morte. Giovanni Paolo II, 2 luglio 1997
    Medjugorje sbaglia nell’affermare che Maria è stata assunta in Cielo prima di morire
    *****
    Risurrezione della Carne:
    Messaggio del 24 giugno 1982
    Si nasce una volta sola e dopo la morte il corpo si decompone e non rivivrà più. Ogni uomo poi riceverà un corpo trasfigurato.
    La Chiesa:
    La «risurrezione della carne» significa che, dopo la morte, non ci sarà soltanto la vita dell’anima immortale, ma che anche i nostri « corpi mortali » (Rm 8,11) riprenderanno vita.
    Catechismo della Chiesa Cattolica, n° 990
    è eretico Medjugorje nell’affermare che il corpo “non rivivrà più”
    *****
    Altro errore:
    Messaggio del 24 giugno 1982
    Anche chi ha fatto molto male durante la vita terrena può andare diritto in Cielo se alla fine della vita si pente sinceramente dei suoi peccati, si confessa e si comunica
    La Chiesa:
    Chi si pente sinceramente dei suoi peccati in punto di morte, si confessa e si comunica, avrà salva l’anima, ma dovrà scontare il peccato in Purgatorio.
    Catechismo e Dottrina della Chiesa
    sbaglia Medjugorje nell’affermare che se ci si pente in punto di morte andrà direttamente in paradiso
    Perché pur essendo in “stato di grazia”, necessariamente si deve transitare nel purgatorio per perfezionare la purificazione morale e spirituale prima di accedere al Paradiso e alla comunione perfetta con Dio.

  • Caro cciminiello, mi permetto di correggerti: Mons Milingo che ho l’onore di annoverare tra i miei amici più cari è stato molto maltrattato da chi invece doveva difenderlo. Non è mai stato appoggiato nel suo ministero di esorcista . Non vedo similitudini con Mons Gemma. Se lo desideri ti saluto Monsignore perchè sono ancora in contatto con lui. Un caro saluto

  • Ma non sarà che Mons. Gemma a forza di esorcizzare…. non sia cascato dall’altra parte? E che abbia bisogno di essere quantomeno benedetto da qualcuno? Proporrei don Amorth.
    Questo accanimento così mancante di carità e pastorale evangelica è quantomeno sospetto. E tutte le disinformazioni e le palesi menzogne del prelato (che, come cattolico legato al magistero della Chiesa, mi lasciano interdetto) mi puzzicchiano di zolfo, peggio di una fabbrica di cerini…

  • 1°- … definiamo essere dogma da Dio rivelato che: l’immacolata Madre di Dio sempre vergine Maria, terminato il corso della vita terrena (NON DICE SE PRIMA O DOPO LA MORTE) , fu assunta alla gloria celeste in anima e corpo.
    2°- INFATTI IL CORPO SARA’ TRASFIGURATO E NEMMENO SAN PAOLO SA SPIEGARE COME SARA’.
    3°- IL PRIMO AD ANDARE DIRETTAMENTE IN PARADISO FU IL BUON LADRONE.

  • Cara Elena, hai ragione, i sacerdoti e i vescovi non possono organizzare pellegrinaggi ufficiali ma li possono organizzare i laici e i sacerdoti sono pregati di accompagnarli come guide spirituali.

  • Mons.Gemma
    cosa dire….semplicemente che a me non è mai piaciuto.
    Opinione molto personale,ma quando l’ho visto con il rinnovamento dello Spirito,mi è sembrato solo tanto teatrale.
    Sempre opinione personale e non mi permetto di dire che in lui c’è qualcosa di poco credibile.
    Penso però che se ci sono pochi esorcisti è perchè molti si montano la testa e se la rischiano in superbia….questo addirittura parla come se esprimesse un dogma…l’hanno fatto Papa e non me ne sono accorta???

  • è dal 2011 che vado a Medjugorje e spero di riuscire ad andarci tutti gli anni finchè la salute me lo permetterà
    la Madonna mi ha fatto la grazia di farmi ritrovare l’anima e di riprendersela e non la voglio più perdere grazie a Lei
    la mia anima Le appartiene
    ………………….
    fra le mille cose che ho notato a Medjugorje sono gli indemoniati e mi sono chiesta come mai solo lì e non a Lourdes o a Fatima o in altri Santuari ne ho mai visti o ne ho mai sentito parlare
    qualcuno mi ha detto:” perchè a Medjugorje c’è la Madonna:…”
    mons. gemma lì c’è la Madonna ci vada e se ne renderà conto anche lei

  • Di cosa è capace diavolo!x forza e un continuo convertirsi e suscitare vocazioni….non può che dargli fastidio…

  • Vorrei dire io sono stata a medjiugorje nel 91 grazie ad un sacerdote che non mi conosceva ma a cui mi dono rivolta per darmi una mano perché da 10 anni avevo lasciato il Signore e la chiesa cattolica e mi ero messa tra le mani del demonio pre questuando cartonati e maghi e sedute spiristiche e tutte queste cose mi facevo no svegliare al mattino e cercare il modo di farla finita. Il sacerdote a cui mi sono rivolta usava le offerte dei fedeli per regalare il viaggio a medjiugorje a chi non poteva e così la Madonna aveva scelto per me un incontro speciale a medjiugorje . In quel periodo. Non c’erano molti alberghi e le persone ci ospitavano come potevano, facendo il possibile per accoglierci nel miglio modo, io non ho assistito a nessuna apparizione perché in quel periodo appariva nel campanile della chiesa e io mi trovavo nel piazzale, ma nel momento dell ‘apparizione io ho creduto nel mio cuore alla sua presenza e dopo l’apparizione sono riuscita entrare inchiesa per ringraziare la Vergine per avermi ascoltato, in chiesa ad una preghiera con padre modo che non conoscevo, e non sapevo neanche pregare, così nel mio cuore ripetevo tutte le preghiere che diceva il prete e ad un certo punto entrai in una altra dimensione, quando il prete disse Gesù guarisci il mio cuore, sentii il mio cure furono come il ghiaccio, sciogliersi come neve al sole e sentii tanto amore e tanta gioia che non avevo mai avuto in vita mia . Avevo toccato il cure di Gesù il suo amore infinito e per tanti mesi percepii la sua presenza e il suo amore per me ed era incredibile come tutto il male che avevo ricevuto e l’odio che avevo nel cure non c’erano più. Avevo perdonato tutti. Ero andata a chiedere la guarigione del cuore perché dovevo essere operata al cuore, e non ho avuto quello che volevo, ma ho avuto la guarigione dello spirito e ho sopportato tutto con amore e sostenuta dal l’amore di Dio. -a distanza di 25 anni mi sono sposata ho avuto un giglio che non potevo avere per i medici e mio marito è venuto pA ma cara 20 giorni fa dopo aver sofferto di tumore per 7 anni e che non doveva neanche arrivare al secondo anno, e’ morto facendo la fine del Signore dissanguato per il suo tumore in bocca ma ha affrontato tutto accettando tutto per amore del signore e di Maria col sorriso sulle labra e il rosario che io gli dicevo e lui ripeteva nella mente perché mi sentiva ed era contento. Questo è il frutto di medjiugorje. Grazie

  • Uno non è obbligato a credere a Medjugrje come non è obbligato a credere a Loures o a Fatima. Quello di monsignor Gemma è un suo parere personale come lo è quello di padre Amorth che a Medjugorje ci crede. La commissione su Medjugorje ha presentato tutto al papa, vediamo che cosa dirà. Io personalmente credo a Medjugorje, devo dire però che ho letto su internet alcune delle perplessità che monsignor Gemma riporta. Vediamo, in queste cose la Chiesa non ha fretta !

  • Vorrei aggiungere ancora una cosa che il sacerdote che mi ha portato a medjiugorje ora e’ il mio direttore spirituale e ha sempre creduto a Medjiugorje. Ed se ci sono tanti pelligrinaggio da parte di chi c’è stato e perché vorrebbero che tutti si convertì o, ma questo e un dono che ognuno di noi deve chiedere. Grazie .. Francesca sirianni

  • quello che hai pubblicato nelle dichiarazioni di codesto vescovo sono affermazioni a dir poco sconcertanti e non conformi al vero x quanto riquarda la posizione della chiesa che e’ come giusto sia prudente ma non contraria Colgo tutta la miseria umana di chi si ritiene detentore della verita’ avvalendosi di una buona scorta di pregiudizi Anch’io organizzi mensilmente pellegrinaggi a MEDIOGORIE e sono testimone delle meraviglie che la MADRE CELESTE ci dona e ne sono profondamente offesa GRAZIE ANNALISA

  • È allora che dire di San Giovanni ROtondo? Anche quelli sono denari del diavolo? I quanti mt quadrati di appartamento vive monsignore? I credo molto nella Madonna, avendo e ricevuto grazie, quindi in qualsiasi modo si manifesta mi sta bene. Ave Maria. Io credo molto nella preghiera mariana, e se fatta in buona fede non fa certo male, in qualsiasi posto. Saluti

  • Per questo la Madonna dice sempre di pregare per i pastori che Gesù ha scelto, proprio così, mi vien da chiedermi perché non provano ad andarci a Medjugorje invece di sparare così a vuoto, forse perché la starebbero troppo bene nell’abbraccio con Maria. Ma poi che male ci dovrebbe essere nell’andare in un posto dove si prega, e si prega molto? Chi lucra su Medjugorje farà i suoi conti con Dio alla fine della sua vita.

  • La Madonna a medjugorie l’ha detto molti saranno i non credenti anche quando ci sarà il grande segno. E quando vorranno credere per loro sarà troppo tardi…

  • Amici cari, anzi fratelli e sorelle, ieri ho letto e commentato l’articolo. Ero molto scoraggiata vedendo l’azione di satana si Mons Gemma. Leggendo i vostri commenti mi sono risollevata, perché anche l’azione di satana torni a Gloria del nostro AMATO DIO

  • Ho conosciuto di persona il Vescovo Gemma e fui soddisfatta della sua assistenza. Dopo le sue Benedizioni si alleviarono notevolmente delle tentazioni ossessive nei pensieri che affollavano la mia mente: pensieri di bestemmie e addirittura di lodo al Maligno con il pensiero di consegnarmi a lui e addirittura consegnargli le persone care. Tutto assurdo e insopportabile per me cattolica praticante ed anche membro del Rinnovamento nello Spirito. Ma proprio per la mia stima verso Sua Eccellenza Mons. Gemma ora sono delusa da questo suo atteggiamento. Non comprendo tutto questo disprezzo verso messaggi che comunque invitano alla conversione, alla preghiera e al digiuno e sono quindi positivi per ogni cattolico. E poi tanta sicurezza come se il suo giudizio fosse infallibile. Ci sono altri pareri di personaggi autorevoli favorevoli, tra cui Padre Amorth, esorcista esperto come lui. Condivido il commento con la domanda “INVECE QUELLE DI MONSIGNOR GEMMA COSA SONO? OPINIONI PERSONALI O ATTI MAGISTERIALI?).

  • Leggo con forte perplessità quello che l’articolo di A. Colzi esprime contro mons. Gemma. La perplessità nasce dal fatto che l’autore, che fra l’altro afferma di conoscere la fenomenologia diabolica (ma a che scuola appartiene?), parla di un Vescovo della Chiesa Cattolica, esorcista ancora attivo nonostante l’età, con argomentazioni prive di verità e in tono offensivo.
    Mi sento perciò di dare alcune risposte che spero facciano chiarezza presso i lettori, sperando di non essere cassato.

    1 – Quando scrive che “LA CHIESA DI ROMA … BLOCCO’ A SUO TEMPO IL VESCOVO DI MOSTAR…” non solo non dice da dove lo rileva, ma afferma una non verità.
    Lo stesso vescovo Peric il 25/5/2002 a Split e il 17/2/2004 a Dublino, spiegò con dovizia di particolari come si comportò il Vaticano con lui e con Zanic.
    Per coloro che sono alla ricerca della verità questo è l’indirizzo: http://www.cbismo.com/index.php?mod=vijest&vijest=437

    2 – Fra le norme per distinguere i veri dai falsi ‘veggenti’, la Chiesa al punto B/c pone come criterio negativo “Una ricerca evidente di lucro collegata strettamente al fatto”. Quando mons. Gemma parlò di ‘sterco del diavolo’ e denaro a fiumi, lo collegava a questi ‘veggenti’ che affermavano di vedere la Madonna, ma nel contempo ricevevano soldi e alcuni aprivano conti correnti a loro intestati (se vuole le mando le coordinate, in privato…). Non mi dica che lei non ha notato l’albergo Magnificat, di Marija. Come pensa che se lo sia fatto?

    3 – L’autore si chiede anche chi sarebbe “il frate francescano cacciato dall’Ordine e sospeso a divinis… e dov’è il documento…”. Domanda strana, visto che basta andare sul sito ufficiale della diocesi di Mostar per saperlo (http://www.cbismo.com/index.php?mod=vijest&vijest=226).

    Per la verità i francescani sospesi a divinis furono più di uno. Di padre Jozo Zovko (quello di cui la Gospa disse: ‘E’ un santo!’), ad esempio, è stata pubblicato sui bollettini pastorali dal ’95 al 2004, ben 11 volte! Ma la prima sospensione la ebbe nell’89, (lettera 622/89).
    Anche P. Slavko, quando morì sul Krizevac il 24 novembre del 2000, era sospeso a divinis. Riporto: “In seguito a più lettere ufficiali tra la Curia episcopale… e fra Slavko Barbarić riguardo all’allontanamento del detto frate da Medjugorje, dove egli da anni illegalmente svolge la pastorale, senza l’approvazione della Curia diocesana, l’Ordinario diocesano, con la lettera del 21 febbraio 2000, prot. 203/2000, ha proclamato che fra Slavko Barbarić è privo della giurisdizione confessionale nel territorio delle Diocesi erzegovinesi”. Bollettino Ufficiale delle Diocesi della Metropolia di Sarajevo, n. 1/2000, p. 65.
    Di P. Tomislav Vlasic, del quale la Gospa disse: ‘Vi guida così bene!’, credo che basti e avanzi quanto già la C.D.F. ha reso pubblico nel 2009.
    Tutti e tre i frati, nonostante la sospensione a divinis, continuavano imperterriti ad amministrare i sacramenti e quindi a commettere sacrilegi. Ma la Gospa di loro disse che erano ottimi e santi sacerdoti. Lei che si intende di demonologia, sa dirmi quale ‘Madonna’ parlò?

    4 – “Vorrei anche sapere dove e’ il documento in cui vi e’ scritto che la santa sede vieta di organizzare pellegrinaggi, DA PARTE DEI FEDELI, a Medjugorje…” ,
    Se la firmataria dell’articolo avesse riletto la dichiarazione del Vescovo, forse si sarebbe accorta che parlava di divieto ai sacerdoti. E comunque il divieto esiste per tutti, eccome!
    Fin dall’11 novembre 1984 l’Osservatore Romano pubblicava il testo di due comunicati: quello della Commissione di indagine diocesana dell’11 ottobre, e quello della CEJ del 12 ottobre, ufficializzando in questo modo la decisione che il clero e i fedeli non dovevano organizzare o intrupparsi in pellegrinaggi “ufficiali” a quel luogo.
    C’è di più. Nell’aprile 2007 il Papa in persona invitò tutti i Vescovi della Toscana, che in quei giorni si trovavano in Vaticano, ad un incontro con il Segretario della Congregazione D.F., mons. Amato, il quale li esortava a rendere pubblica l’omelia del vescovo di Mostar del 15/6/2006, che fra l’altro diceva: «I fedeli cattolici… devono sapere che non sono permessi i pellegrinaggi ecclesiastici, né ufficiali né privati… se presuppongono l’autenticità delle “apparizioni”… ». Mentre Carlo Maria Vigano, Nunzio Apostolico, il 21/10/2013 rincarava: «…Ne deriva, perciò, che i chierici e i fedeli non possono partecipare ad incontri, conferenze, o celebrazioni pubbliche in cui la credibilità di queste “apparizioni” (Medugorje) venga data per certa».
    L’articolista mi consenta: lei a Medugorje ci va senza presupporre che appaia la Madonna?

    5 – La firmataria dell’articolo si chiede anche: “In che modo –i veggenti- sono disobbedienti?”, dando l’impressione di non conoscere affatto la storia di questo fenomeno.
    Cito allora una sola frase:
    «Perciò invito quelli che dicono di sé di essere “veggenti” di mostrare l’obbedienza ecclesiastica e di cessare con tali pubbliche comparse e comunicati in questa parrocchia. Con ciò manifesteranno il loro dovuto senso ecclesiale non mettendo le “apparizioni” private… sopra la posizione ufficiale della Chiesa» – Mons. Peric, 15/6/2006. Risultato: nessuno dei ‘veggenti’ ha obbedito.

    6 – Afferma che nessun messaggio è contrario al Magistero.
    3 esempi: Vicka, il 15 aprile 1982 disse che la ‘Madonna’ mandò un messaggio a due frati ribelli esortandoli a disobbedire al vescovo locale e al vicario generale del loro ordine., dicendo di dire loro: “NON UBBIDITE A NESSUNO!” [Mons. P. Žanić, La verità su Medjugorje,§ 12];
    “MIO FIGLIO GESÙ STA PREGANDO PER LUI (il vescovo) affinché creda… in Medugorje”- 24/4/1984, Ivan;
    “Se quello che cerco non avviene, IL MIO GIUDIZIO E IL GIUDIZIO DI MIO FIGLIO ATTENDE IL VESCOVO” – 21/6/1983 – Ivan.
    Signora Colzi, se ne vuole conoscere altri, legga “LE DEVIAZIONI DI MEDUGORJE”, sempre sul famoso sito della Curia vescovile. Forse se ne farà una ragione.

    Un’ultima domanda signora Colzi: qualora la Congregazione per la Dottrina della Fede dovesse emettere il verdetto “Non constat de supernaturalitate”, le basterà per mantenere la sua promessa o vorrà una lettera del papa indirizzata personalmente a lei?
    La ringrazio per l’ospitalità e la prego, se risponde al mio commento, lo faccia lei personalmente, perché ho il sospetto che l’articolo non sia il suo…

  • poiche’ 28 anni fa ho iniziato un cammino di fede, per evitare di fare cosa non in linea con la chiesa,non mi decidevo ad andare a Medjugorie per sciogliere un voto che avevo fatto alla Madonna quando mia figlia aveva rischiato la vita per una peritonite.Un giorno in tv trasmisero l’intervista che un giornalista aveva fatto al Santo Padre Giovanni Paolo II, la domanda del giornalista era relativa al suo pensiero sulle apparizioni della Madonna a Medjugorie, il Papa rispose: “chi ha desiderio di andarci ci vada tranquillamente”.era l’anno 2000,e così vado a Medjugorie da 14 anni ringraziando la Madonna e San Giovanni Paolo II.Su questa intervista in tv nazionale potrete documentarvi e sulla parola di questo Santo penso non ci siano dubbi.

  • CARO sign.VESCOVO non e che LEI sia in MALA FEDE e si ESPRIMA come IL MALIGNO?

  • Estratti dall’Omelia del Vescovo di Mostar, Mons. Ratko Peric

    (del 15 giugno 2006)
    Nella sua Omelia, il Vescovo mette in chiaro i seguenti punti:

    1. Se «qualcuno a Medjugorje si confessa sinceramente e riceve devotamente la Santa Comunione», costui da tale stato di grazia «non può passare in maniera illogica alla conclusione: Io mi sono confessato, mi sento bene, ora sono convertito, dunque la Madonna appare a Medjugorje».

    2. Il Vescovo dichiara: «nella chiesa locale di Mostar-Duvno esiste qualcosa come uno scisma: un gruppo di sacerdoti, dimessi dal Governo generale dei Frati minori dell’Ordine francescano, a causa della loro disobbedienza al Santo Padre, già da anni mantiene in maniera violenta, più chiese parrocchiali ed uffici con l’inventario ecclesiastico. In tali parrocchie essi operano non solo illegalmente ma amministrano i Sacramenti sacrilegamente…». Tale prassi deve essere scioccante per tutti noi.

    3. «Medjugorje è una parrocchia cattolica… e nessuno è autorizzato ad attribuire il titolo ufficiale di “Santuario” a questo luogo».

    4. «In base alle indagini ecclesiastiche sugli avvenimenti di Medjugorje non si può affermare che si tratti di apparizioni o rivelazioni soprannaturali…».

    5. «Nessun sacerdote… è autorizzato a presentare la sua opinione privata, contraria alla posizione ufficiale della Chiesa sulle apparizioni e messaggi…».

    6. «I fedeli cattolici… devono sapere che non sono permessi i pellegrinaggi ecclesiastici, né ufficiali né privati… se presuppongono l’autenticità delle “apparizioni”… ».

    7. «… come Vescovo locale ritengo che… non è accertata, a livello ecclesiastico, nessuna “apparizione” della Madonna… il fatto che si parla di decine di migliaia di “apparizioni” non attribuisce nessuna autenticità a tali eventi… Tale alluvione delle presunte apparizioni ci convince ancora di più che in tutto questo non è accertato niente di autentico e veritiero».

    8. «Perciò invito quelli che dicono di sé di essere “veggenti” di mostrare l’obbedienza ecclesiastica e di cessare con tali pubbliche comparse e comunicati in questa parrocchia. Con ciò manifesteranno il loro dovuto senso ecclesiale non mettendo le “apparizioni” private… sopra la posizione ufficiale della Chiesa».

    9. «La fede è una cosa seria e responsabile. La Chiesa è un’istituzione seria e responsabile».

  • 1°- Guarda caso nel sito di monsignore manca questa parte (o forse non l’ho vista io): “Il Cardinale Casaroli, con lettera dalla Segreteria di Stato N° 150.458, del 1° aprile 1985, incaricò il Card. Franjo Kuharic di trasmettere al Vescovo Zanic l’ordine di sospendere ogni dichiarazione personale, prima che siano raccolti tutti gli elementi che permetteranno di chiarire i fatti e di emettere il giudizio finale”
    Inoltre, nel 1986, la Santa Sede sottrasse alle competenze del Vescovo la facoltà di pronunciarsi sugli eventi di Medjugorje, e la affidò alla Conferenza Episcopale Jugoslava. Questa, su incarico del Card. Ratzinger, ha fondato una sua Commissione per Medjugorje”. “La verità su Medjugorje” Dr. Ljudevit Rupcic.

    2°- Di seguito le norme per riconoscere le apparizioni vere o false. Dire che sono false perchè i veggenti hanno fatto fiumi di denaro… mi fa solo sorridere. Vorrei vedere i miliardi che hanno nei loro conti. O forse volevate che i veggenti morissero di fame?
    Mi sembra che gli aspetti positivi richiesti dalla Santa Sede ci siano tutti.

    I Criteri per giudicare, almeno con una certa probabilità,
    del carattere delle presunte apparizioni o rivelazioni

    A) Criteri positivi:

    a) Certezza morale, o almeno grande probabilità dell’esistenza del fatto, acquisita per mezzo di una seria indagine.

    b) Circostanze particolari relative all’esistenza e alla natura del fatto, vale a dire:

    1. qualità personali del soggetto o dei soggetti (in particolare, l’equilibrio psichico, l’onestà e la rettitudine della vita morale, la sincerità e la docilità abituale verso l’autorità ecclesiastica, l’attitudine a riprendere un regime normale di vita di fede, ecc.);

    2. per quanto riguarda la rivelazione, dottrina teologica e spirituale vera ed esente da errore;

    3. sana devozione e frutti spirituali abbondanti e costanti (per esempio, spirito di preghiera, conversioni, testimonianze di carità, ecc.).

    B) Criteri negativi:

    a) Errore manifesto circa il fatto.

    b) Errori dottrinali attribuiti a Dio stesso, o alla Beata Vergine Maria, o a qualche santo nelle loro manifestazioni, tenuto conto tuttavia della possibilità che il soggetto abbia aggiunto – anche inconsciamente –, ad un’autentica rivelazione soprannaturale, elementi puramente umani oppure qualche errore d’ordine naturale (cfr Sant’Ignazio, Esercizi, n. 336).

    c) Una ricerca evidente di lucro collegata strettamente al fatto.

    d) Atti gravemente immorali compiuti nel momento o in occasione del fatto dal soggetto o dai suoi seguaci.

    e) Malattie psichiche o tendenze psicopatiche nel soggetto, che con certezza abbiano esercitato una influenza sul presunto fatto soprannaturale, oppure psicosi, isteria collettiva o altri elementi del genere.

    Va notato che questi criteri positivi e negativi sono indicativi e non tassativi e vanno applicati in modo cumulativo ovvero con una qualche loro reciproca convergenza.

    3° – L’unica sospensione a divinis è stata quella di Tomislav Vlasic. Le altre no, anche perchè per sospendere a divinis ci vogliono queste motivazioni: “La sospensione è esplicitamente applicata al chierico che:

    usa violenza fisica contro un vescovo (can. 1370) (latae sententiae)
    non elevato all’ordine sacerdotale, attenta l’azione liturgica del sacrificio eucaristico (can. 1378) (latae sententiae)
    non potendo dare validamente l’assoluzione sacramentale, tenta d’impartirla, oppure ascolta la confessione (canone 1378)
    celebra o riceve un sacramento per simonia (can. 1380)
    ha ricevuto l’ordinazione da un vescovo, di cui non sia suddito, senza le legittime lettere dimissorie (canone 1383) (latae sententiae)
    nell’atto, o in occasione, o con il pretesto della confessione sacramentale, sollecita il penitente al peccato contro il sesto comandamento (can. 1387)
    falsamente denuncia al superiore ecclesiastico un confessore per il delitto precedente (can. 1390) (latae sententiae)
    attenta al matrimonio anche solo civilmente (can. 1394) (latae sententiae)
    conviva more uxorio (concubinato) o permanga scandalosamente in un altro peccato esterno contro il sesto comandamento (can. 1395).

    Inoltre è applicata ai sacerdoti che accedono a cariche politiche (pur essendo loro vietato): alla cessazione dalla carica la sospensione viene, di norma, revocata”.

    Le eventuali disobbedienze sono tutte da provare, visto e considerato, che Jozo Zovko, appena gli è stato comunicato di non parlare più di Medjugorje lo ha fatto e continua a farlo, inoltre sempre per obbedienza si è lasciato spostare in altri luoghi.

    4°- Ma a lei danno sempre informazioni a metà? Legga e guardi quale è la posizione ufficiale della Chiesa.

    Dichiarazioni del Card. Tarcisio Bertone su Medjugorje
    Dal libro “L’ultima veggente di Fatima” Ed. Rai – Rizzoli (pag. 103-107)
    (per approfondimenti tratto dal sito: http://holy.harmoniae.com/medj_chiesa.htm)

    D-Secondo il collega Saverio Gaeta se si uniscono con una penna le dieci principali località dove la Madonna è apparsa in Europa si forma la lettera “M” di Maria. Le apparizioni, vere o false, le segnalazioni di Madonne che lacrimano sangue, sono migliaia. Esagerando un po’, Paul Claudel ha definito Fatima “il più importante evento religioso del secolo”, mentre è più convincente la tesi che sostiene essere la celebrazione del Concilio Vaticano II l’evento clou del Novecento. Maria comunque è dietro l’angolo. In agguato come il Dio nascosto di cui parla Francois Mauriac. Di solito sceglie i più semplici, gli illetterati, i bambini o i fanciulli. Il mondo, come ha sostenuto lei, vuole trovare una madre. Dopo l’attentato al Papa sono iniziate le cosiddette “apparizioni” a Medjugorje ed è da Medjugorje, peraltro, che viene la statuetta di Civitavecchia, con quel segno di sangue alle porte di Roma. Statuetta che “ha lacrimato sangue” fra le mani del vescovo della città, monsignor Girolamo Grillo.
    La vedo, eminenza, pensierosa, spero non contrariata…Medjugorje, è facile essere indovini, non verrà così facilmente e presto riconosciuta. A meno che…E siamo di fronte al rispetto di una regola fondamentale: la veridicità di un fenomeno soprannaturale si vede dai frutti: preghiera, penitenza, conversione, accostamento ai sacramenti. Per Renè Laurentin Medjugorje è il luogo dove ci si confessa di più. Tralasciamo i miracoli.

    R- (Card. Bertone): I frutti da lei elencati non sono l’unico o il primo dei criteri. Vede, a Czestochowa, in Polonia, non c’è in partenza un’apparizione riconosciuta dalla Chiesa, c’è un luogo di culto mariano che, nei secoli, ha dato frutti strepitosi, è diventato, addirittura, centro dell’identità di una nazione. Lo spirito di un popolo, di un popolo cattolico come quello polacco, qui si è continuamente alimentato e irrobustito. Quando ero Segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede è toccato a me scrivere ai vescovi che chiedevano informazioni e suggerimenti pastorali su Medjugorje.

    D-Avete, in pratica, scoraggiato i pellegrini?

    R- (Card Bertone): Non è proprio così. Intanto, un conto è non organizzarli, un conto è scoraggiarli. La questione è complessa. In una lettera alla rivista francese “Famille Chrètienne” il vescovo di Mostar, Ratko Peric, faceva affermazioni fortemente critiche sulla presunta “soprannaturalità” delle apparizioni e rivelazioni di Medjugorje. A questo punto, in seguito a una richiesta di chiarimento, la Congregazione per la Dottrina della Fede, in una lettera a monsignor Gilbert Aubry, vescovo di La Rèunion, firmata da me come Segretario il 26 maggio 1998, ha fatto con chiarezza il punto su Medjugorje. Ho tenuto, anzitutto, a precisare che “non e norma della Santa Sede assumere, in prima istanza, una posizione propria diretta su supposti fenomeni soprannaturali. Questo dicastero, per tutto ciò che concerne la credibilità delle “apparizioni” in questione, si attiene semplicemente a ciò che è stato stabilito dai vescovi della ex Jugoslavia nella dichiarazione di Zara del 10 aprile 1991: “Sulla base delle indagini finora condotte, non è possibile affermare che si tratti di apparizioni o di rivelazioni soprannaturali”. Dopo la divisione della Jugoslavia in diverse nazioni indipendenti, spetterebbe ora ai membri della Conferenza episcopale della Bosnia-Erzegovina riprendere eventualmente in esame la questione ed emettere, se il caso lo richiede, nuove dichiarazioni. Quello che monsignor Peric ha affermato in una lettera al segretario generale di “Famille Chrètienne”, cioè che la mia convinzione e posizione non è solo “non consta della soprannaturalità” ma ugualmente quella di “consta della non soprannaturalità delle apparizioni o rivelazioni di Medjugorje”, deve essere considerato espressione di una convinzione personale del vescovo di Mostar il quale, in quanto ordinario del luogo, ha tutti i diritti di esprimere ciò che è e rimane un suo parere personale. Infine, per quanto concerne i pellegrinaggi a Medjugorje che si svolgono in maniera privata, questa Congregazione ritiene che sono permessi a condizione che non siano considerati come un’autenticazione degli avvenimenti in corso e che richiedono ancora un esame da parte della Chiesa.

    D-Tutto ciò, dal punto di vista pastorale, quali conseguenze ha avuto? A Medjugorje ogni anno vanno quasi due milioni di pellegrini; la vicenda ha avuto forti complicazioni come l’atteggiamento dei frati della parrocchia di Medjugorje spesso trovatisi in conflitto con l’autorità ecclesiastica locale; c’è poi la mole imponente dei “messaggi” che, in questi anni, la Madonna avrebbe affidato ai sei presunti veggenti. “Quando un cattolico si reca in quel santuario in buona fede ha diritto a un’assistenza spirituale” ha affermato l’ex portavoce vaticano, Joaquin Navarro-Valls.

    R-(Card. Bertone): Io mi attengo alle conseguenze importanti. Le dichiarazioni del vescovo di Mostar riflettono un’opinione personale, non sono un giudizio definitivo e ufficiale della Chiesa. Tutto è rinviato alla dichiarazione di Zara dei vescovi della ex Jugoslavia del 10 aprile 1991, che lascia la porta aperta a future indagini. La verifica deve, perciò, andare avanti. Nel frattempo sono permessi i pellegrinaggi privati con un accompagnamento pastorale dei fedeli. Infine, tutti i pellegrini cattolici possono recarsi a Medjugorje, luogo di culto mariano dove è possibile esprimersi con tutte le forme devozionali.
    Dichiarazione di Zara, 10 aprile 1991:
    «I vescovi fin dall’inizio seguono i fatti di Medjugorje tramite il vescovo diocesano, la commissione diocesana e la commissione della Conferenza episcopale jugoslava per Medjugorje. Sulla base delle ricerche finora compiute, non si può affermare che si tratti di apparizioni o di fenomeni soprannaturali. Tuttavia, i numerosi pellegrini che giungono a Medjugorje provenienti da vari luoghi, spinti dalla fede o da altri motivi, richiedono l’attenzione e la cura pastorale, innanzitutto del vescovo diocesano e, con lui, anche degli altri vescovi, in modo che a Medjugorje e con Medjugorje si promuova una devozione verso la Beata Vergine Maria in armonia con l’insegnamento della Chiesa. A tale scopo i vescovi forniranno anche particolari direttive liturgico-pastorali. Nello stesso tempo, mediante le loro commissioni, continueranno a seguire e a esaminare nel loro insieme tutti gli avvenimenti di Medjugorje».
    Zara, 10 aprile 1991
    I vescovi jugoslavi

    5°- Ritengo che siano solo parole del Vescovo che sui veggenti non ha più alcuna autorità essendo passato tutto il fascicolo nelle mani della Santa Sede fin dal 1986. Legga cosa scrive la Sede Apostolica.
    3. La Sede Apostolica può intervenire, sia su domanda dell’Ordinario stesso, sia di un gruppo qualificato di fedeli, sia anche direttamente in ragione della giurisdizione universale del Sommo Pontefice (cfr. infra, n. IV)
    Ed inoltre specifica:
    IV. Intervento
    della Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede

    1. a) L’intervento della Sacra Congregazione può essere richiesto sia dall’Ordinario, fatta la propria parte, sia da un gruppo qualificato di fedeli. In questo secondo caso, si presterà attenzione a che il ricorso alla Sacra Congregazione non sia motivato da ragioni sospette (come, per esempio, la volontà di costringere l’Ordinario a modificare le proprie legittime decisioni, a ratificare qualche gruppo settario, ecc.).

    b) Spetta alla Sacra Congregazione intervenire motu proprio nei casi più gravi, in particolare quando il fatto coinvolge una consistente parte della Chiesa, sempre dopo aver consultato l’Ordinario, e, se la situazione lo richiede, anche la Conferenza Episcopale.

    2. Spetta alla Sacra Congregazione giudicare e approvare il modo di procedere dell’Ordinario o, se lo ritiene possibile e conveniente, procedere ad un nuovo esame del fatto, distinto da quello realizzato dall’Ordinario e compiuto o dalla Sacra Congregazione stessa, o da una Commissione speciale.

    Le presenti Norme, deliberate nella Sessione Plenaria di questa Sacra Congregazione, sono state approvate dal Sommo Pontefice Paolo VI, felicemente regnante, il 24 febbraio 1978.

    Roma, dal palazzo della Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede, 25 febbraio 1978.

    Franjo Cardinale Šeper
    Prefetto

    + Jérôme Hamer, O.P.
    Segretario

    6°- Ciò che mi fa sorridere è che lei si erge a condannare i messaggi tacciandoli di eresia, quando la Commissione appena conclusasi ha esternato che non hanno trovato un messaggio contrario al Magistero. Chi ha ragione lei o la Commissione di Roma?

    Per quanto riguarda le ultime righe, si tenga il suo umorismo da 4 soldi nella sua saccoccia. Ringrazio Dio di non aver trovato “cattolici” come lei nel lontano 1991, altrimenti ho l’impressione che sarei rimasta più dalla parte degli atei che dei cattolici. Ma Dio sa chi usare…

    L’articolo l’ho scritto io e lei è di una tristezza infinita che non sa dire una parola se non tratta dal sito del Vescovo. Si informi, è meglio.

  • DA QUESTO COMMENTO HO PROVATO TANTA DIFFICOLTA’ E AMAREZZA NON E’ POSSIBILE ACCETTARE TANTA ACREDINE, BENE LA RICERCA DELLE INFORMAZIONE SULLA POSIZIONE UFFICIALE DELLA CHIESA CATTOLICA MA NON SI PUO’ INVEIRE IN QUESTO MODO, MA DOVE VA A FINIRE IL “TUTTI PAZZI PER PAPA FRANCESCO” SE ANCHE LUI HA AFFERMATO CHE LA MADONNA NON FA LA POSTINA E NEANCHE A MEDJUGORJE. VOGLIAMO INVEIRE ANCHE CONTRO PAPA BERGOGLIO ??? NON VA BENE QUESTA DIFESA OSTILE CHE SI MOSTRA RIBELLE E ANCHE OFFENSIVA NON TANTO CONTRO UN VESCOVO E’ INTOLLERABILE ANCHE VERSO UN POVERO FRATE CHE ZAPPA L’ORTO DEL CONVENTO…E’ UTILE LEGGERE E RILEGGERE L’INNO ALLA CARITA’ DI SAN PAOLO.

  • “E neanche a Medjugorje”, cosa significa? Papa Francesco non ha mail detto una cosa del genere. Il problema è semrpe lo stesso: leggere solo i titoli. Buona serata.

  • Cara Annalisa Colzi, lei è proprio strana, sa? Ha riempito la pagina del suo blog con un copia-incolla, con materiale che sostiene le mie tesi, per poi dirmi: lei si informi!
    Certo che mi avvalgo di ciò che ha scritto il vescovo: è il responsabile della Chiesa Locale e gode della fiducia della Santa Sede!

    Al di là di questo. Non per insegnarle, ma quando fa un riferimento dovrebbe anche dare la possibilità all’interlocutore di visionarlo… Mi può dire dove trovare il documento che lei riporta al punto 1 (“Il Cardinale Casaroli, con lettera dalla Segreteria di Stato N° 150.458, del 1° aprile 1985, incaricò il Card. Franjo Kuharic…”)?

    Un’altra cosa. Mi accusa: “…lei si erge a condannare i messaggi tacciandoli di eresia, quando la Commissione appena conclusasi ha esternato che non hanno trovato un messaggio contrario al Magistero”.

    Per dovere di cronaca io le ho citato 3 casi. Quale mette in discussione?
    Secondo: di quale Commissione sta parlando, di grazia, visto che quella di Ruini è ancora secretata? e dove ha trovato questa informazione?
    C’è una pubblicazione uscita nel 2006 dal titolo “L’inaffidabilità delle fonti e la non decenza dei messaggi” pp. 7-14, uscita dal lavoro scientifico di uno dei membri della seconda commissione, don Nikola Bulat. Questo sacerdote aveva l’incarico di esaminare i ‘messaggi’. Provi a leggerla eppoi ci faccia sapere le sue conclusioni.

    Ultimo: sull’articolo lei ha scritto: “VORREI SAPERE CHI E’ QUESTO SACERDOTE E LA LETTERA DOVE SI DICE CHE E’ SOSPESO A DIVINIS”, ma poi in risposta al mio commento afferma che “L’unica sospensione a divinis è stata quella di Tomislav Vlasic”. Scusi, ma se ammette che il padre spirituale dei ‘veggenti’ T. Vlasic, era sospeso a divinis, perché la domanda sopra?
    Grazie se vorrà rispondere specificatamente.

  • Senta se lei pensa che ciò che ho scritto sostiene la sua tesi, perchè continua a farmi domande?
    Ho già risposto. Si ricordi che oltre ad internet esistono anche libri e conoscenze e lei si attenga alla Santa Chiesa Cattolica che, come ha potuto leggere, ha tolto al Vescovo ogni autorità su Medjugorje. Oppure vuole mettere in discussione anche le parole del Cardinale Bertone?
    Io sarò anche strana… ma di strani mi rendo conto che ce ne sono tanti…

  • Carissimo servi della croce
    Prima di appellarsi alla giusta Carità cristiana, mi faccia la carità di informarsi. La suddetta “Madonna postina” esternata da Papa, Francesco, non Bergoglio, veniva rilevata dai troppi messaggi quotidiani…dato che a Med la Madre di Dio offre un messaggio mensile…che si sia riferito a qualcun altro? Indaghi meglio e si dia conoscenza maggiore e poi parli con Carità, se server la Croce non diventi armarsi di martello.
    Con Carità fraterna sempre LIRReverendo

  • Rilevo nell’articolo della Colzi, e in alcuni suoi interventi, poca carità, cattiva informazione e alcune mezze verità.
    Pur avendo lei il diritto di esprimere il suo pensiero, dovrebbe farlo però tenendo presente a chi e di chi sta parlando.
    Ricordo che mons. Gemma, pur con il suo stile non certo diplomatica, è ritenuto da tutti persona integra, stimata e di alto livello culturale; diretto e poco incline ad aggiustamenti di dubbia moralità, ha esercitato il suo ministero con grande autorità e rettitudine, creandosi anche non poche inimicizie. Ma nessuno dei suoi detrattori ha potuto accusarlo di alcuno scandalo.
    Entrando nel merito dell’articolo occorre dire che quando il prelato fu intervistato da Gianluca Barile (2009), a Roma si stava preparando la famosa condanna a p. Tomislav Vlasic, che secondo il Vescovo di Mostar era lo stratega occulto del “più grande inganno della storia della Chiesa”. Mons. Gemma parlava con cognitio causae, essendo lui a conoscenza di quanto stava per avvenire. Per questo disse la frase “Vedrà che tra poco il Vaticano interverrà con qualcosa di esplosivo per smascherare una volta per tutte chi c’è dietro questo raggiro”.
    L’autrice in questo articolo si è posta in una situazione di incompatibilità e come cattolica e come ‘esperta di demonologia’, rischiando di entrare lei stessa nella ragnatela diabolica di chi vuole solo “creare scompiglio e confusione tra i fedeli per interessi e vantaggi assolutamente deprecabili”.

  • Ognuno se le canta come vuole. Buona giornata e, come sempre, imparare a leggere è cosa buona e giusta.

  • Un amico mi ha informato di questo articolo e ho voluto leggerlo. L’ho fatto con apprensione e dolore, cogliendo in esso tanto astio verso un vescovo della chiesa cattolica, che per giunta esercita appieno il suo ministero di esorcista. Non ti dico, cara Annalisa, quanta amarezza ho provato… Ma come puoi scrivere con tanta cattiveria? Ti prego, nel nome di quella stessa Madonna alla quale tu dici di essere devota, fai un atto di umiltà, toglilo dal blog. Fallo per tutti quei medugoriani che credono fermamente che là la Madonna appare e che chiede solo amore. Fallo per la tua anima, perchè il Signore possa trovare ancora un po’ di spazio per Lui.

  • DOPO AVER LETTO L’ARTICOLO E QUALCHE COMMENTO INVITEREI ANNALISA COLZI A CAMBIARE IL TITOLO DEL SUO LIBRO “INSIEME CONTRO IL MALIGNO” IN: “INSIEME CONTRO GLI ESORCISTI”. E’ PIU’ CONSONO ALLA SUA PERSONA. BUONA SERATA. GIUSEPPINA

  • La tua risposta ti giudica da sola… e mi fa capire per l’ennessima volta che non leggete o non capite il senso delle parole.

  • Scusa, cara Annamaria, potresti gentilmente dirmi quale cattiveria avrei usato? Inoltre, potresti dirmi, ancora gentilmente, quale senso dai tu alle parole del monsignore? Spiegamelo, mi fai felice, fammi capire che sapete interpretare lo scritto, vi prego…

  • Chi conosce questa storia collegata ai francescani e a Medugorje? – “[Il vescovo Peric]…fu rapito da un migliaio di fedeli e tenuto in ostaggio per 8 ore. Fu schiaffeggiato e non gli fu permesso di uscire dalla macchina… Uno dei rapitori lo minacciò con la pistola. Quell’uomo –dice Milenko nel suo racconto– nei giorni seguenti non riuscì più a dormire. Aveva sempre davanti agli occhi il volto sorridente del vescovo ed ebbe continui incubi. Raccontò quanto successo a mio zio che gli consigliò di andare a chiedere perdono e confessarsi dallo stesso vescovo. L’uomo fece così. Gli incubi finirono…” – (http://infocatolica.com/blog/friocaliente.php/1108010946-la-cara-oculta-de-medjugorje).
    Cara Annalisa, ciò che hai scritto e contestato al vescovo non solo è offensivo verso un apostolo di Cristo, ma anche nei riguardi di Sua Madre che tu dici di amare. Ora puoi anche non essere cosciente di ciò che hai scritto, ma sarebbe cosa buona e giusta che tu questo articolo lo togliessi dal blog e seguissi il consiglio dello zio di Milenko…

  • Anch’io trovo questo articolo deprimente e offensivo nei riguardi della Chiesa. Ma forse sono io che non so leggere il senso recondito e profondamente sagace della scrittrice. Bho!

  • Mi sono divertito a leggere gli interventi di questo blog e vorrei portare alla attenzione di tutti un intervento di A. Colzi del 20 giugno: “1°- … definiamo essere dogma da Dio rivelato che: l’immacolata Madre di Dio sempre vergine Maria, terminato il corso della vita terrena … fu assunta alla gloria celeste in anima e corpo. 2° Omissis… 3°- IL PRIMO AD ANDARE DIRETTAMENTE IN PARADISO FU IL BUON LADRONE”.
    Il secondo ad andare in paradiso, invece? Facile: P. Slavko! Infatti lo avrebbe rivelato la Gospa in persona al ‘veggente’ Ivan. Ma sapete perché? Semplice: perché il frate aveva disobbedito al suo Vescovo ed essendo stato privato della giurisdizione confessionale aveva continuato pervicacemente nel suo
    peccato, commettendo sacrilegio. Ma allora per andare in paradiso bisogna peccare gravemente! Bisogna dirglielo al Papa che finora il Magistero ha sbagliato tutto!

  • cara Annalisa che senso ha che tu mi chiedi una risposta e poi non la pubblichi? É una tecnica?

  • Signora Colzi, c’è qualcosa che non funziona in questo blog… Perchè gli interventi che scrivo subito si leggono, poi spariscono, poi riappaiono… E com’è possibile che i commenti siano sempre fermi a 76? Che cos’è? Uno scherzo… diabolico??? (Skerzo…).

  • Annalisa Colzi [nonché molti altri convinti medugoriani], il 20 giugno in risposta ad Elena riferisce a metà una frase che farebbe pensare ad una sua cattiva coscienza. E cioè: “…i sacerdoti e i vescovi non possono organizzare pellegrinaggi ufficiali, MA LI POSSONO ORGANIZZARE I LAICI…”. Perché non riporta anche il pezzo che segue, e cioè: “A CONDIZIONE CHE…”? (per cortesia, sui puntini, ci metta lei la frase mancante).

  • Dal Vangelo secondo Matteo 7,15-20
    «Dai loro frutti dunque li potrete riconoscere.»
    In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: “Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. Dai loro frutti li riconoscerete.
    Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi? Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni.
    Ogni albero che non produce frutti buoni viene tagliato e gettato nel fuoco. Dai loro frutti dunque li potrete riconoscere”.

    era solo per dire che da Medjugorje sono venuti fuori tanti buoni frutti.. quindi l’albero è buono

  • Carissima autrice,
    Le sue confutazioni sono davvero ridicole e provano che Lei non ha seguito in alcun modo la vicenda Medjugorje-Santa Sede.
    1) Questo contraddire un Vescovo che é tutto fuorché un modernista, nonché un esorcista, é giá un atto di disobbedienza. Vogliamo portare un altro esempio della disobbedienza alla Chiesa? I vostri veggenti,LAICI, impongono sacrilegamente le mani su altri laici quando ciò é proibito dalle Leggi della Chiesa , la quale,dallo studio degli Atti degli Apostoli, hanno riservato l’imposizioni ai soli consacrati. Mi fermerei qui.
    2) Le vorrei ricordare che La Santa Sede é intervenuta dopo 2 interventi del Vescovo di Monstar tramite apposite commissioni teologiche e il risultato fu : NON CONSTAT DE SUPERNATURALITATE.
    3) La Chiesa da decenni e,ultimamente,per bocca del Prefetto della Congregazione della Fede Müller ha proibito il pellegrinaggio dei sacerdoti e dei fedeli duranti i quali si assumano come vere le apparizioni (SI DOCUMENTI MEGLIO!)—–> ERGO,NON ORGANIZZI PIÙ PELLEGRINAGGI!
    4) É stato provato INCONTROVERTIBILMENTE che i vostri veggenti abbiano grandi ed ingenti proprietá immobili e conti in banca stratosferici.

    La prego di studiare meglio la vicenda e in modo non fazioso. Eviti di scrivere sproloqui facilmente contestabili e poco CATTOLICI.
    Buona serata!

  • Lei è di una ignoranza tale sui fatti di Medjugorje che neanche continuo a perdere tempo a risponderle ancora. Faccia come vuole.

  • Siamo liberi di credere o non credere. Non cambia nulla alla vita spirituale, ma attenzione alle calunnie perchè queste sarenno condannate.

  • Pensa che io non accetto mai i consigli da quello del piano di sotto. Bye, bye…

  • La signora Annalisa Colzi scrive cose non corrispondenti al vero. Direi false. Spero non lo faccia con coscienza. Stare con la Chiesa non si sbaglia mai!

  • Non leggo neanche il tutto perché mi è stato sufficiente leggere la superficialità del commento ai fiumi di denaro, il costo della vita non è paragonabile tra la Francia e la Jugoslavia… In realtà i pressi ti veggenti vivono ne benessere con standard europei e non locali, senza parlare del presunto veggente che vive in America che ha pagato mutui in tre mesi, quando un benestante medio impiega anni…!

  • Andrea. Questo invece è un commento non superficiale…

  • Sono daccordissimo con Annalisa,e ringrazio Dio per aver mandato la Madonna a Medyugorye…dove ho ritrovato la vita dell anima,che era morta nel peccato..a 28anni..
    Cosi’ come me anche tanta altra gente che non si accostava ai sacramenti della confessione,eucarestia e la preghiera del Santo Rosario(arma potente ed efficace contro il maligno)..A medyugorye ho ritrovato la pace e gioia che il mio cuore cercava..
    Grazie Mamma Celeste,perche’ Tu vuoi salvi tutti i Tuoi figli.

  • Concordo con Annalisa, Mons. Gemma travisa i fatti e i documenti, solo chi si è recato a Medjugorje può esprimere un proprio parere, la Congregazione della Dottrina della Fede non ha avuta neppure una segnalazione di qualcosa di falso o negativo derivante da lì, e pensare che in oltre trent anni di apparizioni qualcosa poteva venire fuori! Solo grazie, conversioni, vocazioni, guarigioni…io e mio marito dopo 5 anni di convivenza abbiamo deciso di sposarci proprio lì tre anni fa ed abbiamo vissuto insieme in castità fino al matrimonio avvenuto circa quattro mesi dopo il 9 dicembre . Ci siamo tornati in viaggio di nozze , bellissimo

  • MON GEMMA DOVREBBE OCCUPARSI DI FARE IL BUON PASTORE NELLA SUA DIOCESI INVECEDI DARE GIUDIZI PERSONALI E INSENSATI SU MEDJUGORIE, NEANCHE I PAPI GIOVANNI PAOLO II, BENEDETTO XVI E PAPA FRANCESCO SI SONO MAI PERMESSI NEL PASSATO DI DARE GIUDIZI PERSONALI SULLE APPARIZIONI DI MEDJUGORIE, IL VATICANO HÀ ISTITUITO UNA APPOSITA COMMISSIONE DI ESPERTI PET FARE DISCERNIMENTO SULLE APPARIZIONI STESSE E SUI MESSAGGI DELLA MAMMA CELESTE E GIÀ IN PRIMA BATTUTA TALE COMMISSIONE DI É ESPRESSA CHE NELLE APPARIZIONI DI MEDJUGORIE NON C’É TRUCCO E NON C’É INGANNO. MEDJUGORIE É GIÀ UN DOGMA VIVENTE PELLEGRINANTE DELLA FEDE CATTOLICA,MILIONI DI FEDELI OGNI ANNO,MIRACOLI CORPORALI E SPIRITUALI RICONOSCIUTI,OLTRE SEICENTO VOCAZIONI NELLA CHIESA DOPO AVERE FATTO ESPERIENZA A MEDJUGORIE,CONVERSIONI A NON FINIRE OGNI ANNO SEMPRE DI PIÙ. É POCO CARITATEVOLE E POCO CRISTIANO DARE IN PASTO AL MONDO MISCREDENTE AFFERMAZIONI E GIUDIZI PERSONALI CHE OLTRETUTTO NON COMPETONO A MONS. GEMMA.

  • in questo modo senza una parola ufficiale della Chiesa, si mettono i cristiani in uno stato di confusione totale,questo è male non è opera di Dio.

  • …..però il riconoscimento ufficiale della Chiesa non c’è ancora e manca l’ umiltà dell’attesa….inoltre non si promuove in luogo come Medjugorje screditandone altri già riconosciuti come Lourdes..(facili guadagni ) parametro peraltro rigettato per Medjugorje. .

  • Cara Francesca, manca l’umiltà di non pronunciarsi su una realtà che neanche il Papa ha mai screditato

  • La santa Sede nn può ancora pronunciarsi su Medjugorje in quanto le apparizione nn sono terminate . Solo quando il fenomeno cesserà ci potrà essere una presa ufficiale della Santa Sede. Come è già successo per Lourdes e Fatima . Non vi è alcun divieto per i ministri del culto a recarsi in Slovenia a Medjugorje . Il dono più grande è la conversione fiume di tante anime . E nn credo che questa possa essere impresa diabolica ma solo di Dio . I messaggi di pace ,la recita del Santo Rosario,arma ( come dice San Pio ) potentissima contro il maligno a mio avviso conducono l’uomo verso il bene e il vero. Sembra inoltre che in via del tutto privata anche S. Giovanni Paolo II vi si sia recato. Sono perfettamente d’accordo con la giornalista Annalisa Colzi.

  • Sono sconvolto nel leggere le affermazioni del Vescovo Gemma
    Da quanto capisco posso solo dire che lui non cè mai stato a
    Medjugorie, ne ha mai assistito come il sottoscritto ad una apparizione nell’Agosto 1984, io con mia moglie con difronte a
    noi i sei Veggenti piccoli e grandi, vederli cadere in Estasi tutti e
    sei contemporaneamente con lo sguardo rivolto all’insù per vari
    minuti e cambiare espressione in volto ora triste o sorridente.Io li toccavo per mano eppure io non ho vista come loro la Madonna, ma l’aria in torno, con la chiesa zeppa e in silenzio era sobria e nessuno poteva dubitare che si stava assistendo a qualcosa di straordinario. Se
    lei avesse assistito a simili fatti non denigrerebbe cosi vilmente
    le apparizioni della Madonna. Lei fa delle affermazioni gratuite
    e offensive a mio giudizio, i veggenti sono gente comune che accettano di parlare con tutti, e son o assolutamente normali, io ho parlato anche di recente con almeno quattro di loro; si ricordi ogni sera le 17.45…e non si dimentichi questa ora , dopo 34 anni a quest’ora si ripete e si ricorda a Medjugorie questa realtà.
    Se non si è ancora recato a Medjugorie faccia presto perché Lei é un Ritardatario
    e potrebbe trovare la porta chiusa e bussare inutilmente dopo le sue gravi affermazioni più attinenti a un Ateo che un
    Padre esorcista, mi auguro che il Santo Padre gli Revochi questo suo privilegio, ritengo non ne sia più degno, e come usa lei il termine ai Veggenti Indemoniati, io giro a lei questo
    appellativo.
    Si convinca e si converta quanto prima, io a Medjugorie da quel giorno lontano ho imparato a recitare il Rosario giorn- almente , le sembra poco,non sono andato solo per vedere il solo che pulsa del resto anche a Fattima ci fu lo stesso miracolo approvato e accertato dalla chiesa, ma lei dove vive…Fra non molto ci sarà anche a Medjugorie il grande segno indellebile per i credenti e per quelli come lei che ora non credono, affinchè debbono credere e convertirsi, questo é quanto ha promesso la Madonna per bocca dei veggenti.

  • …..per farla breve…accompagno ogni anno pellegrini a Medjugorie,…. la violenza, l’incoerrnza, l’arroganza delle parole utilizzate da un uomo di chiesa nell’intervista, mi fanno dubitare della veridicita’ dell’intervista stessa. Chiedo scusa, sono talmente “”basita”” che preferisco raccontarmela cosi….anche se so di edsere immediatamente smentita!….non ho parole…

  • un conto e la preghiera un conto e l’obbedienza alla chiesa .fare paragoni perche a Lourdes si paga una cifra e a mostar e nelle vicinanze il prezzo di un hotel e più basso sono paragoni che non si possono fare l’obbedienza alla chiesa e tutt’altra cosa ora io non sono nessuno x dare un parere ci sono stata ed ho le mie convinzioni e la chiesa mi porta ha credere solo al Vangelo ed in GESU CRISTO NOSTRO SIGNORE CHE è MORTO ED è RISORTO X NOI non è forse un seminare zizzania tutto questo o forse bisogna credere x forza alle apparizioni e forse non è vero che se ci dichiariamo contrari alle apparizioni alcuni ci prendono x matti solo perche per me non sono vere siamo liberi di credere o non credere ma al primo posto rimane sempre e solo l’obbedienza alla chiesa forse dovremmo fare un po di esercizi ignaziani

  • Ringrazio tutte le persone che condividono le loro esperienze di Fede a Medjugorje.Anch’io tre anni fà con i fratelli dell’ADMA ho provato cosa significhi venire a Medjugorje.Maria ti chiama, perchè percepisci la sua voce che sempre ti indica il Figlio.
    Quando all’interno della Chiesa invece di incoraggiamenti o prudenza emergono delle figure….davvvero diaboliche..non resta che pregare per loro …..si ravvederanno? A tutti è aperta la Misericordia del Padre.

  • @Rosa: che la Chiesa non possa pronunciarsi prima che siano finite le apparizioni è una invenzione. Spesso è anche di comodo. Tant’è vero che Roma ha assicurato a breve un suo pronunciamento.
    Se poi vogliamo attendere che si avverino anche i famosi “10 segreti”, allora dovresti leggerti la storia di Garabandal. Purtroppo di creduloni a questo mondo ce n’è a bizzeffe; molti meno quelli che hanno la vera fede…

  • Questo articolo è senza dubbio interessante, così come tutto il il pagina web .
    Sono un frequente fan, a presto.

    ulteriori consigli sono visitabili a questo blog

  • Adoro la santissima trinità e quando penso col cuore alla parola PADRE mi sento pervadere da una infinita dolcezza.
    Maria Santissima la vedo nell’umile e profonda grazia tanto gradita a DIO, di adorazione e preghiera di lode, La prescelta per concedere a noi la salvezza tramite GESU’ CRISTO.
    Non critichiamoci, la lingua se diventa tagliente ci fa pugnalare a vicenda. Ricordiamo i ns.fratelli protestanti cerchiamo di amarci e sopportiamoci ma con AMORE

  • Salve, non sono mai stato a Medjugorje e sinceramente vorrei andarci, sicuramente nutro delle perplessità circa la veridicità delle apparizioni, anche sentendo i pareri di chi vi è già stato, volevo solo chiedere se a Medjugorje sul luogo delle apparizioni vi siano preti Croati a “dire messa” poichè mi è stato detto che la messa era officiata da preti “esterni” e non locali.

  • Ma chi ti credi di essere per giudicare in questo modo vergogno un prelato, un uomo della chiesa? Non voglio entrare nel merito delle sue dichiarazioni, perché pur essendo credente non sono mai andato a Medjugorje. Ma mi guardo bene da – addirittura – analizzare le parole di un uomo che se pure si sbaglia è vicino comunque al Signore. Dovresti chiedere scusa. Mi chiedo chi sia venuto a chiederti di dire qualcosa sulla vicenda, manco fossi un profeta col diritto si giudicare. Vergogna, soprattutto per gli accostamenti ad altri uomini di Chiesa. Vergogna!!

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
/* ]]> */