Annalisa Colzi
la grande promessa

La Grande Promessa

La grande Promessa del Cuore di Maria

che si affianca a quella del Cuore di Gesù.

“Assisterli nell’ora della morte con tutte le grazie necessarie alla salvezza” questa la grande promessa di Maria.

a cura di Fabio

La Madonna apparendo a Fatima il 13 giugno 1917, disse a Lucia:

“Gesù vuole servirsi di te per farmi conoscere e amare.

Egli vuole stabilire nel mondo la devozione al mio Cuore Immacolato”.

Poi, in quella apparizione, fece vedere ai tre veggenti il suo Cuore coronato di spine: il Cuore Immacolato della Mamma amareggiato per i peccati dei figli e per la loro dannazione eterna !

Lucia racconta: “Il 10 dicembre 1925 mi apparve in camera la Vergine Santissima e al suo fianco un bambino, come sospeso su una nube.

La Madonna gli teneva la mano sulle spalle e, contemporaneamente, nell’altra mano reggeva un Cuore circondato di spine.

grande promessa

In quel momento il bambino disse: “Abbi compassione del Cuore della Tua Madre Santissima avvolto nelle spine che gli uomini ingrati gli configgono continuamente, mentre non v’è chi faccia atti di riparazione per strapparglieLe”.

E subito la Vergine Santissima aggiunse:“Guarda, figlia mia, il mio Cuore circondato di spine che gli uomini ingrati infliggono continuamente con bestemmie e ingratitudini. Consolami almeno tu e fa sapere questo:

A tutti coloro che per cinque mesi, al primo sabato, si confesseranno, riceveranno la santa Comunione, reciteranno il Rosario e mi faranno compagnia per quindici minuti meditando i Misteri, con l’intenzione di offrirmi riparazioni, prometto di assisterli nell’ora della morte con tutte le grazie necessarie alla salvezza”.

E’ questa la grande Promessa del Cuore di Maria che si affianca a quella del Cuore di Gesù.

Le condizioni

Per ottenere la grande promessa del Cuore di Maria si richiedono le seguenti condizioni:

1)    Confessione, fatta entro gli otto giorni precedenti, con l’intenzione di riparare le offese fatte al Cuore Immacolato di Maria.

Se uno nella confessione si dimentica di fare tale intenzione, può formularla nella confessione seguente.

2)     Comunione, fatta in grazia di Dio con la stessa intenzione della confessione.

3)      La Comunione deve essere fatta nel primo sabato del mese.

4)      La Confessione e la Comunione devono ripetersi per cinque mesi consecutivi, senza interruzione, altrimenti si deve ricominciare da capo.

5 )     Recitare la corona del Rosario, almeno la terza parte, con la stessa intenzione della confessione.

6)      Meditazione, per un quarto d’ora fare compagnia alla SS. ma Vergine meditando sui misteri del Rosario.

Perché cinque

Un confessore chiese a Lucia perché del numero cinque.

Gesù, mi spiegò: “Si tratta di riparare le cinque offese dirette al Cuore Immacolato di Maria.

1)      Le bestemmie contro la sua Immacolata Concezione.

2 )    Contro la sua Verginità.

3)     Contro la sua Maternità divina e il rifiuto di riconoscerla come Madre degli uomini.

4)     L’opera di coloro che pubblicamente infondono nel cuore dei piccoli l’indifferenza, il disprezzo e perfino l’odio contro questa Madre Immacolata.

5)     L’opera di coloro che la offendono direttamente nelle sue immagini sacre.

Al Cuore Immacolato di Maria per ogni primo sabato del mese

Cuore Immacolato di Maria, ecco a Te dinanzi dei figli, i quali vogliono con il loro affetto riparare alle tante offese a te recate da molti che essendo anch’essi figli tuoi, osano insultarti e oltraggiarti.

Noi ti chiediamo perdono per questi poveri peccatori nostri fratelli accecati dall’ignoranza colpevole o della passione, come ti domandiamo perdono anche per le nostre mancanze e ingratitudini, e quale omaggio di riparazione noi crediamo fermamente nella tua eccelsa dignità a altissimi privilegi, in tutti i dogmi che la Chiesa ha proclamato, anche per quelli che non credono.

Ti ringraziamo dei tuoi innumerevoli benefici, per quelli pure che non li riconoscono; confidiamo in te e ti preghiamo anche per quelli che non ti amano, che non hanno fiducia nella tua materna bontà, che a te non ricorrono.

Volentieri accettiamo le sofferenze che il Signore vorrà mandarci; e ti offriamo le nostre preghiere e i nostri sacrifici per la salvezza dei peccatori.

Converti tanti tuoi figli prodighi e apri loro, quale sicuro rifugio il tuo Cuore, in modo che essi possano trasformare le antiche ingiurie in tenere benedizioni, l’indifferenza in fervida preghiera, l’odio in amore.

Fa’ che non abbiamo ad offendere Dio nostro Signore, già tanto offeso. Ottienici, per i tuoi meriti, la grazia di conservarci sempre fedeli a questo spirito di riparazione. E di imitare il tuo Cuore nella purezza della coscienza, nell’umiltà e mansuetudine, nell’amore verso Dio e il prossimo.

Cuore Immacolato di Maria, a te lode, amore, benedizione: prega per noi adesso e nell’ora della nostra morte. Amen

 

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

1 commento

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Unisciti a 292 altri iscritti

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

App Ufficiale Android

Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Unisciti a 292 altri iscritti

Power by

Download Free AZ | Free Wordpress Themes

/* ]]> */