Annalisa Colzi
matrimoni e adozioni gay

La cattolica Boschi benedice matrimoni e adozioni gay

La Boschi su matrimoni e adozioni gay

diamo a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel poco che rimane

“Sarà raggiante mia nonna, abbonata a Famiglia Cristiana”. Esordisce così Maria Elena Boschi, ministro per le Riforme istituzionali, intervistata dal settimanale di punta della San Paolo. Un’intervista a tutto campo che spazia dall’economia, alla politica, alla riforma del Senato, alla vita privata. Forse perché la nonna è abbonata a Famiglia Cristiana, forse perché la Boschi ci crede davvero, ecco che il ministro cala quasi subito la carta del catholically correct ed esprime tutto il suo favore per il quoziente familiare a vantaggio dei genitori che hanno molti figli. Pollice alzato del ministro anche per quanto riguarda congedi familiari e assistenza agli anziani e disabili. E fin qui tutto bene, anche perché nella storia repubblicana è un po’ difficile trovare un ministro o un parlamentare che ai giornalisti riveli di vedere come fumo negli occhi le famiglie numerose e le persone con handicap.

L’intervista prosegue e si avvicina una prevedibile strettoia, quella sui principi non negoziabili. La Boschi si dichiara “cattolica da parrocchia”, “Papa girl”, con trascorsi da chierichetta (e qui la Congregazione per il Culto Divino potrebbe storcere il naso, ma siamo consapevoli che stiamo giocando troppo di fino) e catechista. Insomma il pedigree adatto per essere intervistato da Famiglia Cristiana ed uscirne bene. Detto ciò, però, la bella Maria Elena tiene a precisare che deve essere «fatta salva la laicità del ruolo che rivesto, nel rispetto della Costituzione».

Cioè diamo a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel poco che rimane dopo che abbiamo dato tutto a Cesare. E, infatti, alla domanda: «La legge sull’aborto va rivista?», il ministro risponde: «Non credo che si debba mettere in discussione oggi la legge sull’aborto, penso che si debba darle attuazione integrale in concreto come purtroppo non è stato fatto fino ad ora». Stessa musica sul tema omosessualità.

L’intervistatore chiede: «Che ne pensa dei matrimoni e adozioni gay?». La Boschi: «Non è un problema di matrimonio, ma di riconoscimento delle unioni civili anche tra persone dello stesso sesso. Sono anche convinta che il primo soggetto da tutelare sia il minore. Partendo da questa prospettiva, se esistono delle coppie di fatto di due padri o due madri gay che vivono già questa condizione, magari per precedenti matrimoni, è giusto per il bambino che venga riconosciuto il rapporto con queste persone. Se una delle due viene a mancare non può rischiare di finire in un istituto». Per l’ex chierichetta Boschi semaforo verde quindi alla soppressione del bambino nel ventre della madre. E, se scampa a questa condanna, alla sua adozione da parte di una coppia gay unita in un para-matrimonio. Non c’è che dire, la nonna della Boschi sarà di certo raggiante.

Famiglia Cristiana ovviamente si è guardata bene dal commentare in senso critico le parole del ministro. Ma si sa, per alcuni cattolici che tengono ancora la foto di Marx sopra la Bibbia appoggiata sul comodino, la ragione di Stato vien prima della ragion di Chiesa. La Boschi incarna con grazia un processo di sostituzione tutto laicista: laddove c’era Dio ci sono la galassia dei principi democratici, laddove c’era il Papa ora c’è il Presidente della Repubblica, laddove c’era la Bibbia c’è la Costituzione, laddove c’era la dottrina ci sono le leggi del Parlamento. E la fede e la morale? Affari privatissimi di famiglia buoni solo per far catechismo a Laterina, borgo dove ha vissuto il ministro.

Se Famiglia Cristiana tace, non fa così Maurizio Gasparri che non le manda di certo a dire.

«Le dichiarazioni del ministro Boschi rilasciate in un’intervista sui matrimoni e adozioni gay sono ambigue e inaccettabili. Può pensare quel che vuole, ma l’adozione da parte di coppie omosessuali o il riconoscimento del matrimonio gay sono cose che non possono entrare nel nostro ordinamento. Insistere su certi temi dimostra solo quanto questo governo sia in realtà prono alla sinistra.

Quanto al dibattito sui diritti si risolve semplicemente applicando il diritto civile che non discrimina nessuno. Sconsigliamo quindi al ministro Boschi di avventurarsi in ipotesi che andrebbero a stravolgere i principi del diritto naturale; e la invitiamo a concentrarsi su problemi economici e sociali ben più urgenti da affrontare». Strani tempi questi: un laico e pure politico parla di diritto naturale e un giornale “cattolico” invece rimane silente. Chissà se la nonna della Boschi rinnoverà il suo abbonamento.

di Tommaso Scandroglio

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-la-cattolica-boschi-benedice-matrimoni-e-adozioni-gay-10398.htm

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

17 commenti

  • Sinceramente, mi trovo d’accordo con la ministra. I cattolici omosessuali devono vedersi riconosciuto il loro legame d’amore almeno attraverso le unioni civili. È importante rispettare l’amore e dimostrare solidarietà nei confronti dei cristiani omosessuali.

  • Allora mi permetto di dire qualcosa. Famiglia Cristiana ha perso già da un po di tempo , a mio avviso, la nomina di giornale cattolico A mio avviso non rappresenta più la Famiglia Cristiana, probabilmente rappresenta gli interessi di qualcos’altro o qualcun’altro. Su un tema su cui io sono abbastanza preparato ha dato credito attraverso alcuni teologi (anzi teologastri) come si è permesso di chiamarli ad alcune cose riguardo all’esistenza del demonio nei numeri 39, 45 e 49 del 1988 ( 26 anni fa , si) facendole passare come altre cose. Questo è un piccolo esempio , ma quanti altri ne saranno successi ? Eccoci siamo al dunque. Tempo fa ho letto sul metodo di distruzione della chiesa dall’interno e ne ho scritto qualcosa anche su questo blog. Agenti segreti del nemico inseriti nei seminari e fatti studiare appositamente per questo scopo . Sono in attesa ancora di qualcuno che se ne occupi . Nel frattempo si prega , che mi sembra l’unica arma per resistere al nemico di sempre , cioè Satana che come leone ruggente va in giro cercando chi divorare e in questi tempi va a nozze perchè trova cibo a volontà. Siano lodati sempre Gesù e Maria e buona Domenica a tutti, chiedente perdono a tutti per lo sfogo

  • Dalla mia piccola esperienza, c’é da dire che nella testa di parecchi che si dicono cattolici c’é molta confusione !

  • Sono fortemente amareggiata! Dio la converta!!!! Chiediamo alla Madonna la grazia di conversione. E’ un vero peccato che l’ex chierichetta e catechista abbia queste nefaste concezioni

  • Non ci sono parole…….ancora i nostri politici cattolici proni a questo governo…..si dovrebbero VERGOGNARE .

    il giornale famiglia cristiana non è la prima volta che fa silenzio su cose che invece dovrebbe controbattere……difatti sarebbe il caso che i cattolici non li comprassero, spesso anche loro si mettono proni a questi governi……..

  • @ Maria
    Sarei curioso di sapere da quali testi sacri hai attinto per arrivare a dire quello che dici.
    Vangelo e Bibbia, mia cara Maria, non sono i libri di fantascienza a cui dedichi le tue riflessioni e attenzioni. Vangelo e Bibbia sono un’altra cosa… decisamente ti indurrebbe ad una riflessione troppo complicata per quello che sei disposta a dare.
    ti saluto con tenerezza.

  • la modernita’ ha fatto smarrire la via maestra anche ai ministri che come nel caso citato brancolano nel buio

  • Cara Annalisa, queste persone sono i soliti radical chic che temono di urtare l’altro e adeguano il loro pensiero alle presunte esigenze di chi va contro l’etica in cui dovrebbero invece credere.
    Ma sentiamo, invece cosa dicono due noti gay:
    Dolce e Gabbana in un’intervista hanno dichiarato di essere contrari ai matrimoni gay. Anche se le motivazioni che fornisce Stefano Gabbana a riguardo sono contrarie in ogni caso al matrimonio in sè, anche etero, di certo non promuove quello omosessuale.
    Non solo, Stefano Gabbana ha dichiarato
    “Io sono contrario al fatto che un bambino cresca con due genitori gay. Un bambino ha bisogno di un padre e di una madre. Io non posso pensare alla mia infanzia senza mia madre. E ritengo che sia crudele togliere a una madre il proprio bambino”.

  • La ministra fa parte dei cattolici progressisti che intendono portare Dio sulle loro posizioni altamente razionali. Hanno l’etichetta cattolica ma non sono che sepolcri imbiancati. Dovrebbe leggersi la testimonianza di Gloria Polo, al tempo cattolica e progressista come lei! Purtroppo per l’ignavia di tanti cattolici, cominciando dai politici della ex DC che hanno fatto scuola di ipocrisia compromissoria, ora abbiamo i politici che abbiamo e il mondo occidentale è messo ancora peggio chiamando diritto civile la perversione. Il tempo che verrà sarà catastrofico. Il Signore ci lascerà per un tempo in balia di colui che abbiamo liberamente scelto: satana e sarà poi la grande purificazione del mondo.

  • cara Annalisa non riesco a capire il motivo in base al quale NON SI VOGLIA CAPIRE!!!. Sembra ormai evidente come andra’ a finire la vicenda e quali novita’ apportera’ il sinodo. Tutti sanno che il papa “appoggia” la linea Kasper e continuiamo a far finta di niente, mi domando PERCHE’!!! Si cerchera’ di far passare per lecito quello che mai agli occhi del Signore potra’ esserlo, perché chiunque alzi la voce viene subito zittito anche in blog cristiani come questo! Il Signore va seguito i Suoi insegnamenti rispettati, SEMPRE

  • caro Leopoldo e caro GIUSEPPE , sono d’accordo con voi a parte qualcosa. Su questo blog cristiano io alzo la voce a volte e non vengo zittito. Magari redarguito ma zittito non mi pare. Credo che ognuno esprima le proprie opinioni (l’importante senza offese o parolacce o imprecazioni). Leopoldo sono convinto che siamo proprio dentro il tempo in cui si dice che satana ha mano libera, altrimenti tutto questo male non ha spiegazione. Noi cristiani abbiamo il compito di pregare sempre , soprattutto in questi momenti per il sinodo, per il papa , i vescovi, i sacerdoti perché sono, passati al vaglio come il grano (ricordate :parole di <Gesù< ) Detto questo un caro saluto a tutti in Cristo e Maria

  • Vorrei far notare che , in parecchie occasioni alcuni, presunti, veggenti di Medjugorie hanno affermato che la Santissima Vergine Maria, appoggiasse il Papa regnante……..ora siamo ad un bivio, e mi chiedo :” E’ possibile che la Madonna approvi quello che sta tentando di fare Bergoglio??!!!” . Socci, si arrampica sugli specchi quando afferma che non è sicuro che la madonna si riferisse a Bergoglio, perché sa che se fosse così vorrebbe dire che o non è la Madonna che appare a Medjugorie oppure la Madonna approva l’omosessualità, i divorzi è contenta che non si parli più di aborto ect ect…..ricordate la parabola dei falsi profeti ,( diranno che il messia e li’ ma voi non ci andate) oppure quando si dice che seppure un angelo affermasse qualcosa contro il vangelo sia anatema??!!

  • @ Vincenzo
    Sul libro Socci pone una questione: “e’ valida l’elezione di Bergoglio per come e’ avvenuta?”
    Quando chi di competenza rispondera’ a questa domanda si potra’ rispondere anche al tuo quesito.
    Credo che qualcuno si stia divertendo a dare scandalo all’interno della chiesa e questo qualcuno NON E’ certamente Socci che invece chiede lumi in merito. Socci ha semplicemente riportato quanto scritto da altri senza che le autorità competenti l’abbiano mai smentita.. perche’ se così fosse Socci risulterebbe l’unico amante della “Verità” in tutta questa vicenda.
    Umanamente tutti possiamo sbagliare…. ripartire prendendo le distanze dal l’errore e’ quello che i Cattolici di ogni tempo sono abituati a fare…se qualcuno dice o fa qualcosa di diverso se ne assumera’ le debite conseguenze.

  • @ VINCENZO
    Ti invito a leggere l’articolo ” la prima vittima del sinodo” pubblicato su: La Nuova Bussola Quotidiana.*
    Umanamente tutti possiamo sbagliare, basta prenderne le distanze….
    la Madonna insieme al Padre, Figlio e Spirito Santo sono le nostre certezze… il resto sono miserie umane.
    Buona lettura

  • Io credo che Antonio Socci , sia un amante delle parole di Gesù “conoscerete la verità e la verità vi farà liberi “. Anch’io le ricordo spesso , anche perché in questi tempi di confusione , dove il maligno si è insinuato in molti posti ; ” si anche nella chiesa” e non sono l’unico che lo dice. Paolo Vi 29 giugno 1972 : ho l’impressione che sia entrato il fumo di Satana in Vaticano da qualche finestra che doveva essere aperta per l’azione dello Spirito Santo” . Quindi se lo ha detto un papa non sono tacciabile di eretico, o di vari stracciamenti di vesti alla Caifa che vanno tanto di moda da parte di molti anche nella Chiesa che non brillano per i loro comportamenti. Quindi ad Antonio la mia solidarietà , anche perché non mi sembra che abbia offeso il Santo Padre, ma ha chiesto solo chiarezza.Alla fine di tutto dico sempre che se siamo sorretti dalla preghiera assidua come ci chiede Maria a Medjugorje insieme al resto , possiamo aiutare il Sinodo a risolversi per il meglio.

  • Quanta confusione leggo nei commenti…
    Secondo me prima di avviare una discussione costruttiva bisognerebbe porre delle basi da cui partire. E di solito amo farlo con dei ragionamenti semplici:
    1) Lo Stato Italiano e’ per costituzione uno Stato laico, nel quale tutti gli individui hanno gli stessi “diritti umani” indipendentement da, sesso, razza, ceto sociale e religione… Ergo qualsiasi ministro ci rappresenti deve agire secondo le regole di uno Stato al quale ha prestato giuramento, va di per se che l’estrazione religiosa di ogni ministro esula dal ruolo rivestito.
    2) La domenica recitiamo a gran voce “Credo la Chiesa, una, Santa………” il che ci porta alla regola di obbedienza, in alre parole se il Santo Padre decidesse di far sposare tutti i religiosi e dipingere le chiese di rosa cosi’ verrebbe fatto…
    3) L’omosessualita’ e’ una scelta o una condizione?…
    Navigo nella stessa confusione di tutti, ma resto convinto che Dio nutra lo stesso amore per ciascuno di noi anche se colmi di difetti.
    Fatti certi presupposti possiamo adesso guardare l’aspetto etico, umano e religioso riguardo argomenti delicati come unioni omosessuali e adozioni a coppie di fatto.
    Resto aperto a qualsiasi confronto costruttivo…
    La pace del Signore sia con tutti Voi.
    Cordialmente Jean

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Unisciti a 337 altri iscritti

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Unisciti a 337 altri iscritti

/* ]]> */