Annalisa Colzi
martiri cristiani

Iron Maiden: tributo metal ai martiri cristiani del mondo

Finalmente una buona notizia. Si tratterà di “conversione”? Non lo sappiamo, però questo messaggio ha stupito in tanti perchè proviene da un gruppo considerato “satanista”. Così, mentre i media hanno completamente snobbato la notizia dell’uccisione delle quattro suore di Madre Teresa in Yemen (si sa che la persecuzione dei cristiani non fa notizia),  gli Iron Maiden le hanno ricordate sulla tomba del Vescovo Oscar Romero. Mi viene in mente allora Luca 19,40. A coloro che, infastiditi, chiedevano a Gesù di far tacere i discepoli che esultavano e lodavano Dio per i prodigi, Egli rispose: «Vi dico che, se questi taceranno, grideranno le pietre». Secondo me è proprio quello che è accaduto…

di Ilaria Beretta

martiri dimenticati

Dopo l’assassinio delle suore di Madre Teresa nello Yemen, dal Vaticano ai social network infuria il dibattito sui martiri cristiani dimenticati dalle copertine di giornali e tv. Ma insospettabilmente ad accendere un riflettore sulla vicenda sono stati proprio i famosi rocker britannici durante una tourné in Salvador che li ha visti sostare anche davanti alla tomba di Romero

In questi giorni infuria il dibattitto sui «martiti dimenticati» nel mondo. La vicenda delle suore assassinate in Yemen ha fatto scandalo non solo per l’atrocità della loro fine, ma anche per l’indifferenza riservata dai media mondiali alla loro vicenda. In proposito, persino papa Francesco all’Angelus di domenica scorsa ha parlato delle missionarie trucidate definendole «martiri d’oggi», vittime di «chi le ha uccise e della globalizzazione dell’indifferenza».

suoreYemen_300

Le quattro suore uccise in Yemen

In realtà se la disinformazione e l’assuefazione di giornalisti e lettori agli atti di violenza (soprattutto se commessi a migliaia di chilometri di distanza da noi) sono certamente un problema, ci sono però anche notizie in controtendenza. Perché un particolare interesse alle notizie su chi ha donato la vita a poveri ed emarginati a volte spunta anche laddove non ce lo si aspetta. È successo proprio per la vicenda delle suore di Madre Teresa, sul cui accaduto una luce – o meglio, un riflettore – è stato acceso da divi insospettabili che del dark side hanno fatto la loro cifra stilistica portante.

il tributo degli Iron Maiden

Si tratta degli Iron Maiden, la band inglese heavy metal, che – prima di salire sul palco di San Salvador dove era attesa dal loro pubblico – si è messa sulle tracce del martire «nazionale» Oscar Romero, il vescovo assassinato nel 1980 dagli squadroni della morte mentre celebrava la Messa. Durante 40 minuti di visita alla tomba di mons. Romero, il batterista Nicko MacBrain e il chitarrista Janick Gers hanno ascoltato la sua biografia, i principi del suo lavoro e soprattutto la dinamica della sua morte avvenuta per aver denunciato ingiustizie e differenze sociali. Proprio ascoltando la storia del martirio di Romero, MacBrain ha fatto un paragone tra la predicazione del monsignore salvadoregno e il messaggio annunciato da papa Francesco in sostegno degli ultimi, con la vicenda delle suore uccise in Yemen la settimana scorsa.

romero-300x202

Mons. Oscar Romero

«Ci piace entrare in sintonia con i posti dove suoniamo, mescolarci con le persone, vedere i monumenti. Vogliamo conoscere dove ci troviamo» hanno dichiarato gli Iron Maiden alla guida spiazzata dalla loro presenza. Ma il passaggio dei due rocker nella cripta della cattedrale che ospita la salma del martire – che pur si somma ad altre visite eminenti come quella di Barack Obama o del segretario dell’Onu Ban Ki Moon – è stato ben più di un semplice giro turistico privato.

la maglietta per mons. Romero

Dal palco dello Stadio Jorge Magico Gonzalez a San Salvador, infatti, davanti a 9mila persone, gli Iron Maiden hanno indossato la maglietta con una scritta in ricordo monsignor Romero, dedicandogli la parte finale dello show e condannando al microfono la strage compiuta dall’esercito governativo durante la guerra civile tra il 1980 e il 1992.

Il tributo ai «martiri cristiani» da parte di una band notoriamente «atea» (e talvolta addirittura considerata «satanica») non solo è una bella storia di «conversione» ma amplifica la questione con una sonorità da metallo pesante.

maglietta iron maiden

Nicko MacBrain e Janick Ger sulla tomba di Mons. Romero – accanto la maglietta in ricordo del Monsignore indossata al concerto

 

Iron Maiden: tributo metal ai martiri cristiani del mondo


Foto da http://www.avvenire.it/Mondo/Pagine/Suore-in-Yemen-simbolo-dell8-marzo-.aspx
Foto da http://obispadodezaratecampana.org/index.php?m=201502&paged=3
Foto dahttp://www.terredamerica.com/2016/03/07/gli-iron-maiden-sulla-tomba-di-romero-la-banda-britannica-con-fama-di-satanica-indossa-una-t-shirt-san-romero-di-america-sul-palco-davanti-35-000-fans/

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

1 commento

  • Io andrei cauto a parlare di conversione, anche se lo spero. Questo gruppo faceva canzoni sataniche o roba simile se non sbaglio e sappiamo tutti che il maligno prova a mettere in trappola la gente facendo finta di non esserci più… Sono trucchi vecchi come il mondo. Comunque se fosse vero sarebbe una di quelle notizie che non possono far altro che riempire i nostri cuori di vera gioia… Sarebbe l’ennesima dimostrazione che anche se sembriamo spacciati, il Signore fino alla fino avrà tesa la Sua man verso di noi! Lode a Cristo!

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Unisciti a 345 altri iscritti

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Unisciti a 345 altri iscritti

/* ]]> */