Annalisa Colzi
intervista a monsignor gemma

Imparare a leggere prima di dare le risposte è cosa buona e giusta

Alcune precisazioni

sull’intervista a monsignor Gemma

Chiedo scusa a tutti i miei lettori per questa nuova newsletter, ma urge mettere in chiaro alcune cose riguardo l’intervista a monsignor Gemma che ho pubblicato ieri.

L’intervista a monsignor Gemma ha suscitato diversi commenti tra cui quello del giornalista che a suo tempo lo intervistò. Egli scrive su Fb che chi ha riportato l’intervista a monsignor Gemma non è stato corretto perchè non ha citato né fonte, né data e né autore. Giusto, ha ragione, nella fretta mi sono dimenticata ma, eccomi quindi a citare le fonti (quelle che sarebbe opportuno inserire per dare forza e vericidità alle affermazioni di monsignor Gemma).

L’autore dell’intervista è il giornalista Gianluca Barile. Fu fatta nel 2008 e pubblicata sul quotidiano on line Petrus, che adesso non esiste più.

Lo stesso Gianluca Barile, commentando in fb, aggiunge: “Può darsi che Monsignor Gemma nel frattempo abbia cambiato idea”.

In effetti dal 2008 ad oggi potrebbe avere cambiato idea; ma basta guardare nel suo sito per far crollare questa ipotesi.

http://www.andreagemmavescovo.it/archivio-articoli/1-articoli/515-i-veri-veggenti-non-sono-questi.html

Ok, detto questo, aggiungo che personalmente non ho niente contro monsignor Gemma e lo stimo molto per tutto quello che fa per le anime.

Il punto è che vi sono accuse fatte contro persone, in questo caso i veggenti e non solo, che sono prive di fondamento e senza uno straccio di fonti attendibili.

Alcuni hanno scritto nei miei confronti dicendo chi mi credo di essere per andare contro un Vescovo. Ma io non vado contro un Vescovo, io desidero avere le fonti delle accuse gravi che monsignore ha rivolto alle persone che credono a Medjugorje.

In ogni caso, queste persone che prendono le difese del monsignore, anzi della parole del monsignore, non sanno andare più in là delle offese. NESSUNO DI LORO MI HA PORTATO ALCUNA DOCUMENTAZIONE. NESSUNO DI LORO MI HA OFFERTO FONTI ATTENDIBILI. Ed ho la strana percezione, dalle risposte, che queste persone neppure hanno letto quello che ho scritto, ma solo il titolo.

E allora vi lascio alle risposte che il mariologo Laurentin fornì alle accuse di monsignor Gemma nei confronti di Medjugorje. Anche questa intervista fu realizzata nel 2008 da Gianluca Barile sempre per il quotidiano on line Petrus.

Annalisa Colzi

Il mariologo Laurentin difende Medjugorje: “Ma quale inganno satanico! Lì appare davvero la Madonna”

CITTA’ DEL VATICANO – Opinioni a confronto: il bello della dialettica. Sulle colonne del nostro giornale, l’autorevole Vescovo ed esorcista, Monsignor Andrea Gemma, ha severamente fustigato il fenomeno di Medjugorje definendolo ‘un grande inganno’. Par condicio impone di sentire un parere favorevole sulle apparizioni in quella terra. Abbiamo così intervistato uno tra i più autorevoli mariologi viventi, Padre Renè Laurentin.

Padre Laurentin, cosa risponde a Monsignor Gemma?

“Anzitutto, gli tributo il mio caloroso saluto. Di solito, a dire il vero, non mi piace parlare di Medjugorje. Preferisco seguire la linea del silenzio oculatamente scelta della Chiesa; ma in questo caso proprio non riesco ad essere d’accordo con Monsignor Gemma. Certo, forse il numero delle apparizioni della Madonna è eccessivo. Ma non penso che si possa parlare di un inganno satanico. D’altro canto, a Medjugorje si verifica ogni anno il più elevato numero di conversioni alla fede cattolica. Satana cosa ci guadagnerebbe a riportare tante anime a Dio? Guardi, in situazioni come queste la prudenza è d’obbligo. Ma sono convinto che Medjugorje sia frutto del Bene e non del Male”.

Monsignor Gemma ha parlato anche di imponenti interessi economici a vantaggio dei veggenti e dei loro collaboratori…

“Neppure questa critica mi sembra troppo convincente. Non dimenticate che nei dintorni di ogni Santuario esistono negozi di articoli religiosi, di souvenir. Dovunque vi sia un Santo o un beato da venerare, accorrono centinaia di pullmans; sorgono strutture alberghiere per dare ospitalità ai pellegrini. Stando al ragionamento di Monsignor Gemma, dovremmo dire che anche Fatima, Lourdes, Guadalupe e San Giovanni Rotondo sono degli inganni ispirati da Satana per far arricchire qualcuno? E poi, mi risulta che persino l’Opera Romana Pellegrinaggi, direttamente collegata al Vaticano, organizzi viaggi a Medjugorje. Dunque…”.

Monsignor Gemma ha anche affermato che la Chiesa cattolica ha negato la veridicità delle apparizioni per bocca dei due Vescovi di Mostar succedutisi nel tempo.

“Mi dispiace dissentire. Due vescovi locali contano, sì, ma relativamente. Allo stato, la Santa Sede non ha negato la veridicità delle apparizioni; ma con la cautela che l’ha sempre contraddistinta, si è limitata a sospendere il giudizio; in attesa di ulteriori accertamenti e approfondimenti”.

Il Vescovo-esorcista, che bene conosce il caso Medjugorje, ha sottolineato che fu l’attuale Papa Benedetto XVI, quando era Cardinale Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, a vietare i pellegrinaggi organizzati da sacerdoti e religiosi in quel luogo.

“Guardi, nelle note a firma dell’allora Cardinale Ratzinger, non si impedisce ad alcun sacerdote o religioso di recarsi a Medjugorje. Il divieto, se così si può definire, riguardava la partecipazione dei Vescovi a pellegrinaggi di massa”.

Lei è molto vicino alle posizioni del Servo di Dio Giovanni Paolo II, vero?

“Tengo a sottolineare che il Papa polacco disse: ‘Mi spiace dover guidare la Chiesa qui dal Vaticano e non da Medjugorje’. Ciò mi sembra molto significativo”.

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

18 commenti

Lascia un tuo commento

  • L’affermazione “chi sei tu per andare contro un vescovo” non ha fondamenti nè biblici e neppure dottrinali. Inoltre proprio Papa Francesco chiarisce che il carisma profetico o di guida spirituale non è un carisma sacerdotale ma laico. Nell’antico testamento chi correggeva i sacerdoti erano dei laici, ovvero i profeti. Dice San Tommaso Daquino che se c’è un pericolo per la chiesa, i prelati vanno ripresi, perfino pubblicamente, da parte dei loro inferiori…soprattutto quando la colpa è stata pubblica ed è diventata un pericolo per molti. Le affermazioni di Mons. Gemma sono pericolose per questi tempi, in quanto vanno a seminare zizzania su un terreno già molto delicato di suo. I fedeli ancorati alla Roccia non si spaventano di certo, ma i fragili si confondono. Per cui, a mio parere, ciò che afferma Mons. Gemma è nocivo.

  • Cara Annalisa, ho posto alcune domande,su fb, a mons Gemma su Medjugorje. Mi ha risposto la sua collaboratrice, perchè mons è molto occupato, ribadendo la posizione che mons. ha nei confronti di Medjugorje.
    Queste le testuali parole:
    ad oggi dovrebbero dare spiegazione i acerdoti che Credono e non quelli che non ci credono ,in quanto la Santa sede ha affermato il Criterio del Divieto al Sacerdote di andare li in veste ufficiale ,nonche ha vietato con tanto di lettera ufficiale al vicario Americano di accogliere il Veggente nelle diocesi Americane facendo annullare tutte le tappe stabilite dal veggente ,non Credo che chi sta all’obbedienza sia chiamato a dare le sue motivazioni sul fatto perche resta fedele ,ma nel giusto ragionamento dovrebbe essere il contrario..
    1 aprile 14:30

  • Ancora una volta siamo ad occuparci di chi si schiera senza neanche leggere….ma siamo in democrazia e ci può stare anche questo.Quello che invece non ci può stare è quando si passa alle offese,e questo non se lo può permettere nessuno che si definisca “cristiano”.
    Ognuno ha diritto ad un suo parere,ma senza per questo orie per accusare gli altri di cose inesistenti.
    Medjugorie,è un posto bellissimo,dove si respira l’aria del cielo,ma non basta andare a Medjugorie rispondere alla chiamata di Gesù,che è vieni e seguimi.
    Io sono stata a Medjugorie nel 94 , se non erro,era appena finita la guerra,ho risposto alla chiamata della Madonna che da lì mi ha portato a Gesù,ma non continuando a chiamarmi a Medjugorie,ma seguendomi nel cammino di fede che ho rinnovato tornando a casa. Non ho più avuto bisogno di andarci,e anche allora,non ho voluto conoscere nè ascoltare i veggenti,i messaggi li leggo e cerco di metterli in pratica.
    Non per questo penso che questo sia l’unico modo in cui la Madonna agisce,e spero ardentemente che non vogliamo insegnare a Lei come fare con i suoi figli.
    Lo spirito di discernimento,appartiene al Signore,e forse quello di sapienza non appartiene a certi personaggi….e bisognerebbe dirglielo,ma sono convinta che non ascolterebbero.

  • Bene, in risposta a chi crede che abbia cambiato idea. Grazie.

  • Continuo a credere alla mia Madonnina e a riporre in lei il mio amore e preghiere. Non mi sono mai sentita così serena e sulla strada giusta. Grazie

  • Sono stato a Medj nel dicembre 1985, quando non c’era altro che un piccolo villaggio circondato da coltivazioni di tabacco, ho conosciuto Marja e mi sono reso conto che c’era una grazia speciale. Sono tornato nel 2010 trovando molte cose cambiate, ma non l’anima della comunità. Ho visto tornare alla fede dopo 25 anni di lontananza due persone che erano con me. Ho letto di diverse posizioni contrarie, però credo che, quando si denigra Medjugorie senza uno straccio di prova, distorcendo i documenti ed i discorsi autorevoli, allora è giusto pensare che questo giudizio sia del tutto arbitrario ed anzi proprio per questo mi fa sostenere ancora di più la causa della Gospa.
    Credo che sia pericoloso avvalersi di una posizione dominante per pronunciamenti poco fondati, anche perchè la storia ci insegna che lo Spirito Santo è libero e spesso coloro che hanno un potere finiscono con l’ostacolare le opere di Dio, le quali però per loro forza sono inarrestabili.

  • Personalmente sono stato a Medjugorie abbastanza disincantato e mi sono profondamente ricreduto. In merito a questa diatriba penso che nessuno sia in mala fede, nemmeno chi palesemente “erra” nella valutazione. Anche Bernadette ebbe tra i più forti detrattori religiosi profondamente credenti, che la osteggiavano convinti di fare bene per la Chiesa. Le prove sono la garanzia più sicura di ciò che viene da Dio.

  • Pienamente d’accordo con padre Laurentin, con un’unica piccola osservazione: molti sono perplessi dalla lunga durata delle apparizioni di Medjugorje (ormai 33 anni), ma le apparizioni della Madre di Dio a Laus sono durate ben 54 anni! Io personalmente credo che la Madonna appaia veramente a Medjugorje, allora lasciamoLa fare, chi siamo noi per dirLe quanto tempo e quante volte deve apparire ? Ho letto su internet che sembra che i veggenti si siano arricchiti da Medjugorje; secondo me la questione deve essere esaminata meglio: i veggenti sono sposati e quindi è anche normale ed umano che qualche attività, anche legata al fenomeno delle apparizioni l’abbiano intrapresa per mandare avanti le loro famiglie, la questione dovrebbe essere esaminata meglio e in maniera più serena, sicuramente la commissione istituita dal papa (credo Benedetto XVI) abbia considerato anche questo aspetto. Vediamo come si pronuncerà papa Francesco adesso che la commissione ha finito i suoi lavori e gli ha presentato tutto; io aspetto serenamente il suo giudizio. Tutto il mio rispetto e ammirazione per monsignor Gemma che è l’unico vescovo che fa esorcismi personalmente, il suo parere su Medjugorje, anche se autorevole, è personale e non è il parere della Chiesa Cattolica.

  • Ringrazio Annalisa per questi ultimi articoli a difesa di Medjugorje. Anche io non ho assolutamente nulla contro monsignor Gemma ma mi permetto di dire che il suo parere nei confronti dei veggenti è certamente poco prudente.
    Dispiace vedere scritte certe cose da un principe della Chiesa e dispiace vedere che tutte queste cose sono scritte senza uno straccio di prova. Così come è richiesta la prudenza a chi pensa che a Medjugorje appaia veramente la Madonna penso che la medesima prudenza sia richiesta anche a chi non creda che a Medjugorje vi siano eventi soprannaturali.
    E se un giorno la Chiesa riconoscesse queste apparizioni ?
    Che ne sarebbe dei commenti di monsignor Gemma ?
    Ma sopratutto della responsabilità di aver detto delle falsità e delle calunnie nei confronti dei veggenti ?
    Spiace davvero vedere che la prudenza viene invocata e richiesta solo da una parte sola mentre non ci si pone neppure il problema da parte di chi è scettico ed è certo di essere nel giusto.

  • Mi dispiace spero tanto che mon.Gemma possa andare lui una volta sola per vedere la fila e ore per aspettaredei giovani per ptoersi confessare, …..solo questo…

  • Vai Annalisa…..ribatti colpo su colpo!! E mi sembra anche con argomenti,fatti e interviste piu’ che validi. Ad ogni modo ho la sensazione che il caso Medjugorje hanno intenzione di ridurlo al silenzio,spero di sbagliarmi

  • Ave Maria! Annalisa, siamo con lei! Sia lodato Gesù Cristo . . . sempre sia lodato!

  • Ave Maria! Ho notato che tutti coloro che contestano Medjugorje o qualsiasi altro intervento del Cielo su questa povera terra, hanno tutti una cosa in comune: Sono superficiali! Mai ho sentito uno di loro che abbia approfondito l’argomento per continuare a ricercare la verità. Al contrario ho trovato molte volte un muro di orgoglio che impedisce di entrare nei dettagli perchè . . . POTREBBERO SCOPRIRE DI AVERE TORTO. Quale immensa pena poi doverlo ammettere . . . Grazie. Sia lodato Gesù Criato . . . sempre sia lodato!

  • C’è una apparizione che sta durando da 2000 anni e più, in tutta questa nostra terra bisognosa dell’intercessione di Maria. lei veglia sempre su di noi quindi da quando è stata Assunta in cielo lei appare sempre a noi che la preghiamo. Qualche volta la vediamo e qualche volta no, ma Lei è sempre presente in mezzo a noi. Volevo dire a tutti una cosa vescovo Mons. Gemma compreso; mentre si sta qui ad elucubrare se a Medjiugorje appaia o no Maria, il male attraverso qualche politico cerca di portare avanti in parlamento europeo ed anche italiano delle leggi che vanno contro il creatore e la creatura creata da Dio maschio e femmina. Spostiamo la nostra attenzione e preghiera per questo problema che riguarda tutti i nostri figli e tutte le pecorelle dei pastori. Un caro siano sempre lodati Gesù e Maria perchè ci assistano sempre in questi tempi di tenebra

  • Cara Annalisa, Petrus -che poi è ‘Tu es Petrus’ -è ancora vivo e aggiornato! Basta cliccare! Non capisco perchè abbia scritto “che non esiste più”… Cmq desidero ringraziare M.Teresa (21 giugno) che si è premurata di sentire mons. Gemma, il quale non solo conosce bene il fenomeno (ricordo che ha ascoltato per ore le motivazioni di mons. Peric), ma nel suo libro ‘Io vescovo esorcista’ racconta qualcosa di impressionante in relazione a Medugorje, attraverso i suoi esorcismi.

  • Prima di tutto, se hai letto attentamente vedrai che non sono io a scrivere che Petrus non esiste più, ma lo stesso giornalista proprietario del sito.
    Secondo, se Gemma si basa su Medjugorje attraverso gli esorcismi stiamo freschi. Anche il mio gatto sa che satana è menzognero.

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
/* ]]> */