Annalisa Colzi
peccato

Il vero problema è il peccato: causa di tutti i mali

Il peccato causa di tutti i mali

in un mondo che si è dimenticato di Dio

Il peccato e le sue conseguenze…

Stiamo assistendo, impotenti, allo sconvolgimento del mondo: guerre, omicidi, suicidi, violenze della peggior specie… Sembra che il mondo stia impazzendo e – nonostante il progresso – siamo scesi ad una bassezza tale che l’uomo di Neanderthal appare come un signore sopraffino.

Che cosa sta avvenendo? Di chi è la colpa di questa regressione umana? Semplice: del nostro peccato.

Il mondo “moderno” si è dimenticato di Dio. E si è lasciato sedurre dal maligno; le conseguenze sono sotto i nostri occhi.

Certamente vi sono uomini che – sotto istigazione di satana – eseguono le più tremende nefandezze, ma Dio permette che ciò avvenga perchè il mondo è nelle tenebre e ha bisogno di essere purificato.

Il 6 agosto del 1982 la Madonna a Medjugorje dà questo messaggio: “Se i fedeli si confesseranno una volta al mese, presto intere regioni potranno essere guarite”.

Conversione del cuore, ecco quello che serve per fermare tanta carneficina.

La Madonna a Fatima disse: “La guerra sta per finire; ma se non smetteranno di offendere, durante il Pontificato di Pio XII ne comincerà un’altra ancora peggiore. Quando vedrete una notte illuminata da una luce sconosciuta, sappiate che è il grande segno che Dio vi dà che sta per castigare il mondo per i suoi crimini, per mezzo della guerra, della fame e delle persecuzioni della Chiesa e al Santo Padre”.

Da queste parole della Vergine Maria, si evince che la Seconda Guerra Mondiale fu causata principalmente dai nostri peccati.

Vi è anche un altro episodio molto interessante che ci fa capire come senza conversione non vi è vittoria. Risale al tempo delle Crociate, quando san Francesco si recò a Damiata presso i Crociati.

Un giorno, avuta notizia che i nostri si disponevano a battaglia, si addolorò fortemente e rivolto al compagno disse: “Il Signore mi ha mostrato che, se avverrà oggi lo scontro, andrà male per i cristiani”. Riferì la cosa ai Crociati ma essi non vi credettero e quel giorno persero 6000 uomini.

Ma non pensiate che san Francesco disse di non combattere quel giorno perchè non era d’accordo sulle armi. Il motivo era ben diverso, i Crociati si erano lasciati andare ad una serie di peccati e questo fece sì che Dio non fosse più al loro fianco nella battaglia.

La Madonna a Medjugorje da 33 anni ci spinge alla conversione del cuore. E a pregare per coloro che ancora non hanno conosciuto l’amore di Dio. Quando l’amore di Dio avvolge l’anima il primo frutto che assapora è la pace, quella vera, quella del cuore.

Imploriamo con tutta l’anima e con tutto il cuore che la Vergine Maria, come nel Cenacolo, faccia piovere su di noi un torrente di Spirito Santo.  Un fiume immenso di Grazia. Una Nuova Pentecoste che incendi i cuori e fermi il peccato nel mondo.

 Annalisa Colzi

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

11 commenti

Lascia un tuo commento

  • Ciao Annalisa , c’è un errore nella presentazione. Il Pontificato è quello di Pio xii non Pio x. Scusa magari qualcuno non capisce. Pio x era morto nel 1914 , giusti 100 anni ieri 21 agosto. Patrono della mia parrocchia quindi grande festa col vescovo e Santa Messa. Precisazioni a parte mi trovi completamente d’accordo. Il peccato è la causa principale dello scatenamento del maligno nelle persone; chi non è protetto dalla preghiera assidua giornaliera, dalla Santa messa ( possibilmente quotidiana , esortazione proprio di San Pio x) dalla venerazione della nostra mamma celeste , si trova soggetto all’attacco del demonio (chiamiamolo con il suo nome) altro che girarci intorno progressisticamente . Siccome siamo tutti provati, è già dura per noi che siamo in preghiera abbastanza continua , figuriamoci coloro poveracci che non pregano più , perchè trovano la cosa superata, antica , che non serve o quant’altro. Aggiungo guai a coloro che hanno portato le persone in questo stato che siano i loro pastori o le varie ideologie che si sono susseguite a partire dalla rivoluzione francese. Questo cancro purtroppo ha contaminato non pochi cattolici in Italia che ormai hanno scambiato la Chiesa per una O.n.g. . Il centro della Chiesa e della fede è Cristo e se le cose vengono fatte per Lui la fatica si dimezza, altrimenti tutto è pesante e non porta a nulla. Siano lodati sempre Gesù e Maria , in attesa di qualche commento astioso da parte di qualche catto…………com……progr…….

  • Sono d’accordo ma non riesco a capacitarmi di come Dio possa essere al nostro fianco durante la battaglia….In teoria i crociati non avrebbero dovuto vincere anzi uccidere a priori perché é scritto non uccidere e ama il tuo prossimo. Dio é contro la guerra sia che il giorno prima abbiamo peccato o abbiamo fatto i bravi ragazzi e non può benederci a parer mio il giorno dopo se andiamo a stroncare vite. Forse l omicidio può essere giustificato solo in difesa di donne,anziani e bambini….ma non ne sarei cosí sicuro altrimenti perché Gesù rimproverò Pietro per aver alzato la spada contro le guardie che venivano per arrestarlo?

  • Come sempre ,il suo articolo è bello ,chiaro e coglie l”essenza del problema. Tutti si lamentano della “follia ” che sta dilagando nel mondo , ma la maggior parte degli uomini continuano a vivere nel peccato e pensano di poter fare a meno di Dio. La ringrazio per questi bellissimi articoli che puntualmente mi spedisce e le assicuro la mia stima e il mio affetto.

  • Carissimo Emanuele, per avere chiarimenti in proposito ti consiglio di leggere tutto il capitolo sul quinto Comandamento che si trova sul Catechismo della Chiesa Cattolica

  • Forse leggendo l’antico testamento si capirebbe qualcosa di più . Dio che continua a sostenere il popolo ebreo anche nella lotta contro i suoi nemici , quindi nella battaglia e nella guerra, salvo poi bastonarlo quando si allontana dalla strada da lui tracciata; quindi esodo in Babilonia , persecuzioni dagli Assiri , occupazione dai Romani con relativa finale distruzione del tempio a Gerusalemme nel 70 d.c. da parte delle truppe di Tito. Queste scritture della Bibbia in relazione alla storia del popolo ebraico mi hanno fatto comprendere che se combatti (a volte anche con le le armi se necessario) per una giusta causa Dio è con te. Ai conigli che continuano ad accusare alcuni cristiani che la pensano in questa maniera dico : E se capitasse che ti occupassero il tuo territorio a causa della tua fede e magari ti uccidono moglie e figli ? che faresti ? E questo è il massimo della ferocia . Ma se l’occupazione è subdola e silenziosa e mascherata dal buonismo con l’approvazione anche da chi è contro il cristianesimo che fare??????? A volte me lo domando. Un caro saluto

  • Cara Annalisa, mi trovo d’accordo con te, ma sto cadendo in un pessimismo che va contro la mia fede; mi vado convincendo sempre più che i prossimi tre anni saranno i più terribili; assisteremo ancora a cose peggiori, a nefandezze inaudite a tremende violenze in ogni parte del mondo perché in questi tre anni si compirà il secolo di satana, la bestia immonda. Mi auguro comunque che le catastrofi che aspettano l’umanità siano meno cruente di quelle del secolo scorso. C’è tanto peccato oggi nel mondo, ma ci sono anche tanti gruppi di preghiera, tanti rosari recitati giornalmente e non dispero che la nostra Divina Madre possa intercedere presso Suo Figlio per redimere questa umanità perduta. Che il Signore ci stia sempre vicino.

  • Carissimo,
    lo scoraggiamento viene da satana. Sorridi, Dio non ci abbandona mai. Siamo nelle sue mani.

  • Dobbiamo solo pregare e stare vicino e chiedere al Santissimo Spirito Santo che ci illumini ci accudisce ci protegga. Siamo nelle sue mani sia fatta la sua volonta

  • la battaglia si può fare in molti modi, la guerra implica avere un nemico e l’unico vero nemico è satana, che ci vuole portare alla perdizione della nostra anima.
    del resto, come ci si può scandalizzare che ci siano guerre atroci nel mondo, se perfino nelle nostre famiglie, sui luoghi di lavoro (per chi ha la fortuna di averlo), c’è la guerra tra fratelli, tra ricchi e poveri, tra padrone e dipendenti.
    secondo me ora c’è la divisione tra chi sceglie la strada del bene e chi quella del mal, orami si deve scegliere, non si può più stare in mezzo.
    buona settimana tutti e che il Signore ci aiuti

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
/* ]]> */