Annalisa Colzi
esorcismo

ESORCISMO

Esorcismo

con padre Gabriele Amorth

Qualche anno fa ho partecipato agli esorcismi di padre Gabriele Amorth. Nove persone in tutto si sono susseguite nella stanzetta. Nove possessioni da combattere con la preghiera di esorcismo e con l’umiltà e la autorevolezza di padre Amorth, il quale spronava il maligno a dire come era entrato, come si chiamava, quando se ne sarebbe andato.  Sono queste le domande permesse dal Rituale. Occorre prudenza nel rivolgergli altre domande perchè il maligno è il menzognero per eccellenza. Però può anche capitare che, per permissione di Dio, satana debba dire la verità.

Non so se il dialogo sotto riportato sia tratto veramente da un esorcismo, ma leggendolo non mi sembra di aver riscontrato niente che si allontani dalla retta dottrina.

Esorcista: Nel nome dell’Immacolata Vergine Maria, ti ordino di dire la verità su quanto sta accadendo alla Chiesa di Cristo?

Lucifero: ” Noooooo, Quella là nooooo!
Il solo sentire pronunciare il Suo Nome è per me e per noi demoni, un tormento infinito.

Non voglio parlareeeeeeeeee, ma l’Alta Dama mi obbliga a risponderti Prete schifoso!
La Chiesa Cattolica è sotto attacco! Le potenze delle tenebre sono scatenate contro la Sposa di quello che abbiamo appeso alla Croce. E’ l’ultimo assalto che stiamo portando alla sua Chiesa. Le dimissioni del Pontefice, prese in piena libertà e coscienza, aprono la strada al nostro ultimo attacco frontale.

Quello lassù sta per ritornare sulla terra, non so né il dove e né il quando, ma sento che quel giorno è molto, molto, molto vicino. Le mie stesse forze vanno sempre più affievolendosi, pertanto, devo concentrarmi e recuperare tutte le energie per convogliare i miei miliardi di demoni contro la Sede Apostolica.

Non basta la corruzione, non basta l’avidità di denaro, non basta suscitare gli scandali, bisogna condurre una battaglia che abbia come esito finale la distruzione della cosiddetta Chiesa di Roma.

Esorcista: Nel nome di Cristo, dimmi cosa vuoi fare contro la dolce Sposa di Dio?

Lucifero: Sono duemila anni che noi angeli decaduti con l’aiuto di uomini di Chiesa e di politicanti da strapazzo, cerchiamo di colpire mortalmente Quella tremenda Invenzione del Nazareno. Purtroppo non ci siamo ancora riusciti, perchè essa appartiene all’Onnipotente.

Tutti i nostri sforzi risultano vani, perchè le porte dell’inferno, come Quel crocefisso disse, non prevarranno. Ma noi non ci arrendiamo. Continueremo a colpirla, a ferirla, a farla sanguinare, anche grazie a chi, dall’interno di essa, si è consegnato nelle nostre mani.

Dobbiamo arrivare ad occupare il trono del Vicario di Quello inchiodato alla croce. Con le buone o con le cattive. Costi quel che costi.

Stiamo lavorando a spopolare i seminari, a far chiudere i conventi, ma non riusciamo a far smettere quelle donne e quegli uomini, rinchiusi dietro una grata, di pregare. Ancora ci sono giovani che si dedicano alla preghiera nel silenzio di quei monasteri. Maledetti! quanto ci fanno male quelle vite donate all’Altissimo.

Esorcista: In nome di Dio Onnipotente, ti ordino di dirmi cosa stai cercando di fare e di organizzare?

Lucifero: Nooooooo! Non te lo dicooooooo!

Esorcista: Ti ordino per il Sangue Preziosissimo di Cristo, di dirmi quanto ti ho chiesto?

Lucifero: Quello lassù è stanco dei vostri peccati, è disgustato dell’azione degli uomini, è deluso dall’agire delle donne. Siete affogati nel peccato. La maggior parte dell’umanità è mia, morta spiritualmente e non riesce a risollevarsi.

Ormai molti Cardinali, Vescovi, Sacerdoti, sono in totale dissenso rispetto alla Tradizione della vostra Chiesa, sono in disaccordo sul conservatorismo papista.

E dietro il progressismo, dietro certe aperture post conciliari ci siamo noiiiiiiiii! Perchè vogliamo la confusione, la dissociazione, la divisione dentro e fuori la Sede petrina, come la chiamate voi.

Continuate pure a credere che tutto è una favola pretigna, cosi il numero di quelli che precipitano qui all’inferno aumenterà sempre più. Ormai non si contano più.

Esorcista: Nel nome dei Santi Martiri, di San Pio, di Santa Bernadette, di la verità sul futuro della Chiesa di Roma?

Lucifero: Non conosco il domani. Questo lo conosce solo Lui. Non so cosa accadrà tra un istante, perchè lo sa solo Lui. Non prevedo eventi, ma solo il presente.

Sono un perdente, uno che si è ribellato ed ha perso tutto. Ho perso il paradiso. Per sempre. Ma ho un obiettivo: trascinare quante più anime possibili nel mio regno di tormento. Voglio vendicarmi della mia cacciata dal paradiso, con lo strappargli anime. E’ questa la mia eterna vendetta.

Io non sono eterno, sono creatura proprio come voi, ma molto più forte di voi, molto più potente, più abile, più astuto. Sfrutto la mia astuzia per rovinarvi.

Posso dirti, brutto pretaccio, che provocheremo un attacco terribile contro la Chiesa romana, faremo tremare le sue mura, ma non scalfiremo la sua Stabilità.

Abbiamo fatto nascere la crisi economica per impoverire la popolazione mondiale, scoraggiare chi prega e infondere il veleno dell’allontanamento da Lui.

Non lasciamo nulla di intentato pur di separare la creatura dal Suo Creatore. Tutto ciò che può rovinarvi eternamente lo attuiamo.

Ma ora ci stiamo concentrando sulla Chiesa e sino a quando il nostro lavoro distruttore non sarà compiuto non le daremo pace.

Ho chiesto degli anni a Quello lassù. Ora è il nostro tempo, quindi siamo scatenati, ben sapendo che il periodo concesso sta per terminare.

Sento il tuono dell’Onnipotente che mi ricorda il mio nulla e l’obbedienza che, anche contro la mia volontà, gli devo.

Quel papa della “Rerum Novarum”, vide, mentre celebrava la Messa, i demoni fuoriuscire dalle viscere della terra e diffondersi dappertutto. Cosi scrisse quell’odiosa preghiera al Principe delle Milizie celesti, che noi, però, abbiamo fatto abolire al termine della celebrazione.

Oggi la terra è completamente invasa dai miei angeli decaduti, e se riusciste a vedere con gli occhi dello spirito, vi accorgereste che è tutto buio. Totalmente buio.

Se vedeste i mostri infernali agirarsi per il mondo morireste di paura per la forma orribile che hanno. Eppure non ci credete.

Esorcista: Nel nome della Santissima Trinità dimmi cosa hai in mente di fare contro l’umanità?

Lucifero: Distruggerla con tutte le mie forze. Ridurla in schiavitù. In una parola : Dannarla.
Devo provocare guerre, devastazioni, catastrofi, portandovi all’esasperazione e alla bestemmia.
La crisi devo aggravarla, ridurre in miseria sempre più persone, conducendole alla disperazione di non potersi liberare.

Poi devo trasformare radicalmente la vostra cosiddetta società civile in una grossa rolla per porci. Vi ci faccio sguazzare dentro, per poi perdervi all’inferno.

I miei servi sono già all’opera, molti devono fare il lavoro sporco che io ho comandato loro di fare, sino alla fine.

La terra deve essere un enorme cimitero, dove i pochi sopravvissuti saranno costretti ad adorarmi e servirmi come un dio. E’ questo il mio fine: essere dio al posto di Lui.

Molti mi celebrano il culto, altri mi invocano, altri ancora mi adorano. Ma non sanno che sono già dannati. Per una manciata di euro e qualche piacere si concedono a me, finendo per consegnarsi ai miei artigli.

Vedrete cosa farò alla vostra Chiesa, che scisma provocherò, peggiore di quelli passati. Vedremo quanti sono dalla Sua parte e quanti dalla mia.

Il tempo sta per finire ed Io sono tutto preso dall’aumentare il numero di coloro che passano dalla nostra parte. Tutti devono riconoscermi come unico signore, anche se sono un nulla.

Esorcista: Nel nome di Santa Gemma Galgani, di Santa Teresa di Gesù Bambino, di Santa Maria Goretti, cosa dobbiamo fare per vincerti e salvarci l’anima?

Lucifero: Noooooo! Non voglio parlareeeeeee!
Quello lassù mi costringe a risponderti.
La preghiera del Rosario, quella corona maledetta che tante anime ci strappa, è potentissima contro di noi, è un martello che ci schiaccia.

Ritornate in Chiesa, confessatevi settimanalmente e comunicatevi spesso. Controllatevi, sopportatevi reciprocamente i difetti. Amatevi e fate risplendere in voi la luce della Fede. La pace l’otterrete solo con la corona tra le mani, solo con la comunione sovente.

Andate a Messa, con devozione e rispetto, a costo di qualunque avversità. Essa e solo essa può salvarvi dalla dannazione eterna. E’ uno scudo potente contro l’inferno, contro le tentazioni, contro le seduzioni del Male.

Pregate per il Papa, pregate per i Cardinali, pregate per i vescovi.

Pregate per i sacerdoti hanno bisogno del sostegno delle vostre preghiere. Pregate per i nemici, gli amici, gli sconosciuti, i lontani, e Lui si ricorderà di voi.

Quellà lassù è triste perchè vede ogni giorno molti suoi figli precipitare all’inferno, nonostante le sue continue apparizioni, a cui non crede quasi nessuno.

Le sue lacrime versate per lo stato pietoso in cui molte anime vivono, stanno per terminare e lasceranno spazio ai castighi del Cielo”.

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

13 commenti

Rispondi

  • Nonostante dica tante cose giuste mi sembra un testo “improbabile” un po’ forzato.Saluti

  • Annamaria. Grazie.
    È proprio evidente che questa crisi di coscienze e denari ha un’origine soprannaturale nefasta che mira all’allontanamento dell’uomo dal suo Creatore.
    Le necessità diventano virtù ed il piatto diabolico è servito.
    ” Vigilate sempre ..”

  • C’è un punto che è tipico di chi è un millantatore, quando dice “vedrete cosa farò” a proposito della Chiesa. Si vuol dare per scontate certe cose come fa lo scommettitore quando pensa a cosa farà con la vincita e con questo vuol farsi grande davanti agli altri. Questa “confessione” conferma tante cose che su questo blog abbiamo ripetuto; ma la cosa grave è questa, che se tu porti questa esperienza a qualche sacerdote o a qualche vescovo, ti sentirai rispondere che sono balle gigantesche.. E questa è la cosa demoralizzante.. Che male fanno alla Chiesa questi sacerdoti spenti! Quando si comincia a rinunciare a combattere la battaglia, non solo è sconfitto il comandante, ma viene distrutto il suo esercito…

  • Cara Annalisa, quello che hai riportato, indipendentemente dal fatto se appartenga o meno ad un vero esorcismo, dovrebbe comunque indurre molto a riflettere. Mi sono chiesto spesso come sia possibile che il Demonio, seppur infinitamente superbo, possa pensare davvero di avere la meglio su Dio. Gli angeli caduti, infatti, hanno già perso la loro guerra contro il Signore subito dopo essersi ribellati a Lui, non a caso è scritto che “il Principe di questo mondo è stato giudicato”. Eloquente è quello che hai riportato. Il Diavolo, sapendo quanto Dio ama gli esseri umani, pensa di vendicarsi spingendo quante più anime possibile alla perdizione eterna. Il risultato di tale malefica azione è sotto gli occhi di tutti ma tanti, purtroppo, non vogliono vedere. La Madonna, a Medjugorje, nel messaggio del 25 aprile 2007, disse: “Questo è tempo di grazia, finché sono con voi sfruttatelo”. Ebbene, temo che il tempo della grazia e della misericordia stia per scadere, in ogni caso non potrebbe durare per sempre, dopodiché verrà quello della giustizia (che non è detto sarà quello del Giudizio Universale, Dio nella storia ha fatto giustizia più volte). Nel libro dell’Ecclesiaste è scritto, infatti, che c’è un tempo per ogni cosa: “C’è un tempo per nascere e un tempo per morire, un tempo per piantare e un tempo per sradicare… Dio giudicherà il giusto e l’empio perché c’è un tempo per ogni cosa e per ogni azione”. Temo, davvero, che il tempo della misericordia stia per finire e che i messaggi che ci vengono dal Cielo siano le ultime chiamate alla conversione prima che il castigo si abbatta su questa “generazione adultera e perversa”. Chiunque abbia viaggiato in treno o in aereo sa che, prima della partenza, vengono rivolti ai passeggeri svariati appelli fino ad arrivare all’ultimo, dopo del quale non ve ne saranno altri; tant’è che dalle mie parti si dice, non a caso, che il treno non aspetta nessuno. Chi davvero ha orecchi per intendere, intenda.

  • Certamente e’inquietante quanto vero, quello che gratifica e mi fa felice e’ la vittoria di Cristo della Chiesa che e’ garanzia di salvezza. questo e’ importante quanto il suggerimento del percorso da affrontare e i mezzi necessari. il ricorso alla preghiera e ai sacramenti sono strumenti importantissimi. Viviamo questa realta’ con fiducia.

  • Questo articolo è molto molto interessante mi piacerebbe saperne di più

  • Che vuol dire :”non so se il dialogo sia tratto veramente da un esorcismo “

  • è davvero interessante….però l’esorcista, durante l’esorcismo, non puo fare domande al demonio di sua curiosità personale( detto da don Amorth), tanto meno riguardo il futuro.

  • Magari in questo caso era volontà di Dio che venissero poste quelle domande.

  • Gentile Annalisa, può gentilmente citare la fonte di questo dialogo? O si tratta di uno di quelli a cui ha assistito personalmente?

  • I messaggi son da tempo molto chiari; comunque diciamo che il testo è un ottimo riassunto delle demoniche forze perverse senza pietà…

    Grazie Annalisa

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: