Annalisa Colzi
combattere per salvaguardare i nostri figli

E’ tempo di svegliarsi dal sonno

Combattere per salvaguardare i nostri figli

con preghiera e informazione

Quante volte grido nel mio intimo: “Creazione, che ne hai fatto del tuo Dio?”. Perversità, cattiveria, violenza, sballo sono all’ordine del giorno. Messaggi negativi passano continuamente attraverso i media. Cantanti sempre più sballati inoltrano messaggi al limite della denuncia. La moralità è andata a farsi friggere ormai da molto tempo; e la moda del “tutto e subito” imperversa da tanti anni.

Pur di avere un po’ di fan al seguito, non solo si lasciano i principi morali ma, ci si lancia in un vero e proprio turbinio di perversità.

Uno degli ultimi esempi scabrosi è la cantante Miley Cyrus, la quale ha incitato il pubblico londinese ad esagerare con alcol e droga. Ha usato espressioni del tipo: “Spero che siate tutti ubriachi e imbottiti di pasticche”; poi ha incitato il pubblico a pomiciare con una persona del loro stesso sesso.

Il suo concerto è stato vietato ai minori di 15 anni a causa delle sue solite simulazioni sessuali, che comprendevano anche una orgia finale con i ballerini.

Ecco come si è ridotta la ex Hanna Montana, beniamina di tanti bambini che la seguivano nei telefilm prodotti dalla Walt Disney.

Purtroppo molte di queste “perle” create dalla Walt Disney hanno fatto tutte la stessa fine. Da bambine prodigio a donne volgari. Non pensate che sia una mossa della Walt Disney, visto che nel suo dna è presente la massoneria?

In ogni caso, come cristiani e non, siamo chiamati a combattere per salvaguardare i nostri figli. Preghiera e informazione sono le due armi vincenti, ed ecco perché vi invito tutti a partecipare ai miei prossimi incontri, il primo dei quali si terrà a Bologna.

Non mancate, anzi divulgate, è l’ora dell’informazione.

Per vedere dove sono basta che entriate nel mio sito e cliccate nella sezione EVENTI, lì troverete l’incontro nel dettaglio.

Avanti tutta, insieme, per riportare i nostri giovani all’incontro con la Gioia.

 Annalisa Colzi

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

5 commenti

  • Siamo arrivati ad un punto di non ritorno.
    La parola d’ordine e’ “si salvi chi puo'”.
    Chi ha figli li segui e li educhi istante per istante senza mai abbassare la guardia. Perche nel momento in cui ti distrai hai gia’ compromesso il futuro dei tuoi figli.
    Oltre a insegnare come pregare bisogna informare, parlare e proporre figure positive ai nostri figli, Senza stancarsi. Bene fai tu Annalisa, a proporre incontri, dibattiti, discussioni. Ma in realta’ bisognerebbe guardare meno tv e parlare e raccontare di piu’ ai nostri figli. Chi non lo fa, sappia cherischia di compromettere la salute mentale dei propri figli. La manipolazione mentale e’ gia’ a rischio per gli adulti, figuriamoci per i bambini. Scusate se insisto, secondo me “si salvi chi puo'” e’ la situazione attuale.

  • E’ sempre più difficile per i genitori , tenere a bada i propri figli e portarli sull via giusta, perchè sono sollecitati da mille cose esterne alcune delle quali sono buone, però purtroppo molte sono malsane. In questo caso vediamo come una cantante viene usata (chiissà quanti altri artisti) per veicolare il male. Penso alla frase dei profeti : guai a chi chiama bene il male e male il bene. Vigilanza sui figli nostri ed anche quelli degli amici e tanta preghiera ci aiuteranno in questo difficile compito. Grazie a tutti

  • Due sono le vie, una della vita e una della morte,e la differenza è grande fra queste due vie. (Didaché, 1, 1)

  • purtroppo per loro,la fine degli idoli è segnata da grandi crolli…suicidi spesso nelle loro follie,rappresentano il disagio di certa gioventù che non è sbagliato definire bruciata,perchè l’inferno stesso che si portano dentro li sta divorando.
    La frenesia di sballarsi per non vedere,per non sentire…neanche il loro dolore,li sta consumando.
    Padre buono,abbi pietà di loro!
    Tu che tutto puoi, trasforma il loro inferno in un roveto ardente di passione per Cristo! Abbi pietà di loro!
    Abbi compassione del loro io malato,come hai avuto tanto amore da sacrificare il tuo stesso Figlio per la nostra salvezza…anche noi non meritavamo tanto,ma Tu vedi in noi qualcosa che noi non sappiamo neanche di avere….per questo ti continuo a pregare,per loro e per noi:vinci il male che ci portiamo dentro,guariscici!
    Amen.

  • Due sono le vie, una della vita e una della morte, e la differenza è grande fra queste due vie. (Didaché 1,1)

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Unisciti a 339 altri iscritti

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Unisciti a 339 altri iscritti

/* ]]> */