Annalisa Colzi
Don Alemanno

Don Alemanno, ti dico quello che penso: che schifo!!

di Sabina Tognetti

Sono in vacanza dai miei genitori, in Sardegna, terra che amo molto e alla quale sono molto legata. Ricca di tradizioni, di bellezze naturali, di profumi, di sapori. Ma queste cose le sanno ormai tutti, basta guardare un depliant o una rivista specializzata. Quello che invece non sapevo riguardo la mia terra è l’esistenza di un tale Alessandro Mereu (sardo pure lui), che si fa chiamare Don Alemanno, benchè di Don non abbia veramente nulla, a meno che non si chiamino Don anche coloro che si pongono al servizio dell’eterno nemico. In questo caso il “Don” viene utilizzato esclusivamente perchè, a detta di Mereu “si cucca di piu”.

Mereu negli anni ha fatto mille lavori diversi. Ha piantato cocomeri in campagna. Ha fatto l’agente immobiliare; l’aiuto cuoco, il sacerdote, il pornoattore; il parrucchiere gay e il parrucchiere etero. Nel 2012 ha deciso che era giunto il momento di dar vita alla sua prima vera creatura: una fan page su Facebook, dal titolo “Jenus di Nazareth” . La storia racconta della seconda venuta di Cristo sulla Terra, sotto richiesta del Padre, nel tentativo di espiare i peccati del mondo. Ma nel cadere in picchiata dal Regno dei Cieli, Dio gli dà forma umana troppo presto facendolo sfracellare al suolo. Da quel momento il protagonista, preda di amnesia, vaga sulla Terra depositario di tutte le risposte, ma non se le ricorda.

A questo punto iniziano le insolenze nei confronti di Nostro Signore. Vedere un mio conterraneo distribuire “pane carasau”, alle persone in fila davanti a lui, come se si trattasse dell’ostia consacrata mi manda su tutte le furie. Disgusto, rabbia e tristezza è quello che sento quando guardo questi “famosi” fumetti; che sono stati addirittura proposti come miglior rivelazione del 2013 al Macchianera Italian Awards 2013, piazzandosi al secondo posto.

Dal momento che Mereu (preferisco chiamarlo in questo modo per non insozzare coloro che Don lo sono davvero) raccomanda, in un’intervista al Reader’s Bench, di non smettere mai di dire ciò che pensiamo, colgo l’invito e dico a lui quello che penso. Penso che si possa far ridere in tanti modi. Mi piace l’umorismo quando non si basa sui soliti argomenti, il sesso e la Chiesa. Invece sembra che questi “nuovi artisti” oramai non possano far ridere con altri temi, ben poca fantasia, non pensate? Potremmo suggerir loro di guardare qualche gag di vecchi e rimpianti comici, che sapevano far ridere di gusto intere famiglie, senza costringere i genitori a cambiare canale.

Ma questi giovani non ne sono più capaci. Perchè hanno il cervello poco abituato a spaziare e a recepire immagini, emozioni e ispirazioni dal mondo che li circonda. Allora ecco il mix di Mereu che ha pensato bene di mescolare il tutto: sesso e Chiesa. E quindi, eccoci ad ammirare l’immagine di Gesù (nei suoi testi Jenus) che fa il classico gestaccio (dato che oramai è così comune a tutti, uomini, donne e bambini, l’unica speranza di stupire era di farlo fare a Gesù), che ridere!!!

Oppure ci troviamo davanti alla vignetta su Papa Benedetto che, a causa della sua pronuncia tedesca, finisce per trasformare una parola in un’altra andando così, involontariamente, a citare una parte del corpo maschile (sempre quella poi, che monotonia!) che ridere!!! Oppure sentiamo Mereu prospettarci in un futuro la somministrazione di una sua invenzione: la “suppostia”. Che ridere, che fine umorismo!!! E ancora possiamo trovare Gesù che davanti a un super dotato si vanta dell’esistenza di un numero consistente di sue reliquie (sempre di quella parte lì), che ridere!!!

Altra vignetta? La Madonna (con fattezze di Veronica Ciccone, ovviamente) a letto con Dio (rappresentato come un cantante metal). La Madonna legge perplessa la dichiarazione di Costantinopoli che la proclama vergine prima, durante e dopo il parto (cantando like a virgin). Mentre Dio la rassicura incoraggiandola a divulgare come vera quella dichiarazione “che spacca”. Che ridere, come posso trattenermi!!! O ancora Gesù a letto con tre ragazze che si vanta di essere uno e trino!!! Basta non ce la faccio a continuare a ridere così!!! Ridere???? Questo fa ridere??? A me fa solo venire una gran rabbia!

Nell’intervista che vi ho citato sopra, il lavoro di Mereu viene presentato in questo modo. Il suo è un fumetto satirico che si scaglia contro i dogmi della chiesa cattolica; con cognizione di causa e senza scadere nel ridicolo o nella volgarità fine a sé stessa.

Sono basita. Ma se questa non è volgarità, non è disprezzo, non è dissacrazione di quanto di più importante ci sia nella vita dell’uomo, nel suo cuore, nel più profondo di sè,  qual è la volgarità? Per capirlo basterebbe dare un suggerimento a Mereu. Caro Mereu prepara delle belle vignette su Maometto; esponile nelle Fiere, pubblicale sui tuoi libri e falle conoscere come hai fatto con queste. Vediamo cosa accade. Vediamo se tutti si fanno una bella risata come qui in Italia. (dove la gente purtroppo ha il cervello in pappa e si mette in fila per farsi benedire da te). O se invece non ti sia necessario uscire con la scorta o salvarti con la tua “balentia”.

Ecco come risponde al giornalista che chi chiede quale sia stata la sua ispirazione iniziale. Mentre sorseggiavo dell’ottimo vino della casa, un anziano uomo dal volto stanco e i lobi delle orecchie caduchi, mi passò accanto tenendo per mano un fanciullo. Questo fanciullo mi guardò; e socchiudendo leggermente l’occhio sinistro, emise un forte peto. Da lì nacque tutto. Già questo forse poteva farti capire che la tua idea non fosse granchè se emanava un profumo così preciso e inconfondibile, dico io.

O ancora sentiamo quale profondità emerga quando gli si chiede cosa sia la satira: Un apostrofo marrone tra le parole “bella”, “domanda”, “del”, “c…o”. Ok, svariati apostrofi. Vi risponderò come mi disse il mio trisnonno in punto di morte, mentre con una mano stringeva la mia e con l’altra mi accarezzava il viso: “Una delle due l’ho usata per grattarmi il culo”. Ecco, penso che il messaggio sia chiaro. Lascio a voi il commento!! Credo che il ragazzo abbia subito dei traumi in età infantile. Ecco, infatti, un’altra perla di saggezza, ricevuta questa volta da suo nonno: Ma in quanto a perle di saggezza vi posso regalare le parole che mi disse mio nonno prima di partire per l’Afghanistan, mentre saliva gli scalini dell’elicottero: “Non ci credo, ho schiacciato una merda”. Penso che l’insegnamento sia evidente.

Povero Mereu, penso che forse questi traumi possano giustificare in parte il suo disagio. Forse, se anche io avessi avuto queste perle di saggezza da nonni e trisnonni, sarei cresciuta un po’ confusa e destabilizzata. Allora, sento di dover dare un consiglio questo mio  conterraneo così sfortunato: caro Alessandro (mi permetti la confidenza?), sei ancora giovane, per una volta prova a cercare un lavoro vero, che ti permetta di tirar fuori il meglio di te. Sono sicura che ci sia sempre del bello e del buono in ognuno, è solo nascosto da qualche parte. E, anche se sembrerà strano,  sono sicura che i tuoi nonni saranno orgogliosi di te.

 

Breve scazzottata dialettica con Don Alemanno, autore di Jenus di Nazareth

http://www.panorama.it/cultura/fumetti/fumetti-jenus-intervista-don-alemanno/

http://www.readers-bench.com/2013/10/non-smettete-mai-di-dire-cio-che.html

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

78 commenti

Rispondi

  • Cara Sabina, anch’io sono sardo, mi stupisce che tu, persona intelligente, abbia sprecato tanto tempo su questo individuo: I chiamati dal Signore non può rapirli un lombrico. Satana è sulla terra e veste panni di “uomini” simili.

  • Ho provato a contestare sulla pagina fb le bestemmie di questo individuo…lui risponde sempre che non si tratta di bestemmie.

  • Al peggio non c’è fine: Di jenus esiste un gioco di società molto blasfemo.
    Alle fiere di fumetto questo individuo si presenta vestito da prete, beve birra in un calice, simula tutto ciò che si può profanare: l’atteggiamento della benedizione, della comunione ecc…in più fa comunella con un altro pericoloso individuo che non nomino per non fargli pubblicità, che, oltre a cantare canzoni dal contenuto pornografico, ha inventato un gioco di società disgustoso sullo sfruttamento della prostituzione, dove le regole sono a dir poco di uno squallore allucinante. Si parla, ovviamente di traffico della prostituzione, pratiche sessuali estreme, violenza, traffico di organi, spaccio di droga e uccisione dell prostitute. Questo “gioco” è stato portato all’attenzione del senato dalla senatrice Emanuela Baio Dossi che chiedeva di ritirarlo. In un video che appare sul web, l’ideatore di questo schifo, candidamente e tranquillo, a chi gli chiedeva a che punto era la faccenda con la senatrice, lui risponde che ha dovuto (poverino!) prendersi un avvocato penalista che, come compenso per la sua assistenza, ha voluto una scatola del gioco e si è fatto pure una risata. L’avvocato, che credo essere donna, lo l’ha tranquillizzato dicendo che non è passibile di nessun capo d’accusa come istigazione all’omicidio, traffico d’organi, non solo. Poi prosegue dicendo che in caso di oscuramento del sito o ritiro del “gioco” dal mercato, avrebbero fatto ricorso al tar sicuri del fatto che il magistrato, in quel caso, troverà banale la cosa. Questo squallido individuo , tranquillizzando i suoi fans del felice esito della causa, ribadisce anche che per lui è stato comunque un grande stress……Nel video si odono le risate e i commenti divertiti dei giovani fans.
    I video su you tube, dove questo squallido amico dell’ideatore di jenus, spiega le regole del gioco sono stomachevoli! Sarebbe comunque utile visionare queste cose per informazione personale, ma non divulgare nulla con il nobile scopo di diffondere e contestare. Perchè questi personaggi si alimentano dello scandalo che suscitano, consapevoli del fatto che la gente indignata condivide le informazioni, e questo a loro fa comodo per farsi pubblicità gratuita. A loro interessa che se ne parli di quello che fanno, anche male. In un intervista don alemanno (minuscola voluta) dice che il suo scopo era dare fastidio e che si augurava che qualcuno lo querelasse …non diamogli spago!

  • Brava Sabina !
    Comunque oggi non è più il tempo di spiegare e ragionare con i nemici di Cristo.
    Questi servitori di satana sanno bene quel che fanno. E tra i servitori metto anche, a pieno titolo, il giornalista che ha scritto che si trattava di satira rispettosa e non volgare.
    Oggi non è più tempo, per i cristiani, di giustificarsi e di cercare di giustificare il male.
    Oggi è il tempo della Battaglia all’ultimo sangue ! Impugnamo la spada e lo scudo, rivestiamoci dell’armatura di Grazia, e combattiamo senza paura

  • Sabina, ho letto con interesse il tuo articolo e solo dalla tua descrizione ho gia` capio il tipo. Che pena che mi fa! Hai ragione sul fatto che (qualche gruppo di idiotii) trova `esilarante` scherzare sul nome di Gesu`, ma credimi, tutti si guardano bene dal scherzare con Maometto, Allah perche` non si sa mai (specialmente dopo l`episodio francese). Massa di vigliacchi! Vivo in Inghilterra, e credimi, qui anche si scherzo (io lo chiamo insult) con Gesu`, ma nessuno, dico nessuno si permette di nominare (solo per scherzo) il dio e il profeta mussulmano perche` rischierebbero di saltare in aria o alle buone, di essere investigate dale autorita`. Questo `Donnino Ale` manno` e un poverino di quelli che incontri fuori un`osteria ubriaco, a tarda notte. E non ti preoccupare perche` glielo diro` personalmente quando andro` sul suo sito (prima di riportare la sua pagina come indecente!). Grazie 🙂

  • … scusate… “scherza coi fanti ma lascia stare DIO, CHIESA e SANTI”…

  • inquisizione bene dell’umanità, la libertà di pensiero viene confusa con quella di poter dire quello che si vuole. non si può però andare contro le sacre verità del cristo. i blasfemi condannano l’umanità, vanno perseguitati e sterminati per la salvezza delle loro e delle nostre anime. una benemerita morte cristiana e meglio di una vita di perdizione nelle mani di bafometto!

  • Non ti curar di lor ma guarda e passa. Che pretendete? Ancora del rispetto da una societá che, esaurita la voglia di cultura non sa far altro che far soldi ridicolizzando il prossimo? Libero arbitrio, Buon pro gli faccia. Io continuo a credere con amore, e prendo questa gente per quel che é: GIULLARI DI CORTE CON POCHI ARGOMENTI. Il problema per me é loro

  • Io personalmente apprezzo molto jenus. È vero a volte osa un po troppo…ma personalmente mi fanno più paura gli estremisti, che incapaci di ridere e sorridere devono pontificare su tutto.personalmente mi sembrate quei farisei che Gesù ha combattuto tanto. Io sono Cristiano e cattolico e non mi sento ideo da due battute umoristiche. Mi sento offeso dai sacerdoti che molestato i bambini, dai cardinali coi rolex, dagli scandali economici dello IOR, da chi in nome di duo alza i muri e non ponti. Detto questo, buona estate

  • Buongiorno a tutti.
    Ho seguito il fumetto dalla nascita, sulle prime, il fumetto mi divertiva (io sono Atea, ma ho un rispetto incredibile delle religioni, e le conosco molto bene poichè mi ci sono laureata e le trovo molto importanti).
    Quello che poi mi ha fatto smettere di seguire il fumetto è atata una concomitanza di fatti: l’ignoranza incredibile sull’argomento; l’ignoranza personale dimostrata durante una disquisizione teologica, durante la quale io portavo ragioni attinenti al Libro Sacro, e queste mi venivano confutate sulla base di luoghi comini.
    Concordo con la vostra opinione, e vorrei dire che non tutti coloro che si proclamano Atei sono come l’autore dei Fumetto. Io sono diversa. Io ho rispetto.
    La satira si fa con intelligenza, col sarcasmo sicuramente, ma mai con la mancanza di rispetto bieca.

  • Onestamente, sono riuscito a leggere solo fino ad un certo punto, esattamente al punto dove dici “Sono basita, ma se questa non è volgarità, non è disprezzo, non è dissacrazione di quanto di più importante ci sia nella vita dell’uomo”, vorrei precisare che nella vita dell’uomo la cosa più importante è proprio la scintilla di vita che lo anima e non la storia religiosa della cultura in cui è cresciuto, non sono un credente e questo anche se tardi lo anticipo adesso, ma sono un appassionato di teologia, per premessa vi anticipo che tutta la storia religiosa cristiana che abbiamo studiato a scuola e nelle chiese (basata sul prima dell’avvento di Cristo), non è altro che lo stravolgimento di narrazioni religiose pagane dei sumeri, ed è quindi non differente dall’ironica interpretazione di un innocuo fumetto, l’intera struttura fondante delle principali religioni mondiali ovvero Islam, Cristianesimo, Ebraismo e Induismo (religioni dal quale poi prendono spunto ulteriori religioni minori) hanno le stesse radici, vengono dalla culla della civiltà, nel luogo dove la scrittura e i numeri hanno avuto origine, (se non credete alle mie parole vi indirizzo a cercare informazioni in biblioteca o più di facile reperimento su internet), quindi mi domando se un articolo come questo non sia poi dissimile da quel che fondamentalisti islamici hanno fatto al charlie hebdo, certo non uccidendo quello che davvero è la cosa importante nella vita, ovvero la vita, ma uccidendo un interpretazione ironica della fede che certo più di un veniale parroco di paese avvicina l’uomo alla religione, ovviamente non mi aspetto di aprirti gli occhi, ma ti invito ad una riflessione più profonda sul messaggio della religione cristiana, non ricordo nel nuovo testamento parti che invitano all’odio o al disprezzo, credo piuttosto che esista un messaggio che recita “porgi l’altra guancia” che parafrasandolo in simbologia significa, non disprezzare chi ti ferisce e non ferire a tua volta per ricambiare il mal fatto, ma ama il tuo prossimo, per essere cristiani non basta credere nell’esistenza di Dio Jahvè, bisogna credere e vivere secondo il suo messaggio, e quel che è scritto in questo articolo, nonchè le risposte dei tuoi lettori, sono diametralmente opposti a quel messaggio.
    ti abbraccio
    saluti

    Andrea Angelo Camuto

  • Cara Sabrina, io non ho ancora ben capito lo scopo dell’articolo, se è uno sfogo per il fastidio di avere un conterraneo che nella sua vita ha scelto di creare un fumetto che va contro i tuoi princìpi, se non può fregiarsi del trattamento “Don”, che ha radici storiche anche in Sardegna, tra l’altro, e che non è ad uso esclusivo degli uomini di chiesa ma ha un utilizzo ben più esteso, o per il fatto che non ti faccia ridere e basta?

    Io posso capire, ma non condividere, le tue “scelte” religiose ed il tuo ardore nel difenderne i princìpi, gli stessi princìpi che, vado a memoria, dovrebbero insegnarti a non augurare al tuo prossimo qualcosache possa ledere la sua persona e la sua vita.
    Chiedi a Don Alemanno (lo chiamo così perchè è il suo nome da artista ed è del suo lavoro che si sta discutendo) di fare vignette su Maometto, così da attirare sulla sua persona l’ira di gruppi fondamentalistici.
    Ti sembra una cosa intellettualmente corretta?
    Tralascio volentieri tutte le inutili ed assolutamente sterili iniziative modaiole come #jesuischarlie, perchè le trovo utili quanto una forchetta per il brodo.
    Voglio capire una cosa, dici che qui in Italia abbiamo il cervello in pappa perchè vogliamo farci benedire da lui, mentre se dovesse disegnare lo stesso di Maometto dovrebbe uscire di casa con la scorta, vuol dire che chi crede in Maometto sia più intelligente di noi perchè uccide un tizio che ha disegnato il proprio dio?
    Stai forse dicendo che sono io lo stolto perchè non mi sento offeso per una vignetta satirica mentre chi uccide in nome del suo dio, lui si, lui è un uomo retto e giusto, o quantomeno uno che non ha il cervello in pappa?

    Sai cosa? Credo che non si tratti affatto di cervello in pappa, si tratti, invece, di usare il proprio cervello ben oltre la fede. L’espressione “Islam moderato”, per esempio, è un po’ come “Paracadutismo da salotto”, “Politica al servizio dei cittadini” o “Formula 1 appassionante”.

    È evidente che ci sia qualcosa che non quadra.

    È che il problema non risiede in quella specifica religione ma in qualunque sistema di regole eteroimposto: un cristiano moderato, semplicemente, non è un cristiano, ma un qualcuno che si adatta delle regole (altrimenti ben più stringenti) per poter vivere una vita normale.

    Un cristiano praticante e osservante non fa sesso, poche chiacchiere: tre botte, tre figli.

    E tutti con la moglie ufficiale.

    E con questo abbiamo scremato la totalità di chi continua a dichiararsi cristiano solo perché va a messa a Pasqua e Natale.

    Un cristiano vero non mente mai, paga tutte le tasse, aiuta il prossimo, non dice parolacce, paga il canone, non guarda il Victoria’s Secret, non desidera neppure guardarlo perché ci sono donne di altri (anche se aliene), non ha pensieri impuri, non pensa alla confessione come a un sistema di formattazione o una ultima ratio:
    l’istituto della confessione non nasce per permettere di fare il porco comodo proprio.

    In sintesi, io non conosco cristiani veri ma cristiani adattivi.

    Quando un sistema di regole diventa troppo soffocante rispetto allo stile di vita che desideriamo, e che possiamo condurre, ecco che o il sistema si ammorbidisce.

    Ecco che arriva un Papa Francesco a sostituire un Ratzinger che legge in latino pure l’etichetta del gingerino, oppure quel sistema è destinato a soccombere.

    Perché allora il problema si presenta di più per il mondo islamico?

    Domanda sbagliata nella premessa: il problema si presenta per TUTTI i sistemi di regole, non solo religiose.

    Anche un sistema dittatoriale ha delle regole, che sovente vengono fatte rispettare con le armi e il terrore.
    Ma a volte la disperazione supera la paura e quel sistema viene sovvertito, col sangue.

    Per la religione è lo stesso: il timore della dannazione eterna, o della reincarnazione in un essere inferiore, dalla medusa al verme allo stagista, rappresenta uno spauracchio potentissimo, con un potere di influenza eccezionale su persone prive di strumenti culturali per decifrare la realtà delle cose.

    È ovvio che se poi questa realtà è rappresentata da una vita di affanni e stenti, se il tuo quotidiano lo vivi tra le macerie della striscia di Gaza, se il tuo futuro non si presenta come una villetta bifamiliare a Cologno Monzese ma come una caverna dalla quale lanciare messaggi di terrore al mondo, e questo se fai carriera e butti giù almeno un paio di grattacieli, è ovvio che tutto quel che ti resta è sperare in un’altra vita.
    E osservare alla lettera le regole della tua religione non rappresenta che l’unico mezzo per raggiungere quell’obiettivo.

    Dunque, un islamico moderato è un islamico che vive a Londra, si è aperto un negozio con le arance a otto sterline al kg da vendere ai turisti italiani, ha prospettive, speranze, futuro.
    È un islamico che ha ammorbidito le stringenti regole del Corano, perché la sua vita glielo consente, perché la sua disperazione non è più tale, perché il suo panorama non è fatto di pietre da lanciare alle donne.

    Che poi queste manco gliele riportano. (Le pietre)

    Un credente moderato è uno che crede perché gli conviene pascalianamente credere.
    Ma se domani gli offri un Dio migliore magari cambia parrocchia, tipo Ibrahimovic.

    Quindi non si tratta di “cervello in pappa”, si tratta dicultura, nel senso stretto della parola, secondo me è Don Alemanno, con i suoi fumetti, non vuole offendere Dio, non è quello il suo scopo finale, schernisce i principi fondamentali che NESSUN CRISTIANO segue e seguirà mai alla lettera, così come l’islamico “moderato” di Londra.

  • Ma per favore… tutti Charlie in bacheca quando fa comodo, poi diventate più ottusi dei peggiori estremisti musulmani se qualcuno “osa” venire nel vostro orto.
    Questo significa che vi innalzate a paladini della religione senza averne capito davvero nulla.

  • E fateve na risata;
    e se non vi fa ridere o vi offende: vivete e lasciate vivere!
    e comunque fino a qualche mese fa eravate tutti #jesuischarlie

  • Grazie, non conoscevo queste vignette.
    Questa satira di Jenus è spettacolare.
    Grazie di nuovo.

    PS: non mancherò di comprare i fumetti e le magliette 😉

  • Le riporto il commento che ho scritto sotto al post della pagina di Jenus (la quale ovviamente ha subito postato il suo articolo):
    “Premetto che a me Jenus non piace, lo trovo abbastanza banale e non mi fa ridere (e che ci devo fare? È così) anche se la vignetta per Charlie Hebdo che ha fatto, al contrario, mi è piaciuta molto. Detto ciò rispondo alla signora che si è presa la briga di scrivere tale “articolo”: faccia altro. Non è obbligatorio leggere una cosa che non piace, nessuno le fa la cura Ludovico con Jenus e quindi si giri dall’altra parte e faccia finta di niente. Alla fine è solo una striscia umoristica (che a me personalmente non fa tanto ridere), nient’altro. Ne facesse una lei dove prende in giro gli atei se vuole pareggiare i conti. Al contrario trovo molto pericoloso quando leggo notizie rimbalzate da pagine cattoliche del tipo “il fisico Michio Kaku dimostra l’esistenza di Dio” (cosa che nessun fisico sano di mente proverebbe mai a fare, figuriamoci uno come Kaku) e leggo i commenti di persone che gridano “finalmente”, “era ora” o peggio di tutti “anche la scienza ora si inchina di fronte alla religione”. Queste sono le cose per cui vale la pena incazzarsi, quando l’oscurantismo religioso (di QUALUNQUE religione) pretende di avere la verità rispetto alla ragione. Il resto sono vignette umoristiche, ma sarà forse proprio per il fatto che sono solo battute che fa tanto incazzare? Sarà che nella risata, quella sincera, esiste un po’ di verità?”

  • Interessante vedere come vi chiedete perchè non si scherzi su Maometto.. aldilà che in tantissimi lo fanno (basta una velocissima ricerca su google), ma la mia domanda è questa: perchè una delle poche cose in cui la chiesa è “cresciuta” e cioè evitare di essere ancora una religione violenta, la vedete come un problema? Scherzi su Maometto e rischi la vita quindi preferisci non farlo? Non mi sembra da codardi. Il vero problema semmai sarebbero i fan di Maometto che da estremisti (lo è stata anche la chiesa ed in parte lo è ancora) non accettano critica e satira.
    Da questo articolo viene fuori un odio profondo e mal represso, non proprio cristiano.
    Che c’è, sono finito i JeSuisCharlie a disposizione?
    Esigete rispetto come comunità religiosa? Sappiate che siete in uno stato privo di religione di stato, ma che da secoli regala diritti non dovuti alla chiesa spesso agevolandola in maniera clamorosa.
    Conosco cristiani che adorano Jenus senza sentirsi offesi, ma ridendo di una satira che, come è normale che sia, punta a divertire anche con un pò di sano eccesso. Chi non comprende ciò è il primo degli estremisti.
    Potrei suggerirvi “e fatevela una risata”, ma credo sia più indicato un “aricalate da stò pioppo” poichè la morale non è un diritto che potete arrogarvi, ne voi ne Don Alemanno che nemmeno chiede di aver voce in capitolo.
    È un fumetto, una creatura artistica di un ragazzo, non è una fucilata ai cristiani.
    Cordialmente,
    Simone

  • Salve! Io mi sono appena convertito dal credo delle lanterne (vi prego non mi odiate, ma continuate a portarmi sulla retta via come solo Voi sapotete fare) e già dalla notte più profonda conosco questo individuo… Don Alèmanno! La prima volta che ho letto il suo fumetto ho capito che aveva bisogno del colore indaco. Ora capisco sempre di più di non essermi sbagliato.Grazie, un abbraccio a Voi

  • Avevo sentito parlare di Jenus… grazie dell’approfondimento, ora l’andrò ad acquistare

  • Annalisa per un attimo tutto il tuo post, mi sembrava uno scherzo, poi ho visto il tuo blod..

    A me non piace Jenus, non mi piace Don Alemanno alle fiere è troppo sopra le righe, e non piace neanche la religione cattolica.
    Ma in questo paese c’è libertà d’espressione sancita dalla costituzione e per quanto non mi piace Jenus non mi sognerei neanche dar chiudere il fumetto.

    In più ti ringrazio da parte di Don Alemanno con il tuo post gli hai fatto una bella publicità gratuità su Facebook ci sono già più di 350 commenti.

    Nel tuo post sei seria, ma in realtà scusa con tutto il tuo accanimento risulti anche un po’ comica. Ti saluti dicendoti: je suis charlie

  • Guarda che le vignette su maometto le ha gia’ fatte, riprova con un’altra. Ma poi non era #jesuischarlie ? O vale solo quando riguarda gli altri? Coerenza, questa sconosciuta.

  • Caro D, sarebbe meglio che ti firmassi, prima di tutto. Secondo, visto che c’è la libertà di espressione, posso dire che a me fa schifo uno come don Alemanno? O la libertà di espressione è sempre a senso unico?

  • Caro Mariano, di quello che fai sinceramente non ce ne frega una mazza

  • carp Santo Viandante, anche io capisco perché Vanna Marchi ha fatto i soldi. Basta leggere il tuo commento

  • Caro Andrea, prima di dire che tutti eravamo jesuischarlie informati perché da questo blog non è mai partito nulla del genere. Chiaro?

  • Intanto non dire cose false perché questo blog non è stato assolutamente difensore di charlie, seconda cosa: meno male che ci sei tu ad aver capito tutto sulla religione. Uau

  • Non ci credo, avete cancellato il mio post invece di rispondermi….
    alla faccia della libertà di parola, e dire che vi parlavo di religione cristiana con gentilezza.
    detto questo e aggiungendo che non vi è peggior sordo di chi non vuol sentire, mi avete dimostrato di essermi preso una pena inutile a rispondervi.
    saluti e baci a tutti.

  • “che schifo” è legittimo dirlo (se una cosa non piace è legittimo dirlo). invece, la penosa lezione di vita che con arroganza lei dispensa alla fine dimostra quanto le dispiaccia che le si tocchi il suo amico immaginario.

  • x Andrea. Viste le bestemmie e le castronerie che ho trovanto (tantissime) ho cancellato quasi tutto. Scusami, adesso è approvato il tuo intervento e grazie per la pacatezza.

  • Caro Naz, era stato cancellato perché ci sono tante persone “intelligenti” che sanno dialogare so,o con la bestemmia o con stupidaggini varie. Così nella fretta ho cancellato quasi tutto.

  • In nome della “libertà di espressione, parola e opinione” si sono dette tantissime cazzate nel corso della storia moderna e tu non se da
    Meno.

    evidentemente non hai capito il senso del fumetto.

  • Ciao Annalisa. Sono contento che tu sia nata in Italia e abbia incocciato nella religione cattolica. Pensa se fossi nata in Siria, così fervente e religiosa come sei, a quest’ora ti saresti convinta di imbottirti di tritolo e salire su un bus.
    Almeno il tuo integralismo qui è innocuo.
    Saluti.

  • Caro Salvo, almeno tu imparassi a leggere potresti anche rispondere. Non hai letto che l’articolo non è mio? Io posso condividere quello che vi è scritto ma tu, prevenuto come tutti coloro che non leggono ma parlano per partito preso, dai la colpa a me. Vai con l’integralismo

  • E tu Dario non hai capito il senso della vita. In primiss fare interventi con parolacce in un blog che non è il tuo. Impara prima di tutto l’educazione e poi ne riparliamo

  • Caro Francesco, e perché dovrebbe Sabina occuparsi di altro? La libertà di espressione esiste solo per le cretinate delle strisce “umoristiche” o per dar fiato a chiunque di dire qualunque cosa?

  • Sono sardo anche io e io trovo il fumetto fantastico, per non parlare delle Pillole! Penso che Alemanno (non chiamiamolo Don altrimenti vi arrabbiate) sia stato GENIALE nel creare questo prodotto e raccogliere diversi fan in tutta Italia e non solo.

    Ci sono diversi commenti che mi hanno fatto ridere, senza mancare di rispetto a nessuno ovviamente ma dirò la mia.

    Prima di tutto, la religione cattolica è determinata da un gran numero di Dogmi e come tale o ci credi o non ci credi. Non esiste parodia o satira che dovrebbe offendervi o farvi credere del contrario. E’ un po come essere chiamati omosessuali per come ci si veste, solamente chi ha dei dubbi sulla propria sessualità dovrebbe sentirsi minacciato da tali commenti 😉

    Se avete letto il fumetto e siete offesi da esso, significa che non siete tanto certi di quelli in cui credete. Mia madre catechista per diversi anni e super credente, la risata se l’ha sempre fatta e mai l’ha trovato volgare.

    Poi per chi dice di farla su Maometto, mi fa solo ridere. A parte che sono state fatte, non moltissime ma 2 o 3 le ho viste e poi se dovesse fare un fumetto su Maometto chi lo capirebbe? Ci sono diversi “Credenti” che non sanno niente della propria religione (eppure si alterano parecchio contro questo fumetto) figuriamoci dell’Islam. Ci vorrebbe una vignetta a parte con la spiegazione.

    Seconda cosa, non è certo una codardia non farlo per paura è solamente una conferma di quanta gente sia inferiore mentalmente con tutto rispetto a chi segue l’Islam come persona civile e non come bestia.

    Vedessi tanta veemenza contro gli innumerevoli casi di preti pedofili… e invece no, ma guai se qualcuno fa una vignetta satirica su Gesù haha

    Mi sembra quando la chiesa aveva detto ai proprio fedeli di non andare a vedere il Codice Da Vinci, invece che spiegare meglio la loro religione ai fedeli preferivano adottare le tattiche del 1600 haha

    Pace a tutti

  • Cara Annalisa non mi sembra molto corretto aver eliminare il mio commento a questo articolo. Le cose veramente importanti nella vita sono la libertà di pensione e il rispetto verso l opinione altrui cosa che tu non hai avuto, appunto, cancellando il mio commento. Se la tu fede ti fa compire queste azioni…bhe preferisco non averla!!! Ciao
    P.S. cancella anche questo mi raccomando

  • Avevo scritto un commento che mi pareva non contenesse insulti o ingiurie… pensavo di essere stato sufficientemente chiaro ed educato ma mi pare non ci sia più.

    Forse non piace l’opinione contraria ragionata? 🙂

  • Gentile Annalisa, non ho detto che debba oer forza occuparsi di altro, ho detto che se proprio non le piace basta guardare altro. Poi non diciamo che non voglio darvi la libertà di espressione perché questo non l’ho mai detto. Siete liberissimi di scrivere quello che volete come io sono libero di criticarvi. Ripeto a me Jenus non piace, è abbastanza banale e questa è una critica. Ma dire che non deve permettersi di essere insolente contro Dio non è criticare è imporre la vostra visione. Inoltre vi contraddicete quando dite che potrebbe prendere in giro Allah, ma non è la stessa cosa? Perché su Allah si può ridere ma su Dio no? Don Alemanno fa solo vignette che possono piacere o no, e prende in giro un’entità astratta che esiste solo per voi, non per tutti, e ognuno ha il diritto di pensarla come vuole a riguardo ma nessuno può vietargli di fare quello che fa. E, a proposito dei “vecchi comici”, si guardi Brian di Nazareth o Il Senso della Vita dei Monty Python, poi ne riparliamo. Le assicuro che una volta visti questi due film Jenus le sembrerà un fumettino per bambini. E le do ragione sul fatto che sia stupido, lo è, ma non perché prende in giro Dio, ma perché se si guardasse i film sopracitati riuscirebbe a vedere anche nella presa in giro delle divinità uno spunto di riflessione interessantissimo.

  • Se poi col fatto delle bestemmie ti riferivi a me ti posso giustificare tutto quello che ho scritto con la bibbia in mano!! Ripeto se volete farvi una vostra opinione sulla religione andate a leggere direttamente le fonti da cui derivano queste ideologie, non fatevele raccontare da nessuno. Io non metto in dubbio che esista un Dio,semplicemente non mi interessa, dico solo che quello descritto dalla bibbia( più precisamente vecchio testamento ) non é Dio!!! Svegliatevi da questi dogmi e informatevi. Mai come in questo tempo ognunno di noi ha la possibilità di informazioni!!

  • Claudio….”tutti Charlie in bacheca quando fa comodo, poi diventate più ottusi dei peggiori estremisti….” Io non amo la satira che offende pesantemente la religione…non credo però di essere stata ipocrita a mettere “je suis Charlie” in bacheca…in quel momento non stavo difendendo la satire blasfema, ma la libertà di espressione che può essere contestata se offensiva ma che non deve sfociare nella morte. Io non appoggio la satira, quella di Charlie Hebdo non mi piace, ma protesto contro la violenza e contro chi uccide per una bestemmia…Nostro Signore non vorrebbe questo.

  • Mario….lo scopo di dirlo qui che ti piace jenus e comprerai le magliette, quel’è? la provocazione?

  • Caro Andrea, neppure a me interessa di tua madre ma non per questo la offendo

  • Carissimo Francesco, infatti ritengo sbagliato prendere in giro qualsiasi religione. Io non ho affatto difeso “Charlie” perché la satira deve finire quando io offendo il credo di una persona. Se io offendessi pesantemente tua madre con un disegno satirico, tipo lei con quattro uomini con cui fa di tutto a livello sessuale e poi ci appiccico una battuta pesante, tu ne saresti contento? Ebbene per me Dio è mio Padre. Tu non ci credi ma io posso allora dirti che neppure io credo che quella che ho rappresentato è tua madre (mica ho visto quando ti ha partorito).

  • Andrea. Pensi che io stia tutto il giorno a leggere i vostri commenti e ad approvarli od eliminarli alla velocità della luce. Se permetti ho anche altre cose da fare. Quindi: pazienza.

  • Bene Manuel, dì alla tua mamma catechista che il prossimo fumetto lo faremo su di lei e tutti i suoi amanti. Ahahahahahahahahahah. Spero che non ti offenderai, è solo satira. E visto che non l’hanno bruciato ci penseremo noi a divulgare le battute fatte da jenus su altre religioni

  • Caro Simone i cristiani che adorano jenus non sono cristiani.

  • Caro Simone, attenzione a chiamarci farisei anche tu dovrai presentarti nel giorno del giudizio. Non so se quel giorno porterai a Dio le fregnacce di jenus

  • Che dire? Sapendo che gli inventori di jenus e i loro seguaci si beano di avere avuto pubblicità gratis da questo blog, ne deduco pure che si siano letti l’articolo e pure i commenti!!!!! Non solo hanno scoperto questo blog ma lo hanno pubblicizzato. Subito, come fanno gli ignoranti si sono sfogati tra di loro cantandosela e suonandosela da soli e dandosi ragione da soli…… Con la scusa della SATIRA credono che sia lecito bestemmiare, così si evince da ciò che scrivono. e questo basta a far capire come, la sottile trovata di mascherare e giustificare la bestemmia sotto il nome di “satira”, riesca pure a ingannare gli idioti che ragionano con il cervello degli altri. Anche io con la scusa che si tratta di satira vorrei insultarli e mandarli a quel paese, ma la satira è permessa solo a loro che bestemmiano, se io li offendessi dicendo che faccio satira, si offenderebbero…poverini….Ovviamente i pochi seguaci di jenus, da bravi servitori del padrone bestemmiatore, sono arrivati a giudicare Annalisa e Medjugorje, segno questo che il blog, seppur per criticare, l’hanno letto e anche bene!!!!!! L’ignoranza di queste persone poi sta nel fatto che si compiacciono della pubblicità gratuita che credono aver avuto da chi invece li sta MOSTRANDO PER QUELLO CHE SONO, dei poveracci! Qualcuno, sicuramente uno di loro, ha finto di aver scoperto il “fumetto” e di volerlo acquistare grazie alla pubblicità su questo blog. I lettori di Annalisa sostengono Dio non la bestemmia, l’unica pubblicità gratuita che possono trarre dall’indignazione altrui, è la solita che si basa sul parlar male, sulla polemica, ecc… cose di cui si ciba SOLITAMENTE l’incapace che vuole avere successo senza fare almeno lo sforzo di saper disegnare o di avere quel pizzico di ‘intelligenza di creare vero umorismo che fa ridere tutti e non offende nessuno. Da anni, sedicenti comici, la cui carriera lascia il tempo che trova, si usano mezzucci vari per scandalizzare e farsi pubblicità gratuita, sesso, bestemmia, volgarità parolacce, tipiche del comico scaduto. Solo che quelli hanno fatto pure i soldi….l’inventore di jenus fa solo parlare di se, fa l’esaltato alle fiere, ma presto cadrà nel dimenticatoio come tutti quelli che credono basti scandalizzare per sdoganare la spazzatura! Signori che leggerete il mio commento, perchè come vedo siete molto attenti e informati, sappiate che la pubblicità gratuita che credete di ottenere da chi vi mostra invece per quel poco che siete, basata sulla provocazione e la volgarità, funziona ma dura poco e presto jenus finirà nel nulla, mentre i cult del fumetto e della satira, che sono ben altra cosa lontano persino dal vostro pensiero, vivono ancora oggi!

  • Ma si…. Cancelliamo i commenti che vi rendono ridicoli. Lasciamo solo quelli a cui sapete rispondere e via quelli che vi mettono in difficoltà. Ipocriti bigotti

  • Grazie Annalisa per averci informati.
    Preghiamo per questa anima ingannata dal demonio…in unità , ha molto bisogno di preghiere e a noi che siamo suoi fratelli e sorelle il Signore chiede preghiera. Anche per lui il Signore è morto in croce .
    Buona giornata .

  • Ho letto solamente oggi tutti i commenti su questo post e, contrariamente a quello che faccio di solito,leggere e basta, ho deciso di lasciare il mio commento…
    Prima di tutto penso che un cristiano che ha visto quelle vignette, non si sia sentito offeso nella sua persona, ma come ha detto Annalisa, perché colpito nei suoi affetti più cari… In questo caso Dio. Io sono stata per un certo periodo non credente e, in quel periodo non mettevo nemmeno il piede in chiesa, però non mi sono mai permessa né di prendere in giro Gesù e nemmeno Maometto, perché davanti al sacro, come d’altro de fanno i veri cristiani e musulmani che tra l’altro credono nel nostro stesso Dio, si ci devono togliere le scarpe e mettersi in ginocchio. Anch’io se sentissi parlare della memoria di mio padre in modo irriverente, forse sarei impulsiva e lo difendersi a spada tratta… E poi bisogna separare il terrorista dal vero islamico che vive la sua religione in modo retto senza farsi esplodere in una chiesa…

  • Cara Annalisa ne sarebbe onorata, dopo tutto non è che mia madre va in giro a dire che è una Vergine 😀

  • Caro Manuel, ok tra una vergine e una che va con cinque uomini per volta c’è una bella differenza. Possiamo sempre chiedergli se ne sarebbe onorata

  • I commenti cancellati sono solo bestemmie e supidaggini varie

  • JeSuisCharlie, quando imparerete che il problema non sono i cristiani che lasciano libertà di pensiero ma i musulmani che non lo fanno, la vita sarebbe piena di paura e terrore se non si può scherzare su ciò che si crede o meno, prendersi troppo sul serio porta sempre ai tabù ed alla censura che porta alla chiusura della mente umana.

  • Zafar, questo è un tuo pensiero e poi smettetela di volere essere approvati alla velocità della luce. Non faccio solo questo nella mia vita, grazie a Dio.

  • Chieder[LE], non ammazzare anche la grammatica insieme a noi e Alemanno please :D.

    Cara Annalisa il problema di fondo che mostra la tua ignoranza, è che non vedo cosa tutto questo abbia a che fare con le nostre madri. Stai cercando, fallendo miseramente, di farci alterare “insultando” le nostre madri per farci capire come ti senti quando leggi qualcosa sul tuo “Padre” (una figura direi assente :O) ma davvero questo non mostra altro quanto tu sia ignorante e Catto-Bigotta. Non è che le nostre madri si atteggiano a Salvatrici, non è compiono “miracoli” sulle quali ci sono tutti i presupposti per fare una battuta o due, sono persone comuni. E’ come se ti chiedessi se hai fatto sesso prima del matrimonio. Altrimenti saresti un troione da battaglia per il Vangelo e quindi dovrei fare una satira su di te. Stai punzecchiando la gente come me, che cerca di dare la sua opinione senza offendere nessuno perché manchi di argomentazioni. Direi davvero immatura. E’ normale che poi questo “posto” si riempia di bestemmie, lo fanno per farti saltare i nervi, e visto la facilità con cui cerchi di insultare le persone direi che non ci voglia chissà quanto.

  • Grazie per aver confermato di come tu non sia in grado di affrontare un discorso normale 🙂

  • Non mi stupisco più di niente. Siamo alla decadenza spirituale , morale , ecc… ecc…. I discepoli di Satana sempre pronti e preparati da colui che li comanda sono sempre in agguato ( d’altronde questa è la loro specialità) per poter attaccare i credenti dicendo loro che mancano di apertura mentale, che non lasciano liberi gli altri di pensare quello che vogliono ed altre balle varie. D’altronde sono in maggioranza anche nella nostra bella Italia scelta da Gesù come sede del suo vicario in terra. per questo che l’attacco è molto forte verso noi credenti in Cristo e Maria. E’ giusto anche indignarsi per queste blasfemie che non hanno ne capo ne coda, queste faranno del male solo a chi le ha prodotte. Ho notato che a volte questi blog hanno il potere di scoprire i vari diavoletti che si aggirano e tormentano non poche anime che non hanno ancora capito a che fonte attingere per difendersi. Alcune invece vivono felici nella loro situazione e scaricano il loro odio a Dio, a Cristo a Maria nei vari blog dove si parlano di detti argomenti. Un caro saluto a tutti in Cristo e Maria

  • Siamo tutte persone normali, non ammazziamo nessuno qua. Abbiamo solo idee diverse dalle tue. Salvo la gente che non sa comportarsi, alcune persone cercano di dirti come non dovresti prendere quel fumetto come un’offesa al tuo Dio, ma come un modo per farsi due risate su cose che non possono essere spiegate ma sono per l’appunto Dogmi. Ma sembra che tu sia incapace di accettarlo. Tra l’altro una che si scalda così in fretta non dovrebbe creare post di questo genere visto che è palese che non riesci a gestire lo stress.

  • @annalisa colzi:
    “Intanto non dire cose false perché questo blog non è stato assolutamente difensore di charlie”
    Peccato che Silvia ha confermato il contrario nella risposta che mi ha dato, quindi non dire TU cose false, è peccato sai?
    “seconda cosa: meno male che ci sei tu ad aver capito tutto sulla religione. Uau ”
    Non ho mai scritto di aver capito tutto, non ho questa presunzione. Ma a differenza tua IO non mi metto su un piedistallo convinto del contrario a predicare.
    p.s. Uau? No guarda, si scrive wow, lo sa anche mio nipote di 7 anni…

    La cosa più divertente e leggere le tue censure (strano eh) e le tue risposte, proprio coerenti con la nonviolenza che predicate e il rispetto per gli altri. Già….

  • Claudio, tu vuoi la libertà di espressione e poi critichi il mio Uau? Posso scrivere come mi pare?

  • Caro Manuel, quì a scaldarsi siete tutti voi che mi avete riempito di insulti, di bestemmie e quant’altro. E poi, scusa sai, io ho messo un post in cui dico che la penso diversamente da te e perché vuoi farmi cambiare idea?
    Ti piacerebbe che mi arrabbiassi, vero? Non sai nemmeno quanto mi sto divertendo a vedervi friggere

  • Ma ti sbagli Annalisa, non fare di tutta l’erba un fascio. Non mi pare di aver mai bestemmiato o di averti riempita di insulti, a parte l’ignorante e la poco matura che non devi considerarli tali, ma solo un mio giudizio su come rispondi. Io non voglio farti cambiare idea ti sto solo dicendo di ampliare i tuoi limiti mentali e di non vedere il fumetto come un insulto ma come un modo per farti due risate

  • Vorrei tanto non aver nulla da fare, a parte scrivere noiosi articoli su di un fumetto. Faccia volontariato, aiuti i vecchietti nutra i bimbi affamati. Se non le piace il fumetto, lo ignori. Pensi che Avvenire insulta me personalmente ogni giorno, quando cerca di spiegare al pianeta come dovremmo vivere secondo i dettami del loro (presunto) papà, ma mica ci faccio un blog sopra. Leggo un altro giornale.
    Si compri Topolino, Rakam o Visto.

  • Cara Annalisa, questa è satira forte; ma blasfema, e sicuramente manca di rispetto a tutti quelli che in Gesù vedono un progetto di vita per costruire il regno di Dio. Invece il progetto di questo illustratore è solo quello di fare soldi. ciao

  • Mi vengono alla mente le sublimi parole di Gesù dalla croce “Padre perdona loro, perchè non sanno quello che fanno”, che non sono parole di condanna ma di grande Misericordia , parole che ci danno l’immensa dimensione del perdono. Insieme al perdono abbiate almeno il coraggio cari contestatori che continuate ad inveire contro Annalisa e le varie persone che vi dicono le loro ragioni per il loro indignarsi, di accettare le critiche che vi vengono mosse senza continuamente cercare scusanti. la fede in cui siete nati e cresciuti e che molti hanno abbandonato a causa di vari elementi intercorsi nella storia a rovinare il Cristianesimo (ci sono caduto anch’io e sono ritornato), possa ritornare a lambire le vostre coscienze e che lo Spirito santo che Gesù ci ha lasciato vi illumini su cosa è giusto e sbagliato. Non ci sono altre strade credetemi, siete ancora in tempo per tornare a Cristo . Non seguite tutte le stupidaggini che vengono proposte. In quanto all’ironia delle vignete in questione le persone che le pubblicano sanno bene dove mirare quindi non serve dire altro. L’articolo Don che qualcuno vuole far passare come un modo di rispetto in questo caso della Sardegna non funziona . E’ molto usato in Sicilia, ma in Sardegna non mi risulta. Mio padre era sardo ed ho ancora molti cugini in quella terra meravigliosa. Poi mi sembra che in una foto la persona in questione sia vestita da sacerdote, quindi titolo che ha probabilmente usurpato. lasciamo a chi di dovere scoprire il tutto. Un saluto a tutti sempre in Cristo e Maria

  • Buongiorno Annalisa,
    non entro nel merito della questione jenus (leggasi minus) perchè restiamo qui fino alla set. proxima.
    In defininitiva sono molto d ‘accordo con lei,anche se mi ritengo un “burlone malcredente” e con questo so che finirò nell’ultimo angolo dl purgatorio.
    Il gallinaro e acido satana con i suoi maledetti seguaci sa sempre dove colpirci nell’animo, Spesse volte come succede,ci invia emissari e segnali per toccarci nell’intimo e farci star male. L’importante è prender gastroprotettori anti satana tipo confessione e comunione etc e lo si manda a cuccia. i pirla falliti nella vita non ci sono solo in sardegna ma dappertutto,basta non seguirli,cambiare canale,ignorarli.
    Tempi oscuri questi

    w Gesù e Maria

  • Cari webisti se fumetto vien da fumo e se il fumo scalda il naso, chi lo arriccia sia per caso solo fumo per li occhi? Ma se gli occhi giran oltre e del fumo soffian la coltre, poche cose rimarranno se caliggine laveranno. Se profeta in patria nemo a dir poco è blasfemo, meglio pochi se saremo almen uno non sia semo.
    Sempre per voi LIRReverendo

  • Vorrei vedere lui se qualcuno disegnasse sua madre o qualcuno dei suoi cari in compagnia di Rocco Siffredi con l’intenzione di sfottere…sta scherzando con il fuoco e credo anche che ci siano gli estremi per una causa di tipo penale poiché molti di noi si sentono profondamente offesi e colpiti al cuore nei loro affetti più cari: cioè la Chiesa e Nostro Signore Gesù Cristo.
    Ripeto don Alemanno sta scherzando con il fuoco e non capisco se non lo sappia o faccia finta di non sapere…invito comunque lui e tutti i suoi devoti amici a leggere la Testimonianza di Gloria Polo sul giudizio personale,l’inferno e tutto il resto…con la speranza di un rapido ravvedimento!
    grazie

  • I tuoi articoli mi fanno morire dal ridere, però credo che con questo finto blog tu stia esagerando un po’.

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: