Annalisa Colzi
Charlie Hebdo

Dedicata a tutti coloro che si professano Charlie Hebdo

Charlie Hebdo settimanale irriverente è dir poco

di Annalisa Colzi

Se a voi sembra normale…

La vignetta dice: “La prova che l’Europa è cristiana è che i cristiani camminano sulle acque mentre i bambini musulmani affogano”.

Condividete con tutti coloro che si professavano “Io sono Charlie Hebdo“. Chissà che finalmente comprendano chi sono questi personaggi…

charlie

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

8 commenti

  • la vignetta da lei riportata non dice affatto quelle parole. Dice letteralmente a un passo dalla fine e il cartellone pubblicitario di mc donald promette due menù bambini al prezzo di uno. Questo per amore di verità. Resta il fatto che è macabro e di cattivo gusto fare satira sulla morte di un bambino

  • non c’è più rispetto per la vita umana: non vedo in cosa consista questo tipo di satira.

  • LA COSA PIU’ TRISTE IN ASSOLUTO, E’ A MIO AVVISO CHE IL CORPICINO DI QUESTO ANGELO, PERCHE’ IL SIGNORE LO HA SICURAMENTE ACCOLTO TRA LE SUE BRACCIA E’ STATO USATO DA TUTTI INDISTINTAMENTE. IN PRIMIS IL FOTOGRAFO O GIORNALISTA CHE HA’ SUBITO SUBDORATO LO SCOOP, A SEGUIRE I VARI GOVERNANTI (COMPRESO IL NOSTRO) O I VARI CAPI DI PARTITO . VERGOGNOSO IN ASSOLUTO, ANZI LO RIPETO VERGOGNOSISSIMO. OLTRETUTTO IL PADRE HA DICHIARATO : E’ TUTTA COLPA MIA, E QUALCUN’ALTRO MI SEMBRA LO ABBIA ACCUSATO DI ESSERE IL RESPONSABILE DELLA MORTE DI ALTRE PERSONE IN QUEL NAUFRAGIO. SIAMO VERAMENTE A POSTO , IMBOTTITI DI FALSITA’ GIORNALIERE DA PARTE DI TUTTI PER TENERE ALTA LA TENSIONE. AUGURO AI SIGNORI CHE HANNO PUBBLICATO L’ARTICOLO ,CHE L’UNICO CHE HA CAMMINATO SULLE ACQUE ABBIA MISERICORDIA DI LORO.

  • Effettivamente sono idiozie.

    Come molte altre loro vignette viste in passato. Più che altro porcheria di pessimo gusto quanto ai contenuti, di livello estetico infimo e di valore satirico basso. Contenuti di pensiero scarsi e discutibili o riprovevoli. Una percentuale minima fa ridere etc… robaccia che non merita neppure attenzione insomma..

    Nondimeno, lo slogan “Je suis Charlie” non significava approvare le produzioni di quella redazione. Era per significare che l’attacco terroristico violentissimo e spregevole era un atto di offesa contro qualsiasi persona civile e che tutti erano chiamati a pronunciarsi contro tale ingiustificabile, abberrante tipo di azione. Ovvero lo slogan non significava approvare i prodotti della redazione ma condannare simbolicamente i terroristi.

  • Maddalena. Purtroppo dice esattamente quello che ho scritto solo che non mi sono resa conto che la foto in questione è stata tagliata per via di spazio (erano tre insieme non due)

  • Vignetta di pessimo gusto; ma la giustizia francese perché non sanziona queste cose ?

  • Annalisa, cortesemente ci fai vedere tutte le vighette se no noN si capisce Il messaggio……….brutta storia questa che tra l’altro in tanti hanno cavalcato questa foto per dare i loro messaggi di FALSITA’ E BUONISMO al popolo .

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Unisciti a 342 altri iscritti

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

Scarica l’App ufficiale di Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Unisciti a 342 altri iscritti

/* ]]> */