Annalisa Colzi
bere sangue

Bere sangue come i vampiri l’ultima moda degli adolescenti: l’allarme di pediatri e psicologi

Bere sangue umano

la moda che dilaga fra adolescenti

Maniaci del “selfie”, ovvero dell’autoscatto, e del vampirismo, fino ad arrivare a bere sangue umano. Sono le nuove mode che stanno dilagando tra gli adolescenti e che preoccupano pediatri e psicologi.
A puntare i riflettori sul fenomeno sono la pediatra Teresa de Toni dell’università di genova e il direttore dell’Istituto di Ortofonologia di Roma, lo psicoterapeuta dell’età evolutiva Federico Bianchi di Castelbianco in occasione dell’xi corso interdisciplinare di aggiornamento in “Adolescentologia” in corso a Genova.

La “selfite”, oltre che una moda, è una vera e propria «patologia legata al mancato riconoscimento del proprio corpo – chiarisce de Toni – ed è stata addirittura inserita nel dizionario di Oxford». «Riguarda adolescenti alla ricerca della loro identità, impegnati a farsi scatti fotografici fino a dieci ore al giorno per trovare la foto più apeptibile. Sono ragazzi che non riescono ad essere quello che vogliono».

Altra moda del momento seguita dagli adolescenti è quella di bere sangue umano. «Una tendenza forse legata a tutte le recenti saghe sui vampiri – spiega Bianchi di Castelbianco – Non si tratta solo di un adulto squilibrato che crea un setta per indurre i suoi membri a bere sangue come rito di iniziazione. C’è proprio un’emulazione dei vampiri ed esiste addirittura – afferma – una categoria di giovani donatori e una di giovani bevitori. Il tutto avviene in segreto, con i conseguenti rischi che derivano dal bere sangue».

Se, dunque, da un lato «sono sempre di più le diagnosi fatte ai bambini e agli adolescenti tacciati come malati da curare dall’altro lato – sostiene l’esperto – è che in molti casi i ragazzi sono soggetti deviati dalle mode». La soluzione? «L’unica cosa che si possa realmente fare per fronteggiare queste problematiche – conclude – è realizzare un’attività di informazione rivolte ai ragazzi. E’ l’unico modo per ottenere risultati veri e immediati, evitando soluzioni fittizie».

12 Mag 2014 20:46 – Ultimo aggiornamento: 10:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA
http://salute.ilmessaggero.it/medicina/notizie/sangue_bere_vampiri_adolescenti_pediatri_psicologi/685688.shtml

annalisa colzi

Mi chiamo Annalisa Colzi e di professione faccio la scrittrice anche se non possiedo nessun titolo di studio. Sono nata il 20 novembre del 1962 sotto il segno della Croce (questo è il mio segno zodiacale). Sono sposata, abito in una delle più belle zone d’Italia, la toscana e precisamente a Montemurlo, un paese in provincia di Prato.

3 commenti

  • Credo che lo Stato dovrebbe promuovere leggi più severe riguardo ai contenuti devianti dei film e delle trasmissioni mediatiche(TV-CINEMA-INTERNET) in onda con censure e con divieti ai minori mediante blocchi orari.Dovrebbero creare delle password elettroniche certificate per accedere a certi siti pericolosi per i temi trattati e per la TV.

  • Come insegnante ho pietá di questa generazione, non sanno niente in tutti i sensi (in una classe IV dove sono andato a fare supplenza qualche settimana fa, ho dato la definizione di peccato mortale e una studentessa mi ha risposto che non lo sapeva), i genitori o hanno abdicato al loro ruolo o certe cose non le hanno loro stessi, quindi non possono insegnarle ai figli; quando poi leggo certe cose ho l’impressione di una gioventú completamente allo sbando.

  • scusate ma non capisco: c’è qualche correlazione tra la mania del “selfie” e quella di bere sangue umano (terribile!)?

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Unisciti a 292 altri iscritti

Seguici su facebook

Segui L’Esecito di Maria su Facebook

App Ufficiale Android

Annalisa Colzi

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Unisciti a 292 altri iscritti

Power by

Download Free AZ | Free Wordpress Themes

/* ]]> */